marchio exibart.com  

Niente più Incontri, è morta a Roma Graziella Lonardi Buontempo

Graziella Lonardi Buontempo con Joseph Beuys
Un racconto per immagini, "una grande passione per l’arte contemporanea che ha dato vita a una nuova visione della cultura”. Alle nove di questa mattina, è morta Graziella Lonardi Buontempo: è difficile trovare ora un termine che qualifichi adeguatamente la sua attività assolutamente unica nella parabola del contemporaneo italiano e non solo: promotrice? Critica? Mecenate?
Lei era tutto questo e molto di più, ed ora la mostra che il Macro ha fatto in tempo a dedicarle quest’anno - A Roma la nostra era avanguardia - Graziella Lonardi Buontempo, dal 22 gennaio al 5 aprile - suona come un ultimo dovuto tributo. La prima mostra completamente dedicata alla rilettura di due momenti centrali nella storia dell’arte contemporanea, legati alla città di Roma, che si devono all’entusiasmo della sua figura: le due mostre Vitalità del negativo nell’arte italiana 1960/70 - che trasformò nel 1970 il Palazzo delle Esposizioni in un gigantesco contenitore multimediale - e Contemporanea - la rassegna interdisciplinare internazionale che, con una scelta tra l’incredibile e il meraviglioso, inaugurò nel 1973 il grande parcheggio sotterraneo di Villa Borghese.
Da sempre appassionata collezionista, aveva fondato a Roma nel 1970 gli Incontri Internazionali d’Arte, di cui è stata fino all’ultimo Segretario Generale, un progetto che negli anni ha avuto un ruolo fondamentale nella diffusione della cultura italiana attraverso un ricco programma di interventi e mostre seguito dal curatore artistico Achille Bonito Oliva, che era anche uno dei suoi migliori amici. Più recentemente Graziella Lonardi Buontempo aveva creato nella sede degli Incontri a Palazzo Taverna una biblioteca e di un archivio specializzati in arte contemporanea, mettendo a disposizione il materiale raccolto durante l’attività dell’associazione.
Fra i molti altri incarichi, è stata consulente per l’arte contemporanea per l’Accademia di Francia a Villa Medici a Roma, e membro della Commissione Unicredit per l’arte contemporanea. Dal 2009 era consigliere di amministrazione della Fondazione La Quadriennale di Roma e membro della commissione istituita dal PAN di Napoli per il progetto PAN Studios - Residenze d’Artista. Le esequie si terranno mercoledì 22 dicembre alle 10.30 a Napoli, a Piazzetta dell'Ascensione. (marianna agliottone) 

articoli correlati
La mostra del Macro
La sua collezione in mostra a Roma a Villa Medici

[exibart]