marchio exibart.com  

Azienda in crisi, colpa del Louvre Abu Dhabi?

Waagner-Biro, la società austriaca dell'acciaio che ha costruito la cupola del museo Louvre ad Abu Dhabi, ha annunciato la sua insolvenza e sta combattendo per salvare le parti della sua attività vendendo merci sussidiarie. I resoconti della stampa austriaca dicono che sono stati i ritardi nei pagamenti e i costi vertiginosi del progetto del Louvre la principale causa dei problemi della compagnia.
La cupola creata dalla compagnia per il Louvre di Jean Nouvel ha le dimensioni di cinque campi da calcio ed è perforata per creare l'effetto di un bazar, con motivi orientali che possono trasformarsi in un groviglio di luce progettato per assomigliare a un cielo stellato. Secondo il sito web di Waagner-Biro, il valore dell'ordine da parte del Louvre era di quasi 80 milioni di euro. Ma la compagnia è stata costretta a sostenere un aumento dei costi dopo che l’istituzione si è rifiutata di pagare l'intero prezzo (lo ha riportato il quotidiano austriaco Die Presse).
"Abbiamo imparato molto dal rapporto con il Louvre e oggi non lo rifaremmo ", ha dichiarato Thomas Jost, ex amministratore delegato di Waagner-Biro, ancora a Die Presse, lo scorso anno.
E dire che l’azienda non è nuova a incarichi di prestigio: sua è l'installazione delle nuove scenografie alla Sydney Opera House e alla State Opera House di Berlino, la costruzione della cupola del Reichstag a Berlino, il tetto della Queen Elizabeth II Great Court al British Museum e il Botlek Bridge a Rotterdam, il più grande ponte a sollevamento del mondo. E da Abu Dhabi, per ora, nessun commento a riguardo.

Fonte: TheArtNewspaper