marchio exibart.com  

Le prime vendite a Art Basel Miami Beach

Apre oggi al pubblico dopo un lungo e fruttuoso giorno di preview la 17a edizione di Art Basel Miami Beach, la fiera riunisce 268 gallerie di 35 paesi, tra cui 29 espositori in città per la prima volta e un immancabile e instancabile Leonardo di Caprio che è stato visto passeggiare nei corridoi. 
Tra gli highlights della fiera un ritratto del 1936 di Dora Maar di Man Ray alla Edwynn Houk Gallery di New York; Trevor Paglen presso Altman Siegel di San Franicsco; Norman Lewis alla Michael Rosenfeld Gallery di New York; David Wojnarowicz da P.P.O.W di New York; e Odires Mlászho da Vermelho di San Paolo.
Già durante le prime ore della VIP preview molte gallerie hanno messo a segno dei grandi affari: Van de Weghe ha venduto un ritratto di Picasso, Tete de Femme (1971), che è stato quotato a 17 milioni; Hauser & Wirth hanno venduto un nuovo dipinto di Mark Bradford a un collezionista che lo ha promesso a un'istituzione americana per un prezzo di listino di 5 milioni e Shoe Head di Philip Guston (1976) per 7,6 milioni, un’opera rimasta nascosta sin dalla sua creazione. 
Nelle prime tre ore di fiera Paul Kasmin Gallery, nel frattempo, ha rapidamente venduto un'opera astratta arancione e marrone di Lee Krasner, Bird Image (1963), al prezzo di 3,6 milioni, nonché un vivace interno del 1986 di George Copley, Why Are You Staring (1986), per 275mila dollari. 
La galleria di New York e Londra, Helly Nahmad, presenta nel suo stand il dipinto di Mark Rothko Untitled (Giallo, Arancio, Giallo, Arancione chiaro), del 1955.
L’opera è passata di mano in una vendita di Sotheby's New York di "Proprietà dalla collezione della signora Paul Mellon" nel 2014, quando la famiglia Nahmad l'ha acquistata per 36,6 milioni. Alla fiera viene presentato con un prezzo di 50 milioni.