marchio exibart.com  

Whisky e arte a go go, nella nuova distilleria di Bob Dylan

Lo scorso anno, Bob Dylan ha aperto una distilleria di whiskey a Nashville, la Heaven’s Door Spirits, e adesso ha annunciato l’intenzione di dare il via alla costruzione di un nuovo centro per le arti, nella stessa città del Tennessee. Il progetto prevede di utilizzare lo spazio di una  chiesa centenaria e sconsacrata, la Elm Street Church che, secondo l’amministratore delegato della distilleria, Marc Bushala, si presenterebbe come "la sede adatta per l'opera d'arte visiva di Dylan”. La chiesa sarà occupata da una libreria dedicata al whiskey, un ristorante, una sala per le esibizioni con una capienza di 360 posti e un sacco di dipinti e sculture in metallo del cantautore americano. 
Non tutti sono a conoscenza del fatto che Bob Dylan iniziò a dipingere negli anni ’60, per poi passare alla scultura in metallo, mentre è solo nel 2016 che ha debuttato con la sua prima opera pubblica: un arco di ferro di 26 piedi per 15, che funge da ingresso al resort e casinò MGM National Harbor da 1,3 miliardi di dollari sul fiume Potomac. Tuttavia, non tutti sono fan dell'arte di Dylan, come il deputato del Tennessee Tim Burchett, che è rimasto sconvolto dal fatto che il Dipartimento di Stato americano abbia acquistato una scultura in ferro del costo di 84mila dollari proprio da Dylan, per l'ambasciata degli Stati Uniti in Mozambico. (Adele Menna)