blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


S_P_A
società per azioni artistiche

 
la DIGOS sequestra opere S.p.A.


 Alle 9:30 del 2 giugno 2007, durante la parata per la festa della repubblica, quattro azionisti S.p.A sono stati fermati dalla DIGOS e portati a San Vitale, la questura centrale, insieme ai 20 metri dipinti che portavano sottobraccio,
sono stati fotografati, orecchie ben visibili, fronte e profilo, e digitalizzate le impronte di entrambe le mani.....
    Il dipinto, analizzato in ogni sua parte, veniva sequestrato
una procedura che credevo fosse propria in presenza di un reato,  ma nei documenti firmati e sottoscritti, rilasciati dopo tre ore a ciascuno, non compariva alcuna motivazione che giustificasse una schedatura e soprattutto un sequestro di opere pittoriche, un'azione cautelativa ????? mi sembra un eccesso di prevenzione a fronte di un'azione artistica neppure realizzata

w la res-publica
eroikas'sir


 http://batsceba.splinder.com/post/12486423#comment

 
la stampa si interessa ai cessi


ci viene il dubbio che proprio i WC  abbiano stuzzicato l'attenzione della stampa, la cosa non ci sorprende
siamo comunque gratificati e grati a:
repubblica.it
city
sulle cui pagine gratuite  i lettori viaggianti  ieri hanno potuto leggere l'azione S_p_A
il messaggero.it
che ci ha dato la conferma che l'incursione non è stata gradita dalla GNAM

www.repubblica.it/2006/08/gallerie/spettacoliecultura/mostra-wc/13.html

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=1122&sez=HOME_ROMA

 

http://city.corriere.it/news/articolo.php?tipo=cronaca&id=48118&id_testata=8


 
 



scritto 15/05/2007 15.51.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
WC S.p.Ace

bagno della Galleria Nazionale d'Arte Moderna

WC S.p.A.CE

Un’ azione artistica S.p.A

S.p.A., Società per Azioni Artistiche, entra nel museo e lo fa passando per la porta principale.  Per confrontarsi con la storia sceglie la Galleria Nazionale d’ Arte Moderna,ma al suo interno, tra gli spazi a disposizione si riserva quello meno nobile, il bagno. La produzione artistica viene così posizionata in un luogo di produzione fisiologica, l’ unico all’ interno del museo in cui nessun artista aspira ad accedere (se non per soddisfare alcuni impellenti e temporanei bisogni).
Due mondi separati a confronto: il museo ed il bagno, il luogo in cui ci si mostra e quello in cui ci si nasconde,  dove anche l’escremento può elevarsi ed essere riconosciuto come Arte e dove all’ escremento non viene riconosciuta nessuna dignità  venendo dato alle acque. S.p.A. si pone nel mezzo, apre le propria braccia per unire due fratelli separati. Otto artisti azionisti posizioneranno i propri lavori all’ interno dei bagni della Galleria, nuovi spazi verranno così consacrati all’ Arte e nuove opere saranno visibili ai visitatori.
S.p.A. si batte per un’ Arte libera, che nasca dalle esigenze di espressione di chi la produce e non da quelle economiche di un mercante o dalle manie di protagonismo di un critico. La possibilità di giudicare è un diritto che va esteso al più vasto numero di individui possibile, non è un potere che solo una piccola casta di eletti può esercitare.
In questa mostra-installazione un ruolo determinante sarà ricoperto dagli spettatori e dagli addetti alle pulizie. Saranno infatti loro, lasciando le opere affisse al muro o strappandole, a decidere se   meritano di rimanere esposte in un museo o di essere gettate nel water. Nel primo caso si prenderanno la responsabilità di consegnarle alla storia, nel secondo quella di realizzare definitivamente la congiunzione museo-bagno.
Quello dell’ Arte è un mondo spietato, non si fanno prigionieri, gli artisti che non sono consegnati all’ eternità  finiscono inesorabilmente inghiottiti da un antro senza luce. In questa mostra si va oltre la metafora, se le opere dei nostri azionisti lasceranno quelle “sacre” pareti, altro luogo non conosceranno se non il famoso sanitario.

Eden Dust




W.C. S.p.A.CE
Dal 13/05/2007
Bagni della Galleria Nazionale d’ Arte Moderna
Viale Delle Belle Arti 131
00196, Roma

potete vedere le foto dell'azione su:

http://www.repubblica.it/2006/08/gallerie/spettacoliecultura/mostra-wc/13.html





 
Azione del 30 Aprile 2007 a Via dei Condotti(Roma)


Lunedi 30 aprile, intorno alle ore 23, in via dei Condotti a Roma si è svolta la prima azione S.p.A.(Società per Azioni Artistiche). Cinquanta metri di tappeto rosso sono stati stesi su un marciapiede della via dello shopping per eccellenza. Sul tappeto giacevano sedici sagome, sedici vittime, sedici morti, martiri innocenti del lavoro, della guerra, caduti tra gli ingranaggi della nostra civile società.  Così ai piedi delle preziose vetrine, a partire da piazza di Spagna, i passanti si sono trovati stesi dei cadaveri pronti ad essere calpestati un’ ulteriore volta. L’ opera è stata realizzata da quattro azionisti che al momento preferiscono rimanere anonimi, che hanno dato vita e morte alla passatoia. Nessun danno è stato recato ne alla via, ne agli esercizi commerciali;  effimera e pungente come solo l’arte sa essere, dopo essere stata esposta per tutta la notte, alle prime luci dell’alba della striscia non rimaneva traccia.

 

Eden Dust



 
reportage di eroikas-sir


.........la trasferta a Càscina è stata piacevole nonostante lo squallore del territorio di cui è circondato l'eurohotel, il cui personale è stato efficiente e accogliente fin dall'arrivo e durante tutto il casino degli allestimenti.........atrio e tre piani di corridoi tappezzati di quadri d'ogni genere, la S.p.A concentrata al 3°, una parte nel salone conferenze dove si proiettavano i video e si sono tenute le performance di tutti, le nostre camere prenotate vicine sono state teatro della installazione-performance "stanza103" e di "no signal" di eko (majla)......(qualche foto appare in un forum su equilibriarte: forum: evento S.p.Azioni )
alle 7 sabato mattino sono andata a prendere il rifornimento di sigarette così quando è arrivato Sergio ero più che puntuale, si capisce che così non abbia dormito nonostante le buone intenzioni, riempito il portabagagli, majla un pò in ritardo con comodino e televisore giù dal 5°piano, autostrada tranquilla, la mappa michelin stampata ci ha condotto a destinazione senza esitazioni, tabella di marcia rispettata così da anticipare a mezzogiorno l'arrivo da firenze gaspare-rocco-andrea cardia, aggiunto per auto kaput, auto stracolma di quadri spazionisti poi con altri quadri anche flavio che a firenze  aspettava per incomprensibile convinzione majla, forse per la torta da lei preparatagli con una lampada per il suo compleanno.....degli spazionisti solo  Gec con amico e furgone in cui pensavano di dormire e a cui invece la direzione commossa in piena notte ha offerto alloggio gratis, e con amica, Carlotta (dealuminal) da milano ma familiare fiorentina, poi Barbagli che avevo già visto ma non individuato come spa e quindi ignorato fino all'ultimo.....
provvidenziali i volantini che avevo preparato e  fotocopiati un pò io un pò Rocco, ma soprattutto le note informative che mancavano e i logo S.p.A da mettere addosso come riconoscimento del gruppo......
in attesa, preso possesso delle camere, abbiamo cominciato a preparare la messinscena.......l'installazione di simbolica violenza, con il pezzo di manichino-fanciulla che qui a casa mi guarda assieme ad un altro fanciullo, imparrucata e strangolata con una calza nera, ho messo la gabbia con i pezzi di bambola che avevo fatto nel 1970 per lo spettacolo del  gruppo teatrale "acquarius"di -agostini-rossi-rossi-salvatores (era proprio l'era dell'acquario,  gli hippies, woodstock ) sulla "morte rossa" di e.a.poe.
poi breve intermezzo di pizza al taglio in quel di cascina molto simile alla desolazione di pontedera e poi messappunto di tutto con continuo scambio di chiavi avanti indietro nelle stanze contigue al pianterreno provvidenziali così da consentire il passaggio dei bagagli ed elementi performance direttamente dall'auto......molto utile avere un luogo dove ripararsi quando l'agitarsi della folla diventa faticosa da sopportare, e per il cambio d'abiti cerimoniali,  tutti pronti alle 18 all'arrivo alla spicciolata non si sa chi e quanti i visitatori o gli artisti in mostra.......
Federico Bellini della belliniarte magro magro piccolo piccolo forse giovane giovane ma non si capiva, efficiente e gentile aveva stampato l'orario per ciascuna performance così da togliere ogni dubbio sul da farsi......
passaggio continuo di camerieri con vassoi  stuzzicanti di antipasti creativi e stravaganti in forme e colori, mohito e spumante tracannati uno dietro l'altro, quasi tutto il gruppo era stonato e sia all'"appendiabiti" di Sergio piccolo intoppo e nel momento di desolazione Gaspare ha  improvvisato un salvifico intervento, sia a "vittima o carnefice" che si è trasformata in farsa con il contributo delle nostre voci esterne per interrompere la noia di un discorso troppo lungo e lento di Flavio  .....
alle 22:30 la "stanza103" (in realtà 132), davanti ad un gruppo numeroso di curiosi, è stata aperta da me con accanto Rocco munito di pistola ascellare e di macchina fotografica, ho improvvisato e annunciato a tutti quelli assiepati all'interno che il guardiaspalle aveva l'ordine di non far uscire da quella porta, unica via di fuga la finestra, non ci sono state proteste e così qualcuno che non ha voluto scavalcare la bassa recinzione antistante, ha aspettato che gli fosse concesso di nuovo il passaggio..... qualcuno ha guardato con apprensione qualcuno ha raccolto le immagini buttate alla rinfusa anche per terra.....ma credo che anche se esplicitato sulla porta non ci fosse bisogno di spiegare il messaggio.....poi ho impersonato la maitresse fumando un pò scollacciata (un reggiseno nero si intravvedeva) appoggiata all'interno accogliendo in silenzio i ritardatari sporadici......a mezzanotte ho sgombrato tutto, Majla ha chiuso la sua stanza in cui si intravvedeva lei con vestaglia e pantofole davanti al televisore che balucinava no signal ad ogni accensione sul comodino nel cui sportello aperto c'erano dei lumini accesi davanti alla statuina di padre pio......
Gaspare voleva fare l'ultima performance ma completamente in ritardo per la sua stralunatezza niente più partecipanti per un kisses improvvisato e non ben programmato, così si è limitato a fare qualche accenno di nota sul pianoforte scoprendo delle capacità musicali ed io in pigiama di seta nero ho aspettato che tutto si facesse tranquillo, la mattina colazione in camera, e accanto nella 134 il gruppo insonne smaltiva la notte con un'altra bottiglia di spumante......a mezzogiorno trasbordo attraverso le finestre e poi imballaggio di tutte le opere, arrivo di flavio e majla da firenze divisione dei quadri, qualcuno sul furgone di Gec per consegnarlo al nord, qualcuno da Gasp per chi tornava con lui, altri ancora da Flavio pronti per un'altra esposizione s.p.a forse ad Arezzo......l'auto di Sergio con il bagaglio della partenza e pagato tutto, a Cascina in cerca di una trattoria, ma sotto i portici su una strada di bancherelle d'anticaglie, un'altra pizza al taglio ma con tavolini all'esterno, un caldo incredibile, fatti due conti e pronti per la partenza l'imprevisto: Sergio stanco per la notte insonne, ha chiuso con un gesto improvvido le chiavi dell'auto dopo aver aperto il portabagagli, io in tempo avevo preso il cappotto e così dopo inutili tentativi con forbici varie di aprire una serratura, la decisione di tornare in treno, Majla a quel punto dormiva a firenze, non avendo oltrettutto le proprie chiavi di casa, Sergio ed io treno per firenze un'ora e poi dopo due passi fino al duomo
e merenda consolatoria, eurostar alle 19:30, due orette di chiacchere e si è tranquillizzato......
la sera dopo è arrivato a portarmi il tutto, compresi il comodino televisore e zaino di majla,  era il suo 28°compleanno, passato avanti indietro da cascina!!!
 






 



sono presenti 8 post - sei nella pagina 1 - vai alla pagina successiva>>
questo blog è stato visto 812096 volte
 

IL BLOGGER

blogger: s_p_a
vedi profilo
scrivigli

IL BLOG

indirizzo del blog:
S_P_A.blog.exibart.com
generi: diari personali, arte, attualità, satira, religione, società, politica
tutti i post
feed rss
ARCHIVIO


<< < FEB 19 > >>
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28      

 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277