blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


ARCHIVE OPHEN VIRTUAL ART
verso l'arte globale tra ricerca, tecnologia e natura.

 
LAURA MARMAI / IL MARE INTORNO A NOI




PERSONALE  DI  LAURA  MARMAI


“IL  MARE INTORNO A NOI”
Presentazione di  Nello Ferrigno


Vernissage 3 novembre 2017, ore 18.00
FAI – Via Portacatena, 50  SALERNO


Dal 3 novembre al 30 novembre 2017
Aperti ogni mercoledì e venerdì dalle 18.00 alle 20.00

Viene presentata presso la sede FAI di Salerno la mostra personale di Laura Marmai con una ventina di importanti lavori in ceramica dal titolo: “il mare intorno a noi”, in cui  l’attenzione dell’artista si concentra sul tema del mare mediterraneo diffusore di contatti, bellezza e  amore. 

Scrive Nello Ferrigno in catalogo: “Laura Marmai, friulana, è riuscita a portare nel suo fare ceramica la determinatezza tipica della sua gente, è riuscita a mutare il suo essere  “nordica” con la solarità ed i colori della realtà mediterranea in cui vive da anni: le sue opere, infatti, hanno insite – da una parte - la tradizione vietrese e – dall’altra - il rigore della sua terra”, aggiungendo, “Il suo fare ceramica è un piacere che traspare dai suoi manufatti e che si riflette negli occhi di chi li guarda”.  Infatti, “Laura è dotata di abilità pittoriche e di inventiva plastica, per cui la si può definire un’artista erede di antichi saperi della nostra tradizione ceramica”.  



 



La mostra sarà visitabile a Salerno 
per tutto il mese di novembre 2017



 
KANALIDARTE / Enrico Tommaso De Paris



 

VIEW CONFERENCE
Torino
23__ 27 ottobre 2017




Enrico T. De Paris with the support of Kanalidarte art gallery present Synapse.

At its 18th edition VIEW Conference is the premiere international event in Italy on Computer Graphics, Interactive Techniques, Digital Cinema, 2D/3D Animation, VR and AR, Gaming and VFX



SYNAPSE

virtual experience di ENRICO TOMMASO DE PARIS 2017

DA QUESTA ESPERIENZA-OPERA POTRESTE NON USCIRNE PIU'…





BASATO SU UN'IDEA ORIGINALE DELL'ARTISTA E. T. DE PARIS, SYNAPSE È UN’OPERA DI REALTÀ  VIRTUALE DI DURATA VARIABILE; UN PROGETTO CHE CONFONDE IL CONFINE TRA OPERA E SPETTATORE, PERMETTENDO AI FRUITORI DI CAMMINARE IN VASTI SPAZI E VIVERE FISICAMENTE UN PERCORSO,  UTILIZZANDO LE PIU' RECENTI E INNOVATIVE TECNOLOGIE DI REALTA' VIRTUALE, PER CREARE  UN GRANDE SPAZIO MULTI-NARRATIVO E SENSORIALE, DOVE SI CONFONDONO L’ESSERE E IL SENTIRE  E IL VEDERE. ECCO UNA VERA ESPERIENZA A 360°.


SYNAPSE-VIRTUAL-REALITY-ART È REALIZZATA IN COLLABORAZIONE CON VITRUVIO VIRTUAL MUSEUM. 

L’ARTISTA, RAPPRESENTATO DALLA GALLERIA KANALIDARTE_ITALY, E GLI SVILUPPATORI 
DI VITRUVIO HANNO SINERGICAMENTE LAVORATO PER CREARE UNA STUPEFACENTE OPERA DI NEW MEDIA 
PER IL VISORE-SAMSUNG GEAR VR. 





Artist:
ENRICO TOMMASO DE PARIS
corso regina margherita, 65
10124 torino

Gallery:
KANALIDARTE
via alberto mario, 55
25121 brescia
+39 030 5311196
+39 333 3471301

Software developer:
VITRUVIO VIRTUAL MUSEUM
piazzale allende, 2
40064 ozzano dell’emilia (BO)
ubaldo righi
ur@vitruviovirtualmuseum.com


 
RUGGERO MAGGI / Non Solo Libri, Galleria di Arti Visive - Gallarate




DAL 19 OTTOBRE AL 17 NOVEMBRE 2017
PRESSO LA GALLERIA DI ARTI VISIVE DEL IL MELO
LA MOSTRA DI RUGGERO MAGGI 
NON SOLO LIBRI



Dal 19 ottobre al 17 novembre 2017, l’Università del Melo – Galleria di Arti Visive ospita la mostra di Ruggero Maggi Non solo libri che inaugura il nuovo progetto Officina Open, naturale proseguimento di Officina Contemporanea la rete culturale urbana promossa da Fondazione Cariplo nel 2013 con la partecipazione di undici importanti enti e associazioni culturali cittadine.
Officina Open nasce dalla collaborazione tra l’Università del Melo, luogo ospitante delle rassegne espositive, il Museo Maga e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate che insieme realizzeranno una serie di piccole mostre da ottobre a maggio.

Ruggero Maggi, artista da sempre abituato a inventare nuovi modi di fare arte, presenta una selezione di libri d’artista dove “ … il libro viene pensato e realizzato come oggetto artistico autonomo, creato per esplorare inediti territori di ricerca, per aprire finestre al di là delle quali si aprono infiniti nuovi mondi. Maggi come artista ha da sempre privilegiato la progettazione e realizzazione del libro come pratica artistica innovativa, lontana dai rigori di opere di grandi dimensioni e capace di innescare una sorta di cortocircuito tra la parola, l’immagine, il supporto, il formato e l’interazione con lo spettatore chiamato a cambiare il suo approccio con il libro e con l’opera d’arte ….” spiega Emma Zanella, curatrice della mostra, nel suo testo critico.

La mostra rientra nella  manifestazione 2000libri rassegna letteraria, ideata e realizzata per la prima volta nel 1999, e giunta alla sua diciottesima edizione. Organizzata dall’Assessorato alla Cultura, vede coinvolte alcune librerie e realtà culturali del territorio e si svolgerà dal 13 al 22 ottobre 2017.





Ruggero Maggi
Artista e curatore. Dal 1973 si occupa di poesia visiva; dal 1975 di copy art, libri d’artista, arte postale; dal 1976 di laser art, dal 1979 di olografia, dal 1985 di arte caotica sia come artista - con opere ed installazioni incentrate sullo studio del caos, dell’entropia e dei sistemi frattali - sia come curatore di eventi.
Tra le installazioni olografiche: “Una foresta di pietre” (Media Art Festival - Osnabrück 1988) e “Un semplice punto esclamativo” (Mostra internazionale d’Arte Olografica alla Rocca Paolina di Perugia – 1992); tra le installazioni di laser art: “Morte caotica” e “Una lunga linea silenziosa” (1993), “Il grande libro della vita” e “Il peccatore casuale” (1994), “La nascita delle idee” al Museo d’Arte di San Paolo (BR). Suoi lavori sono esposti al Museo di Storia Cinese di Pechino ed alla GAM di Gallarate. Ha inoltre partecipato alla 49./52./54. Biennale di Venezia ed alla 16. Biennale d’arte contemporanea di San Paolo nel 1980.
Nel 2006 realizza “Underwood” installazione site-specific per la Galleria d’Arte Moderna di Gallarate. Nel 2007 presenta come curatore il progetto dedicato a Pierre Restany “Camera 312 – promemoria per Pierre” alla 52. Biennale di Venezia.

Dal 2011 con cadenza biennale (2013/2015/2017) presenta a Venezia con il Patrocinio del Comune di Venezia Padiglione Tibet, progetto esposto successivamente alla Biennale di Venezia, al Museo Diotti di Casalmaggiore (CR) e presso la Biblioteca Laudense di Lodi. Nel 2014 PadiglioneTibet partecipa alla Bienal del Fin del Mundo in Argentina e nel 2016 è presentato al Castello Visconteo di Pavia.


RUGGERO MAGGI Non solo libri
Università del Melo – Galleria di Arti Visive
Via Magenta, 3 Gallarate VA
19 ottobre - 17 novembre 2017

Inaugurazione: giovedì 19 ottobre, ore 17.00
Orari: da lunedì a domenica 15.00|19.00


 
Mostra omaggio all'artista Bruno Zappi



Una mostra omaggio a Bruno Zappi allo Studio d'Arte FC di Castel S. Pietro Terme (BO).


Opera di Bruno Zappi


Doppio evento da sabato 14 ottobre, in occasione della Giornata del Contemporaneo, con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Castel San Pietro Terme. Si inaugurato in via G. Tanari 1445/B a Castel S. Pietro Terme il nuovo spazio espositivo “Studio d'Arte FC” con la mostra omaggio all'artista castellano Bruno Zappi (1928-2011) a cura di Anna Boschi. 

Si tratta di una serie di 22 tempere del ciclo “Il Mistero di esistere”, dedicate alla donna e al cosmo, temi ai quali l'artista era profondamente legato, presentati  in un nuovo spazio espositivo d'arte dedicato a F. Cermasi.

Diceva l'artista: “…..il mio linguaggio, per cogliere questi aspetti della vita nella sua elementare energia creativa, deve dunque ripercorrere il processo naturale della creazione, interessandosi alle forze creative della natura e ai fenomeni da essa generati.  La comparsa della donna, che nasce sotto lo sguardo della luna, è l'immagine allegorica della creazione e ha come scopo quello di renderci felici e desiderosi di ritornare a una mitica verginità primitiva, alla contemplazione del soprannaturale, al sogno di una purificazione universale”.










Bruno Zappi, nato a Castel San Pietro Terme il 27 febbraio 1928, dopo gli studi al Liceo Artistico ha frequentato dal 1948 al 1952 l'Accademia di Belle Arti di Bologna e ha avuto come maestro del corso di scenografia Nino Bertocchi. E' stato un illustre professore del Liceo Artistico di Bologna, ma oltre all'insegnamento si dedicava con passione alla pubblicità. Un interesse che ha abbandonato negli anni '60 per dedicarsi con determinazione al mondo dell'arte, nel quale ha avuto sempre un grande successo con numerosi riconoscimenti e premi artistici.

La mostra proseguirà fino al 12 novembre, con il seguente orario: dal martedì alla domenica ore 17-19,30 – lunedì chiuso. Catalogo in galleria. 



 
LE OPERE DI ERNESTO TERLIZZI A MATERA


“FIORI DI TERRA E DI FUOCO”

Mostra Personale   
di Ernesto Terlizzi

a cura di Lorenzo Canova

30 settembre - 16 ottobre 2017

OPENING sabato 30 settembre 2017 alle ore 18. 30
ARTI VISIVE Gallery Via delle Beccherie, 41 Matera


Il catalogo a cura di Lorenzo Canova

 


Sabato 30 settembre presso ARTIVISIVE Gallery a Matera, città capitale Europea  della  Cultura  2019  sarà inaugurata la mostra “Fiori di fuoco e di terra “ di Ernesto Terlizzi. L’artista di Angri è da più di un trentennio che basa la sua  particolare  ricerca  sull’utilizzo  dei  materiali,  i quali a partire dagli anni 80, si vanno sempre ad arricchire  per le loro diverse caratteristiche espressive,  percezioni tattili e colori.  Per questa rassegna materana Terlizzi dopo l’attenzione alla carta, alle garze, ai legni, pietre e  lamiere, indaga e aggiunge un  ulteriore materiale: il cartone. Un cartone recuperato ed assemblato con i materiali   soprattutto  di  scarto.


 

Ernesto Terlizzi Senza titolo N.2  Tecnica mista su cartone  2016


La mostra è composta da 22 opere di diverso formato, tutte elaborate su cartone riciclato.  Delle tecniche miste realizzate dall'autore campano tra il 2015 e 2016, assemblando materiali diversi e di scarto, reperiti nei luoghi più disparati del suo territorio industriale. Una ricerca rigorosa questa di Terlizzi, fondata su di una intensa e sapiente capacità espressiva integrata da elementi polimaterici, assemblati in uno scavo in cui, tutti gli elementi e i materiali vengono selezionati e purificati dal gesto dell’artista, che entra in dialogo con la complessità del reale, sempre alla ricerca della sua essenza segreta. Una forte ed insieme particolare ricerca che tende a raffinare sempre più i dati della percezione, mediante una meticolosa azione compositiva, che sfida e regola, l’ordine e il disordine della materia.

A tal proposito, il curatore della mostra Lorenzo Canova, cosi scrive in catalogo: “… Lo sguardo critico dell’artista sembra dunque una sorta di lama affilata che incide i suoi cartoni, li disseziona e li ricompone in uno scabro e sontuoso discorso sul limite che separa pittura, disegno, scultura e installazione. L’artista, con una modalità pienamente contemporanea segue e sfrutta le conformazioni ready-made dei cartoni, le loro ondulazioni, le loro scritte stampate, le loro colorazioni, dal bianco all'ocra e le usa per dare spinta cromatica e vigore alla sua visione pittorica … . Le opere di Terlizzi sono cosi arate e segnate come terre riarse dal fuoco e avvelenate dall'inquinamento, le pieghe del cartone si fondono ai fogli di metallo divorati dalla ruggine, alle macchie, alle sporche rugosità dei bianchi e agli ombrosi fremiti del nero … . Le sezioni del bisturi scoprono l’anatomia nascosta di un materiale inizialmente inerte e lo rendono carne viva e ferita, i tagli si arrossano di sangue ma le forme alludono ad una rinascita possibile della natura, ad una nuova germinazione risorta dalle ceneri, a una rinascita civile e culturale in cui, come un fiore purissimo di terra e di fuoco, l’arte riscopre la forza del suo antico valore etico.

Il catalogo della mostra che in aprile 2018 sarà ospitata, in Polonia, dall’ Istituto italiano di cultura a Cracovia è arricchito dai testi dello scrittore Raffaele Nigro e di Erminia Pellecchia e Paolo Romano.

La mostra, che sabato 14 ottobre 2017 aderisce alla 13 Giornata del Contemporaneo “AMACI” Associazioni Musei Italiani di Arte Contemporanea, è visitabile presso ARTIVISIVE Gallery, dal 30 settembre al 16 ottobre , tutti i giorni dalle 18,00 alle  ore 20,30.   Per info e appuntamenti: 340 3049740 - 0835 385 641




Le opere:


Ernesto Terlizzi, Colature 2 cm 70x100  2016 




Ernesto Terlizzi,  Senza titolo tec. mista cm 26x36  2016






 




ERNESTO TERLIZZI dopo gli studi presso il liceo artistico e l’Accademia di Belle Arti di Napoli è presente, dalla fine degli anni 60, nel panorama artistico nazionale ed internazionale con personali, mostre di gruppo e premi. Tra le numerose mostre personali si citano quelle di: Firenze 1979 Galleria inquadrature; Napoli 1980 Galleria S. CarloBergamo 1981 Galleria Fumagalli, Venezia/Mestre 1985 Galleria Plus Art, Spoleto 1986 Studio Emanuela Duranti; Napoli 1989 Istituto Francese Le Grenoble; 1990 Macerata Museo Comunale; 2010 Roma Galleria Consorti e 2013 Studio S; Gazoldo Degli Ippoliti (Mantova) 2012 Museo d’Arte contemporanea; Ferrara 2013 Galleria del Carbone; Milano 2014 Spazio Tadini.
È stato presente per varie edizioni nei più prestigiosi Premi italiani e nel 2011 è stato invitato ad esporre nella mostra “Lo Stato dell’Arte Campania” all’interno della 54 Mostra internazionale d’arte contemporanea di Venezia.  Molti sono i critici e gli intellettuali che hanno scritto delle sue opere inserite in numerose e diverse collezioni pubbliche e private.



 




sono presenti 404 post - sei nella pagina 1 - vai alla pagina successiva>>
questo blog è stato visto 488449 volte
 

IL BLOGGER

blogger: Giovanni Bonanno & Sandro Bongiani
vedi profilo
scrivigli

IL BLOG

indirizzo del blog:
ARCHIVIOOPHEN.blog.exibart.com
generi: arte, tecnologie, società, politica
tutti i post
feed rss
ARCHIVIO


<< < NOV 17 > >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

I MIEI LINK


 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277