blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INCIRCOLARTE
tutta l'arte in circolo

 
Lettere alla madre

Lunedì 26 novembre dalle ore 18:30 alle 21:30 presso La Feltrinelli (Via Melo da Bari, 119, 70121 Bari) Anna Di Cagno presenta "Lettere alla madre", antologia da lei curata per Morellini Editore. Assieme all'autrice ne parleranno Fernando Coratelli (autore teatrale e scrittore) e Livio Costarella (giornalista e critico musicale della Gazzetta del Mezzogiorno).

Georges Simenon con la sua “Lettera a mia madre” ne è sicuramente l'ispiratore. Il libro è una raccolta di lettere che assiema i contributi di alcune tra le voci più interessanti del panorama editoriale italiano tra scrittori e giornalisti che si sono confrontati con il tema della figura materna e del suo ruolo. L'antologia si sviluppa tra ricordi personali ed evocazioni collettive, e riflessioni sul potere della lettere come genere narrativo privilegiato capace di dare voce al più importante “personaggio” della propria storia...la madre.

Autori: Silvia Andreoli, Erica Arosio, Michaela K. Bellisario, Fioly Bocca, Annarita Briganti, Fernando Coratelli, Stefano Corbetta, Anna Di Cagno, Andrea Di Fabio, Isa Grassano, Gabriella Kuruvilla, Massimo Laganà, Giorgio Maimone, Paolo Mancini, Elena Mearini, Marco Montemarano, Gianluca Morozzi, Andrea G. Pinketts, Daniela Rossi, Pino Roveredo.


Un libro da leggere, una presentazione a cui non mancare.


#lettereallamadre #madre #lettere #lafeltrinellibari


scritto 23/11/2018 9.47.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
Realtà Immersiva, la complessità nel piccolo formato

"Realtà Immersiva, la complessità nel piccolo formato " è il titolo della mostra d'arte in esposizione presso "Spazio Start" in via Cattedrale 14 a Giovinazzo (BA), curata dall'artista Franco Cortese.

Realta_immersiva_locandina

Quindici gli artisti che espongono le proprie opere: Maria Bonaduce, Franco Cortese, Flavia D'Alessandro, Pietro De Scisciolo, Gianni De Serio, Antonio Giannini, Beppe Labianca, Antonio Laurelli, Jara Marzulli, Giovanni Morgese, Massimo Nardi, Miriam Risola, Daniela Raffaele Clitorosso, Paolo Tinella, Claudia Venuto.

Scrive Carmen De Stasio nelle sua nota critica :" Si compone di pochi elementi un’argomentazione d’arte, giacché è l’arte ad essere in scena nel realizzare una realtà immersiva in incessante respiro. In quanto feconda di decise spazialità, l’arte è realtà condivisibile anche quando declinata su un piano minimale, nel quale sempre attiva è l’intenzione di amplificare la prospettiva tra opera-azione e interlocutore-spettatore in un patto lungimirante, caleidoscopico, molteplice e multiforme e che non abbia sentore di chiusura. Su questi aspetti l’arte s’imprime come percorso senza soste. È fluido e metamorfico assetto di pensiero e complesso generativo di parole-segni in un unicum che, eludendo qualsiasi frenante incantamento iniziale, fluisce verso la visuale gestione di un sapere derivante dall’equilibrio di forme e di meditazioni. Per queste vie la realtà immersiva dell’arte procede con un’energia che giammai fagocita, né esclude e tantomeno separa. È arte di convergenza e, in quanto tale, consente spiragli e modulazioni nell’assetto logico delle cadenze stilistiche di ciascun artista tanto nella sua individuale misura, che nel suo comportamento. In tal senso, la dimensione fisica manifesta prolungamenti che accolgono nella simultaneità periodi e intenzioni in una mitografia unitiva e confluente, in grado di distillare significative parti senz’alcuna separabilità. Così l’opera si rappresenta paesaggio senza limitazioni in una territorialità in costruzione da intendere quale sapiente volontà che non è costretta da niente di esterno (E. Levinas)."



"Realtà Immersiva" è visitabile fino al 25 novembre, dal mercoledì alla domenica dalle 18,30 alle 21. La domenica apertura anche mattutina dalle 11 alle 12,30.


scritto 11/11/2018 5.42.26 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
Inaugura Ferrara Art Gallery. A Matera.

E' stato inaugurato a Matera  - Capitale Europea della Cultura anno 2019 - un nuovo spazio espositivo per l'arte : FERRARA ART GALLERY di Vincenzo Ferrara, in Via Tommaso Stigliani, n. 50 


L'attività che il gallerista Vincenzo Ferrara, creatore e direttore della "Ferrara Art Gallery" intende svolgere, non si limiterà alla commercializzazione di produzioni artistiche ma sarà volta a creare opportunità e occasioni d'incontro affinché artisti, collezionisti, storici dell'arte e quanti amano e apprezzano il suo mondo possano confrontarsi, interagire e trovare un sicuro riferimento.
 
Alla cerimonia di inaugurazione della galleria ha fatto seguito il vernissage della mostra "Materart" in cui sono esposte opere prodotte da 22 artisti in prevalenza lucani o comunque che hanno avuto con la Basilicata un fecondo rapporto culturale come Carlo Levi, Josè Ortega, Luigi Guerricchio, Antonio Linde e altri.
 
Avviare un'attività culturale in un momento di congiuntura economica sfavorevole come quello che si sta vivendo, rappresenta un coraggioso atto di sfida da parte di Ferrara, temerario uomo di quel sud che non si arrende di fronte alle difficoltà ma le affronta e le supera volando alto, oltre l'orizzonte. La sua trentennale esperienza maturata sul campo dell'arte a partire dalla fine degli anni sessanta, prima a Torino e poi a Venezia e in Friuli, gli consente di affrontare questo impegno con la necessaria determinazione per portare a compimento un progetto che si inserisce a pieno titolo tra gli eventi previsti per Matera Capitale Europea della Cultura.



 
photo&graphia

Presso il Museo Civico di Bari (strada Sagges, 13), è in esposizione la mostra fotoletteraria photo&graphia: esposizione di materiali fotografici e letterari dedicati alla Basilicata e confluiti nel calendario 2018 realizzato per il Comune di Montalbano Jonico.


La mostra, curata da Lino Angiuli e Giuseppe Pavone per conto del Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea, gode del patrocinio del Mibact e della collaborazione della Regione Basilicata, della Fondazione Matera Basilicata 2019 e del Comune di Montalbano Jonico.

Sono stati invitati e coinvolti poeti e fotografi della Basilicata e della Puglia, allo scopo di intensificare ulteriormente le relazioni e gli scambi culturali tra le due regioni “cugine”. Infatti, grazie a questa iniziativa, anche la Puglia ha partecipato a preparare l’importante appuntamento di Matera 2019.

La mostra è già stata ospitata, nell’ambito del ciclo “Verso Matera 2019 – Festa dei Musei – Notte dei Musei”, presso il Museo materano di Palazzo Lanfranchi, con una presentazione inaugurale della Direttrice del Polo Museale della Basilicata, Marta Ragozzino.


Orari: lunedì, mercoledì, giovedì 10/18 - venerdì, sabato 10/19- domenica 10/14. - martedì chiuso.

Biglietto di ingresso: intero € 5, ridotto € 3.

Info: Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea - 339.3233162 - pinoart55@libero.it


scritto 08/10/2018 21.49.33 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
I Matematici di Paladino

Sei sono le incisioni realizzate a colori da Mimmo Paladino per la cartella MATHEMATICA e che, sabato 13 ottobre 2018 alle ore 17:30, verrà presentata al pubblico alla Pinacoteca Metropolitana di Bari. Interverranno : Clara Gelao, ex direttrice della Pinacoteca (si ricorda che il 30 settembre la Dott.ssa Gelao lascerà la direzione della Pinacoteca  per raggiunti limiti di età; Enzo Di Martino , critico d'arte e donatore della cartella in argomento all'ente (la donazione è stata offerta «a testimonianza della stima e dell’amicizia nei confronti di Clara Gelao»); Francesca Pietroforte , Consigliere per i Beni e le Attività Culturali della Città Metropolitana di Bari.

Mathematica

Le sei incisioni (cm 30 x 40,8 su carta “Arches” di cm 56 x 76) in origine, sono raccolte in una cartella, accompagnata da un testo di Enzo Di Martino dal titolo Mathematica.

La raffigurazione di sei misteriose figure di Matematici, immobili, solenni e indecifrabili, abbigliati con vesti sontuose, sacerdotali; le forme e i numeri che adornano le loro figure, appaiono simbolicamente sacrali.

Per un Ente artistico di livello nazionale quale è la Pinacoteca Metropolitana di Bari, questa donazione è di grande importanza perché va ad arricchire in modo significativo la collezione di disegni e grafiche di autori contemporanei italiani con opere di un artista prestigioso come Mimmo Paladino.


L’esposizione resterà aperta sino al 18 novembre 2018

Mathematica_1

Di seguito il testo di Enzo Di Martino: 

«La rappresentazione della figura umana è uno degli aspetti più sorprendenti della manifestazione dell’arte perché è in questa operazione che l’artista rivela chiaramente la sua riconoscibile calligrafia espressiva e, allo stesso tempo, la sua inevitabile ambiguità.

Come accade di vedere in queste sei misteriose figure di Mimmo Paladino, immobili e solenni, indecifrabili.

In altre occasioni, ad esempio nelle sue note sculture bianche, l’artista le ha chiamate “testimoni”, ma potrebbero essere pensatori, filosofi, o “matematici”.

A ben vedere, del resto, la filosofia dei numeri può coincidere con la filosofia delle forme e nel caso di Paladino la “sacra ambiguità” della rappresentazione può indurre a pensare che si tratta forse di alchimisti, pensatori medievali che affermano di possedere la “pietra della conoscenza”.

Questi Matematici sono abbigliati con vesti sontuose, sacerdotali, e le forme e i numeri che adornano le loro figure appaiono simbolicamente sacrali.

Forse hanno a che fare con le misteriose sequenze dei numeri di Fibonacci e conoscono già il valore dello zero e la sapienza del fuoco.

I numeri e le forme sono peraltro ricorrenti nell’opera di Mimmo Paladino e risultano infine gli strumenti decisivi delle sue alchimie immaginative.

A noi riguardanti resta fronteggiare gli interrogativi senza risposte che questi matematici pongono, per fortuna nel segno splendente dell’opera d’arte.» 

Mathematica


scritto 27/09/2018 22.06.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico


sono presenti 62 post - sei nella pagina 1 - vai alla pagina successiva>>
questo blog è stato visto 19817 volte
 

IL BLOGGER

blogger: incircolarte
vedi profilo
scrivigli

IL BLOG

indirizzo del blog:
incircolarte.blog.exibart.com
generi: arte, cultura generale, tv&cinema
tutti i post
feed rss
ARCHIVIO


<< < DIC 18 > >>
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

I MIEI LINK


 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277