blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INCIRCOLARTE
tutta l'arte in circolo

 
Terra e spazi di Cate Nuto

Al Circolo degli Artisti (Pozzo Garitta, 32 di Albissola Marina), sabato 22 giugno alle ore 18, si terrà l'inaugurazione della mostra 'Terra e spazi', personale dell'artista Cate Nuto. La mostra, che rimarrà in esposizione fino al 7 luglio, potrà essere visitata dal martedì alla domenica, dalle 18,30 alle 22,30. 


Cate Nuto vive e lavora a Genova, artista e docente di filosofia, unisce due linguaggi e due passioni: le arti visive e l'estetica. La prima esposizione è stata nel 1979 a Bogliasco con il maestro Sirotti.

Delle più recenti si segnalano:

- nel 2018 presso il Museo della Commenda San Giovanni di Pré, Genova, con Spazi Nuovi & Nuovi Territori.

- nel 2017 mostra personale in Kokoton Gallery, Venezia, nel cuore pulsante degli eventi Biennale -

- nel 2016 mostra personale intitolata "Correnti di mare" a cura di Mara Campaner presso il Galata Museo del Mare di Genova, e presentazione della mostra presso l'Auditorium del Museo.

Nel passato fra gli anni '80 e ' 90 l 'artista, fa parte di un gruppo di lavoro universitario genovese e avrà incontri e cenacoli filosofici nel Centro Internazionale di studi Rosminiani di Stresa, da cui nasceranno fruttuosi legami, per esempio, l'incontro con Augusto Del Noce, filosofo del Novecento italiano. Tutto ciò si è potuto realizzare, grazie all' amicizia con la Prof.ssa Giuseppina Azzaro, docente di estetica dell''Università di Genova e successivamente del LUMSA di Roma dalla quale scaturiranno piacevoli conversazioni.

Successivamente nel decennio 1995-2005 e fino ai tempi più recenti, ha alternato a numerose  esposizioni in Italia e all’estero (Firenze, Londra, Forte dei Marmi, Bologna, Umbertide, Torino, Siena, ecc.) soggiorni nelle Langhe e nelle valli del Chianti dove ha sperimentato il paesaggio collinare attraverso bozzetti, carte d'acquarello.

Lavora e svolge la sua attività pittorica soprattutto a Sori, una località vicino a Genova, dove continua la logica della collina ligure utilizzando grandi tele di juta.



Cate Nuto - Terra e spazi
Dal 22 giugno al 7 luglio 2019

Circolo degli Artisti  
Pozzo Garitta, 32  17012 Albissola Marina (SV)
               
www.circoloartistialbisola.it
circ.artistialbisola@libero.it

Segnalato da Antonio Licheri


scritto 16/06/2019 8.47.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
Notti Medievali 2019

Si svolgerà, anche quest'anno nel Complesso monastico medievale di Santa Maria di Cesano - in agro di Terlizzi, BA - nei giorni 25 e 26 maggio 2019, la VI edizione di Notti Medievali.

Notti-medievaliVerranno proposte tutte quelle invenzioni che hanno contribuito a cambiare il modo di vivere in età medievale, e quindi occhiali, anestetici, scacchi, bottoni, macchine da guerra e da lavoro.

Come già collaudato nel tempo la manifestazione verrà arricchita da performance artistiche e teatrali, spettacoli dal vivo e accurate ricostruzioni di antichi mestieri medievali, dove popolani, mercanti, artigiani e cavalieri rivivranno la quotidianità del mondo medievale.

E naturalmente il cibo e l'artigianato come protagonisti: si potranno acquistare prodotti dell’artigianato locale e gustare nelle botteghe e nelle taverne della buona carne alla brace, dei piatti tipici dell'epoca e numerose birre artigianali.



scritto 19/05/2019 16.00.21 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
Pippo Oriani. Maschere Ballerine Menestrelli

Nelle sale del Castello normanno svevo di Bari si sta tenendo la mostra " Pippo Oriani. Maschere ballerine menestrelli" a cura di Mariastella Margozzi, Direttore del Polo museale della Puglia e del Castello, e di Gabriele Oriani, figlio dell’artista, uno dei leader del movimento futurista torinese.
La mostra, che sarà visitabile fino al 20 maggio, presenta una selezione di opere significative dell’attività di Pippo Oriani, dagli esordi e fino all’inizio degli anni Settanta, dedicando particolare attenzione al tema delle maschere e della Commedia dell’Arte che tanto influenzò la fantasia creatrice dell’artista.

Prolifico pittore, architetto, arredatore ed editore italiano, Pippo Oriani si inserisce all’interno della temperie artistica del primo Novecento in maniera del tutto personale e peculiare, definendo un percorso che si configura fin dagli esordi come espressione della volontà di immergersi nel vivo della modernità, intesa come ricerca estetica rinnovata nei modi e nelle tecniche e tesa ad indirizzare in maniera globale il gusto della società italiana dell’epoca. La sua continua sperimentazione testimoniata dalla grande creatività espressa in molteplici ambiti, non esclusa la cinematografia, fa di lui un pioniere in ogni campo, in linea con l’idea futurista di voler cambiare lo stile di vita in tutti i suoi aspetti.

Entusiasta, divertito e divertente, di profonda cultura e frequentatore assiduo della Parigi degli anni Trenta, Oriani è una delle personalità che ha contribuito all’europeizzazione dell’arte italiana nella prima metà del Novecento. Braque, Picasso e Leger sono i riferimenti stilistici di Oriani in quegli anni di formazione e nelle opere di questi artisti la fantasia indomita di Oriani scruta gli elementi a cui rifarsi, le situazioni compositive da riproporre, i temi e le iconografie.

Le tipologie delle maschere, dei menestrelli e dei clown presentate in questa sede suonano, danzano, recitano, studiano la parte. Quello di Oriani è un universo dove la coscienza si perde tra i riquadri colorati degli arlecchini e le bianche vesti dei Pulcinella che si stagliano come nuvole e gonfie vele nel vortice dei piani colorati e decorati. Tutte le opere in mostra fanno parte della Fondazione Pippo Oriani.

Per tutta la durata della mostra sarà proiettato l’unica parte superstite del film Vitesse, girato da Oriani nel 1933 e riscoperto da Mario Verdone e da Gabriele Oriani, importante testimonianza della partecipazione italiana alla cinematografia d’avanguardia europea degli anni Trenta.



scritto 26/03/2019 15.55.21 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
De Nittis Digital Review

Venerdì 8 marzo 2019 alle ore 18,30, presso Palazzo Della Marra a Barletta, si inaugura la mostra " De Nittis Digital Review". L’evento è patrocinato dall’Accademia di Belle Arti di Bari e dal Comune di Barletta.

Alcune delle foto in mostra

Interverranno il sindaco di Barletta Cosimo Cannito, Giancarlo Chielli, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari, Giuseppe Sylos Labini già Direttore della stessa, Giusy Petruzzelli, docente di Storia dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari e Anna Maria Salvatore, docente di Fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Foggia.

La mostra, che durerà fino a venerdì 22 marzo, presenta le fotografie realizzate dagli studenti che hanno liberamente ricreato con la macchina fotografica i dipinti di Giuseppe De Nittis. E' infatti frutto di un progetto didattico dell’Accademia di Belle Arti di Bari svolto nell’anno accademico 2017-2018 dalla cattedra di Fotografia della prof.ssa Anna Maria Salvatore: gli studenti dopo aver esaminato le opere del pittore barlettano hanno realizzato dei set con persone e oggetti in ambienti interni ed esterni, reinterpretando i dipinti e fotografando i set in digitale.

Del progetto è stato realizzato un catalogo edito da Quorum edizioni che si avvale dei testi di Giancarlo Chielli, Giuseppe Sylos Labini, Santa Scommegna, Anna Maria Salvatore, Giusy Petruzzelli.

Orari di visita: tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle ore 09,00 alle ore 19,00. Per info: Pinacoteca De Nittis 0883/538372 – pinacotecadenittis@comune.barletta.bt.it


scritto 04/03/2019 12.51.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico
 
Domenica all'Università

Domenica 3 marzo, a partire dalle ore 9.30, apertura straordinaria del Palazzo Ateneo di Bari (Piazza Umberto I°) con visite guidate gratuite alla scoperta delle sue bellezze pittoriche e architettoniche: Aula magna, Scalone d'Onore e Salone degli Affreschi. E' possibile richiedere la registrazione all'evento fino a venerdì 1 marzo dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Le richieste di registrazione saranno accettate fino ad esaurimento dei posti disponibili.


L'accesso e le visite guidate saranno consentiti solo su prenotazione.

Per le prenotazioni consultare la pagina: https://goo.gl/forms/AC2XUdVxczKn4w582





scritto 27/02/2019 10.24.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico


sono presenti 68 post - sei nella pagina 1 - vai alla pagina successiva>>
questo blog è stato visto 26818 volte
 

IL BLOGGER

blogger: incircolarte
vedi profilo
scrivigli

IL BLOG

indirizzo del blog:
incircolarte.blog.exibart.com
generi: arte, cultura generale, tv&cinema
tutti i post
feed rss
ARCHIVIO


<< < LUG 19 > >>
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

I MIEI LINK


 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277