blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


ENTANGLED - SCIENCE&ART

 
Convegno CNU 2009


Convegno CNU 2009  

Cultura e innovazione: l'Università per il superamento della crisi

LUNEDI' 23 MARZO 2009
Sede : Aula Magna Polo scientifico di Sesto Fiorentino

Il Convegno CNU, impostato sul tema generale della CREATIVITA' ed INNOVAZIONE, vuol essere un'occasione d'ampio confronto sul futuro dell'Università, contro lo scetticismo contemporaneo sulla capacità della scienza e della cultura nell'ideare opere nuove per nuove esigenze. A tal fine il convegno verterà sulle "Linee culturali e sindacali per il superamento della crisi di sistema delle Università volendo rilanciare, nell'Anno Internazionale Galileiano 2009, una rinnovata sfida di elevato valore culturale allo scopo di individuare le strategie più consone a governare i cambiamenti economici, sociali, scientifici e culturali del III Millennio.

More info: http://www.egocreanet.it



questo post è stato visto 1896 volte


TUTTI I COMMENTI

20/03/2009 00:49:37
paolo manzelli, Firenze / Italia
Home Page: www.edscuola.it/lre.html
Comunicato Stampa . Convegno CNU-2009 - paolo manzelli
<pmanzelli@gmail.com> ; www.egocreanet.it

http://www.unifi.it/dipchim/

La attuale crisi finanziaria ed economica ha rapidamente disorientato
decenni di teoria e politica economica liberale e riformista in merito
alle relazioni tra stato e mercato.
Pertanto l'emergenza della fase di recessione risulta evidente che i
mercati non si possono auto-regolare e l’intervento pubblico diviene
provvisoriamente necessario per evitare il collasso del sistema
produttivo e sociale .
Comunque i rischi di una piu profonda e continua depressione sono di
fatto causati dal fatto che la economia industriale e' al limite della
sua maturazione

Pertanto per contenere i rischi di una lunga e depressione diviene
necessario favorire la trasformazione della societa industriale nella
futura societa della conoscenza mediante processi di riorganizzazione
e ristrutturazione della relazioni tra Universita Impresa e Societa.

In questo contesto il Convegno CNU -2009 del 23 Marzo 2009 c/o il Polo
Scientifico di Sesto F.No intende avviare una riflessione sulla
collocazione strategica della Universita e della ricerca nelle
strategie di cambiamento e riconversione del sistema produttivo delle
PMI che senza un processo di innovazione di sistema sta diventando
intrinsecamente insostenibile.

Al convegno verranno delineate tematiche di come una cultura
innovativa e creativa nella Scienza e nell' Arte possano supportare
strategie e prospettive capaci di uscire dalla crisi contemporanea ,
generando nuove potenzialita di sviluppo della economia della
conoscenza in un nuovo scenario culturale politico e sindacale. Paolo
Manzelli 20/Marzo/2009

--

19/03/2009 16:31:20
paolo manzelli, firenze / italia
Home Page: www.egocreanet.it
Cari amici e colleghi,

il convegno sul tema la Universita ' per il superamento della crisi
del 23 marzo 09 si pone il problema di capire come superare le
difficolta della transizione tra la vecchia struttura ecomomica della
societa industriale e quella della futura economia della conoscenza.

Un nodo da sciogliere che abbiamo individuato consiste nel
superamento dei modello di CLOSED INNOVATION , nel quale la
Innovazione e settorializzata in distretti locali definiti da campi
merceologici ,cosi da far crescere il nuovo l modello di OPEN SYSTEM
INNOVATION , fondato sul trasferimento di conoscenze tra settori
complementari della produzione e della ricerca. Senza una strategia di
cambiamento dei modelli di innovazione e di management politico e
culturale, le attuali disarmonie tra Finanza, Produzione e Mercato che
hanno determinato la crisi dello sviluppo della societa industriale,
continueranno fino al piu completo disastro per il fatto che il valore
della Finanza diverra sempre piu nominale , la produttivita della PMI
manifatturiera , sara sempre piu in declino, mentre il mercato si
restringera sempre piu nella direzione della Economia del lusso.

La crisi recessiva e' quindi alle porte e pertanto chi pensa e vuole
uscire dalla crisi deve agire in modo che la sostenibilita' del
sistema sociale ed economico possa indirizzarsi rapidamente verso un
deciso cambiamento strutturale per permettere l' evolversi della
futura economia della conoscenza. vedi www.edscuola.it/lre.html


Le vostre indicazioni come relatori e collaboratori saranno preziose a
questo scopo e ve ne ringrazio anticipatamente.

Speriamo pertanto con il CONVEGNO CNU -2009 al POLO SCIENTIFICO di
SESTO Fiorentino (23-Marzo/09) di dare un notevole contributo di
chiarimento e di prospettiva al superamento della anomala Crisi
Contemporanea .

UN CARO SALUTO PAOLO MANZELLI (PMANZELLI@GMAIL.COM)
19/marzo 2009 FIRENZE

18/03/2009 11:13:22
paolo manzelli, Firenze / Italia
Home Page: www.egocreanet.it
"Il paradigma dell’ Open Innovation System , nelle relazioni tra
“ LOW &MEDIUM -TECH e l’ HIGH-TECH. "

-Note di Paolo Manzelli. pmanzelli@gmail.com ; www.egocreanet.it -


L' OPEN INNOVATION SYSTEM “OIS” conduce ad una nuova comprensione
della scommessa di risoluzione della crisi dello sviluppo socio
economico contemporaneo .

L' OIS non si propone di favorire una fase lineare di progressiva
sostituzione strutturale, passando da “LM-TECH” a “nuovi” settori
“H-TECH” , ovvero da “vecchie” a “nuove” tecnologie. In effetti, il
processo di cambiamento necessita di evolversi nell' ambito di una
ristrutturazione dei sistemi settoriali e tecnologici, in cui la
trasformazione non avviene piu' all' interno di ogni singolo settore
produttivo e merceologico ( CLOSED INNOVATION) , ma in un sistema di
rete capace di favorire l' innovazione che permette di facilitare l'
interscambio di conoscenze trans-disciplinari e il trasferimento
tecnologico all' esterno di ogni singolo distretto locale di
produzione.

Infatti il vantaggio competitivo nella crisi essenzialmente generata
dalla globalizzazione della finanza e dei mercati , pongono una
riflessione sulle necessita di riconvertire i sistemi locali a livello
Regionale nel quadro dello sviluppo di poli tecnologici.

Tale cambiamento del sistema non e' unicamente generato da il
trasferimento Top-Down cioe' dalla ricerca scientifica alla impresa e
da conoscenze tecnologiche di avanguardia, ma piuttosto da una
strategia di “OIS” basata sulle relazioni strutturate in rete tra
imprese LM-TECH ed Imprese H-TECH. La combinazione di effettive
relazioni di sviluppo di sistema dei poli tecnologici Regionali ha
quindi il suo focus fondamentale nella continua innovazione tra
H-TECH, e LM-TECH, ottenibile in un sistema co-organizzato da tutte le
possibili complementarieta' tra industrie e Ricerca estese nell'
ambito di ciascuna Regione. ( vedi “CUBE ECONOMY” :
http://www.edscuola.it/archivio/lre/CUBE-ECONOMY.pdf )

Le innovazioni capaci di favorire lo sviluppo e la occupazione si
sviluppano a partire da un insieme di saperi e dalla soluzione di
problemi pratici di varia entita' , durante le quali si genera nuova
conoscenza sia tecnologica che cognitiva; infatti e' noto che sempre
piu spesso e' la tecnologia a gettare le basi di nuove conoscenze.
Pertanto anche le imprese LM-TECH , possono trovarsi a fornire
presupposti decisivi per la innovazione HIGH-TECH e quindi nel far
crescere lo sviluppo dei poli tecnologici e con essi la crescita della
catena del valore della produzione, che conduce assieme alla ricerca
scientifica, alla innovazione di sistema aperto sia nella
progettazione che nella realizzazione di produzioni di elevata
qualita' a piu' alto valore aggiunto .

In conclusione l' “OSI” , trova la sua fase di eccellenza dello
sviluppo nella metodologia di management innovativo, che rende capace
il sistema complesso di imprese ad agire nel quadro delle sinergie di
collaborazione applicabili nell' ambito dei poli tecnologi ad
estensione Regionale.

La collaborazione e la creazione di reti di cluster di aziende LM-TECH
e H-TECH che appartengono a diversi settori industriali con
possibilita di relazioni complementari estese a livello regionale, e
comprensive di azioni e attivita sinergiche con la Ricerca sia
nazionale e transnazionale, e' pertanto il fattore determinate di
orientamento politico e culturale per uscire dalla crisi
contemporanea.
http://www.edscuola.it/archivio/lre/FOND_CUBE_UNIVERSITY.pdf

Queste sono le considerazioni che cerchero' di apportare alla
discussione al Convegno CNU -2009 del 23/Marzo/ 09 (
www.egocreanet.it) a cu spero voi tutti vorrete partecipare
attivamente. Un caro saluto Paolo . 18/Marzo/2009



14/03/2009 22:08:49
paolo manzelli, Firenze /Italia
Home Page: www.egocreanet.it
Il CONVEGNO CNU-2009 si propone di elaborare nelle conclusioni un
Piano strategico sulle nuove relazioni tra Universita ed Piccola
Industria che si instaurano per dare concretamente sviluppo alla
economia della conoscenza. Quest'ultimo e' infatti un modello di
sviluppo che si sta affermando nei paesi più avanzati, portando a
un'evoluzione dei sistemi economici tradizionali verso produzioni con
forti contenuti di progettazione, studio e ricerca capaci di attuare
un rapporto di OPEN INNOVATION tra Universita ed Impresa come
catalizzatore dello sviluppo contemporaneo che neecssita di una nuova
competitivita' territoriale.

Perseguendo tale obiettivo Cari colleghi ed amici , vi rivolgo l'
INVITO a partecipare al convegno :
> “ CULTURA e INNOVAZIONE: LA UNIVERSITA’ PER IL SUPERAMENTO DELLA CRISI”
> XIX - SETTIMANA della CULTURA SCIENTIFICA 2009: Lunedi' 23 Marzo 2009

> La Manifestazione ha ricevuto l' ENCOMIO del Presidente della Repubblica Italiana .

> Il Convegno si terra' nell' Aula Magna Polo Scientifico di Sesto F.no , AULE DIDATTICHE Via
> Bernardini 6 -50019 Sesto .Fno (Firenze) tel 055-4572900
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

> Il Convegno CNU, impostato sul tema generale della CREATIVITA’ ed
> INNOVAZIONE ,vuol essere una occasione di ampio confronto sul futuro
> della Universita' per comprendere come superare la crisi, innovando
> la Universita’, contro lo scetticismo contemporaneo sulla capacita
> della scienza e della cultura nell' ideare opere nuove per nuove
> esigenze. A tal fine il convegno vertera' sulle " Linee culturali e
> sindacali per il superamento della crisi di sistema delle Universita'
> volendo rilanciare , nell' Anno Internazionale Galileiano 2009, una
> rinnovata sfida di elevato valore culturale allo scopo di individuare
> le strategie piu’ consone a governare i cambiamenti economici,
> sociali, scientifici e culturali del III Millennio.----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
> PROGRAMMA : MATTINA 23 / MARZO/ 2009 ( or 9.30 – 13.00 )
> 9.30 – 10-30 - Apertura . Saluto Autorita' e Collaboratori :
> Antonio Bianchi (Dip.Chimica) , Vincenzo Vecchio ( Presidente CNU-FIRENZE)
> Sen. Dorina Bianchi ( Senato Rep. Comm. Sanita’) On. Michele Ventura
> (Camera Deputati : Economia e Finanza) , Riccardo Nencini (Pres. Cons.
> Reg. Toscana) , Andrea Barducci (Vice pres. Provincia-Firenze) ,
> Stefano Ferraro ( Confindustria Firenze )
> 10.30 : INTRODUZIONE Vincenzo Vecchio ,Mauro Marchionni :
> ( Gruppo di Studio CNU sulle Fondazioni Universitarie ) “ Le
> Fondazioni Universitarie : SWOT analisi “
> 11.00-11.30 - Prolusione : Tito Arecchi : ( Istituto Nazionale di
> Ottica Applicata-CNR & Universiita Firenze )
> “GALILEO NELLA UNIVERSITA del III MILLENNIO”
> INTEVENTI ( 20' ciascuno)
> 1) Vito Cappellini : (Ingegneria elettronica Universita Firenze
> Co-Chairman of the EVA group)
> “Scienza ed Arte nella Economia della Conoscenza”
> 2) Paolo Targetti :(Presidente Accademia di Belle Arti di Firenze)
> “Incontro Universita’ Impresa… missione impossibile ? “
> 3) Alberto del Bimbo –( Ingegneria Informatica Universita Firenze )
> “Il trasferimento dell’ innovazione tecnologica in una moderna Universita’ “
> ORE 13.30 – Pranzo dei relatori al Faculty Club
>
> - Pomeriggio 23 / MARZO/ 2009 (15.30 - 18.30 )
>
> INTEVENTI ( 20' ciascuno )
>
> 4) -Vincenzo Schettino ( Chimica Fisica Universita di Firenze )
> “Sistemi efficaci di valutazione della efficienza ricerca “
>
> 5) – Sandro Rogari -( Scienze Politiche Universita' di Firenze
> -Prorettore alla Didattica )
> “Analisi critica dell' attuale modello di formazione e nuovi modelli
> di alta professionalita “
>
> 6) Paolo Manzelli -( Responsabile CNU – Immagine e Relazioni )
> “Ruolo della Universita per la innovazione e lo
> sviluppo della Cube-Economy”
> >> :
> http://www.edscuola.it/archivio/lre/CUBE-ECONOMY.pdf
>
> 17.00 -18.30 - DIBATTITO , CONCLUSIONI e PROSPETIVE
> Interventi preannunciati
> Eugenio Baronti ( Assess.per la Universita’ Regione Toscana) , Ilaria
> Lani (FLC-CGIL Scuola ed Universita' ) Vincenzo Bonelli (TINNOVA),
> Barbara Santicioli (Rete europea EEN ).
> CONCLUSIONI
> Vincenzo Vecchio, Presidente CNU-Firenze
> -------------------------------------------------------------------------------------------------
> COLLABORAZIONI:
> EGOCREANET/ON-NS&A http://www.egocreanet.it ;
> FIRENZETECNOLOGIA http://www.firenzetecnologia.it/
> INFOEUROPA http://www.infoeuropa.it/
> PATROCINI: DIPARTIMENTO CHIMICA- UNIVERSITA-FIRENZE http://www.unifi.it/dipchim/
> COMUNE DI FIRENZE : http://www.comune.fi.it/home.htm
> CONTRIBUTO: ENTE CASSA RISPARMIO DI FIRENZE
> http://www.entecarifirenze.it/online/html/asp/index.asp
> INFORMAZIONI
> Paolo Manzelli -LRE -DIP.CHIMICA, -pmanzelli@gmail.com ,
> 055/4573135 fax 055/4573077
> http://www.chim1.unifi.it/group/education/
>
> --
> --
> PAOLO MANZELLI
> Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
> DIPARTIMENTO DI CHIMICA ,
> POLO SCIENTIFICO 50019 -SESTO F.no- 50019 Firenze- Via Della
> Lastruccia 3 -room: 334: Phone: +39/055-4573135 Fax: +39/055-4573077
> Mobile: +39/335-6760004
> E-mail: LRE@UNIFI.IT ;
> pmanzelli@gmail.com
> http://www.wikipazia.org
> http://www.egocreanet.it/Postnuke/html/
> http://blu.chim.unifi.it/group/education/index.html
> http://www.edscuola.it/lre.html
> http://www.egocrea.net/

11/03/2009 23:21:33
paolo manzelli, Firenze/Italia
Home Page: www.egocreanet.it
Convegno LA UNIVERSITA' PER IL SUPERAMENTO DELLA CRISI 23/MARZO 2009
-Sesto F.no- (FIRENZE)
UNA STRATEGIA DI ECONOMIA AL CUBO.

VEDI la locandina e programma del Convegno CNU 2009
reperibili sul sito : http://www.unifi.it/dpchim/ in Home Page AVVISI


> http://www.edscuola.it/archivio/lre/CUBE-ECONOMY.pdf
> http://www.descrittiva.it/calip/dna/FOND_CUBE_UNIVERSITY.pdf

----------------------------------------------------------------------------------------------
>COMUNICATO STAMPA-
----------------------------------------------------------------------------------------------
> La Crisi strutturale della economia Italiana e sostanzialmente la seguente:
>
> La maggior parte delle imprese che formano il tessuto produttivo in
> Italia, è costituita da microimprese e piccole e medie imprese. (PMI)
>
> Queste e imprese però davano lavoro di tipo manuale alla maggior parte
> della popolazione e quindi sono state il motore di sviluppo della
> industrializzazione in Italia
>
> Le (PMI) hanno una struttura organizzativa e un numero di risorse non
> sufficienti per poter modificare il loro assetto produttivo verso
> prodotti a maggior valore aggiunto di contenere elevate quote di
> innovazione e ricerca, pertanto non riescono gestire e governare il
> cambiamento generato dalla globalizzazione dei mercati e della
> produzione.
>
> Inoltre come nel tessile a Prato le PMI cinesi e l' Importazioni dalla
> Cina a basso costo hanno determinato la chiusura di molte imprese
> locali non capaci di competere sui prezzi , di rinnovare la propria
> gamma di prodotti aumentando la qualita delle produzione e di
> internazionalizzarsi per vendere le proprie merci in mercati che
> cercano modelli di produzione innovativi e di elevata qualita'.
>
> Per conto le grandi imprese, che spesso hanno una struttura
> multinazionale hanno delocalizzato verso i paesi di dell' EUROPA
> allargata a 25 nazioni nonche' in Cina ed in India ed altrove ,
> implicando di conseguenza il fatto che moltissime PMI sono rimaste
> senza forza commerciale.
>
> Questo sistema di internazionalizzazione produttiva ha pertanto agito
> come un sistema che importa poverta ed esporta ricchezza di conoscenze
> ed ha agito al ontrario dello sviluppo della Economia della Conoscenza
> richiesta a gran voce come prospettiva di sviluppo dell' EUROPA fin da
> LISBONA 2000.
>
> Inoltre le speculazioni finanziarie hanno sottratto capitali alle PMI
> che trovano sempre maggiori difficolta di credito.

STRATEGIA DI SUPERAMENTO DELLA CRISI
>
> La CUBE ECONOMY diviene pertanto il MODELLO di RIORGANIZZAZIONE
> DI SISTEMA DELLE ECONOMIE REGIONALI ITALIANE ,che indica come bisogna
> agire in fretta verso la integrazione delle PMI in Poli di Sviluppo
> coordinati con la Ricerca Scientifica e Tecnologica per fornire nuovi
> strumenti cognitivi e strategie operative per far si che le ECONOMIE
> AL CUBO a livello Regionale possano espandersi nel mercato globale a
> costi sostenibili.

> Sviluppare nuove aree di competenze e rinnovati modelli di business di
> impresa a rete costituiscono le stretegie possibili adeguate a favorire
uno scenario di CROSS FERTILITY tra Universita ed Impresa.
>
> Quanto sopra va INDUBBIAMENTE condiviso politicamente perche sia effettivamente
> possibile riuscire ad uscire dalla crisi in tempi rapidi ed applicare questo modello
> INNOVATIVO DELLA CUBE ECONOMY .
>
> Pertanto il Convegno UNIVERSITA PER USCIRE DALLA CRISI 23/ MARZO/2009 Firenze
> sara l' inizio del dibattito su tale strategia della CUBE-ECONOMY in Toscana FINALIZZATA A USCIRE DALLA CRISI
PROMUOVENDO UN CREDIBILE SCENARIO DI FORESIGHT PER I PROCESSI
GENERATIVI DI CONOSCENZA
INTEGRANTI CULTURA SCIENTIFICA ED IMPRENDITORIALE.
>
> paolo manzelli pmanzelli@gmail.com Firenze 09/MAR/2009
http://www.egocreanet.it

--
--
PAOLO MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
DIPARTIMENTO DI CHIMICA ,
POLO SCIENTIFICO 50019 -SESTO F.no- 50019 Firenze- Via Della Lastruccia 3 -room: 334: Phone: +39/055-4573135 Fax: +39/055-4573077
Mobile: +39/335-6760004
E-mail: LRE@UNIFI.IT ;
pmanzelli@gmail.com
http://www.wikipazia.org
http://www.egocreanet.it/Postnuke/html/
http://blu.chim.unifi.it/group/education/index.html
http://www.edscuola.it/lre.html
http://www.egocrea.net/



INSERISCI UN COMMENTO
*Mi chiamo
Città/nazione
E-mail
Home page (senza http://)
*Messaggio
* campi obbligatori
 
home blog

IL BLOGGER

blogger: Paolo Manzelli
vedi profilo
scrivigli

IL BLOG

indirizzo del blog:
manzelli.blog.exibart.com
generi: arte, scienze
tutti i post
feed rss
ARCHIVIO


<< < MAG 19 > >>
L M M G V S D
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

I MIEI LINK


 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277