blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'ARTISTA'
 
diario di un artista - 30 anni di arte …


diario di un artista

 

Quando posso mi piace molto poter visitare le gallerie d'arte, passeggiare da una mostra all'altra, arricchendo così la mia conoscenza della realtà artistica quotidiana.

 

Oramai sono più di trent'anni che mi reco a Torino ogni mese, e più di rado a Milano, per poter fare un giretto di eventi artistici.

 

E' sempre molto bello vivere le opere d'arte in una galleria, è il luogo perfetto.

 

A volte frequento anche le fiere ma noto che mi stancano e spesso “danneggiano” la fruizione alle opere, le rendono troppo oggetto, meno emozione.

 

Nella galleria l'opera ha la sua giusta dimensione, riservatezza, può svelarsi, può rendersi presente, dialogare.

 

Ci sono mostre che mi entusiasmano e altre che mi lasciano più perplesso, ma trovo che comunque l'opera nello spazio della galleria è stata rispettata.

 

Forse io non sono nella giusta sintonia ma l'opera è lì, è al suo massimo (o almeno può esserlo).

 

In questi anni ho visto tante realtà cambiare, tante gallerie crescere e tante, nonostante il buon lavoro fatto, chiudere.

 

Dopo una fase negativa, noto che in questi ultimi mesi siamo nuovamente in una fase di fermento a Torino, stanno riaprendo degli spazi, alcune cose paiono essere nuovamente in attivazione, siamo ottimisti.

 




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 29/05/2018 21:56:47 | permalink | commenta | lista commenti (1) | invia il post ad un amico | parole chiave: diario artista domenico olivero
 
Diario di un artista, arte e tecnologia

diario di un artista

Mi piace molto usare i recenti sviluppi tecnologici, ma amo anche proseguire nella pratica del disegno a mano, che è parte integrante del mio lavoro artistico. Trovo che la libertà e fluidità del gesto fisico sia utile per gestire quella sensazione tangibile che rende particolarmente unica la creazione di un “disegno” su un foglio.  

 

L’aspetto fisico risulta spesso centrale per la creazione di un disegno, noto che quando sono su un supporto tecnologico la gestualità muta sensibilmente, la soluzione visiva ne rimane influenzata.  

 

Forse sarà retaggio del mio recente approccio a queste tecnologie ma lo scorrere della mina su un foglio è più appagante per certe espressioni emotive.

 

La stessa sensazione mi capita già quando passo da una matita a un pennarello o altro elemento per disegnare, dipingere, ognuno di questi strumenti influenza l’ approccio alla soluzione finale.

 

Trovo invice che un sistema tecnologico è stupendo per elaborare i segni, moltiplicare, collaudare variazioni cromatiche e forme, abbinare segno e immagine fotografica e tante altre fantastiche possibilità.

 

Il poter affiancare queste diverse esperienze, allarga in modo molto bello l’espressione creativa, l’integrazione di questi poi amplia a dismisura  la sperimentazione per le più diverse ricerche.

 




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 07/03/2018 22:25:50 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: diario artista domenico olivero
 
Love pop


Love pop

 

L’Ottica 48, per la giornata di San Valentino, propone alla sua affezionata clientela e al pubblico che visita il centro storico di Cuneo, un progetto creativo commissionato per l’occasione.

 

Il negozio ha selezionato un artista per condividere una iniziativa culturale sulla facciata del negozio. Per questa occasione è stato chiesto all’artista Domenico Olivero, di intervenire sulla finestra dell'antico palazzo.

 

Il lavoro proposto è una proiezione gioiosa, un gioco di luce che anima romanticamente la finestra.

 

Un video in loop, realizzato con la collaborazione tecnica di Lucia Polano, dalle 18 alle 19 verrà proiettato, presentando un’animazione che si sviluppa in continui attimi emotivi, luminosi, giocosi.

 

Un cuore che pulsa immagini e suggestioni, una passione che si vive nell’attimo della serata.

 

Un piacevole evento di emozioni per la giornata dei sentimenti d’amore.




Presso l’Ottica 48 in via Roma 48 a Cuneo,

il 14 Febbraio dalle ore 18 alle 19.

 



di d;o)
visita il blog doattime

scritto 06/02/2018 22:01:00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: domenico olivero arte diario artista
 
Diario di un artista - 10/11/2016

diario di un artista


La nuova tappa del progetto “ Oc-land - Reperto 03” mi ha riattivato su alcuni aspetti del mio fare artistico che avevo un poco trascurato, soprattutto il mio rapporto col disegno che avevo sviluppato alcuni anni fa e che recentemente si era un poco assopito.


In questa nuova occasione espositiva ho trovato nel supporto cartaceo un nuovo rapporto, giocato sia sulla forma prettamente classica del disegno sia in quella più ludica della scultura.


Per poter dar forma ad alcune mie sensazioni ho provato a realizzare delle sculture cartacee, dopo avere lavorato con le matite colorate, acquarelli e colori sintetici.


Poi, per vari motivi, non ho esposto, ma la particolare soddisfazione nel farle mi ha dato corso a nuove prove di miscelazioni fra il disegno e la costruzione delle sculture, e ora penso che a breve cercherò un’occasione espositiva.




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 10/11/2016 19:48:55 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: domenico olivero diario artista
 
Diario di un artista - arte, la parola giusta?

diario di un artista art diary 

Spesso mi interrogo sul significato attuale del termine “arte”; nell’antichità erano sette attività culturali, ma allora le cose che si muovono in ambito visivo non esistevano ancora in modo così significativo.


Il Rinascimento porta in dote la elevazioni delle attività quali pittura e scultura e nell’ottocento cresce l’idea del sublime, si lega la spiritualità e il misticismo allo stato emotivo.


La nascita del mercato dell’arte è stata molto importante per la riconoscibilità e diffusione delle arti visive, anche se spesso tende a spingere situazioni non sempre cristalline.


Ancora ora si usa quel termine pensandolo all’idea antica di opera d’arte, cioè opera di esempio, “capo lavoro”.


Oggi pare che tutto possa essere arte, per cui alla fine si ha una sensazione di gran nulla.


La comparsa e la grande diffusione dei nuovi supporti visivi, tv, cellulari, pc, 3d, sta cambiando anche il luogo del fare e fruire dell’ immaginifico.


Sicuramente sarà la storia a farci capire se ci sarà ancora cultura e valore storico per questa pratica o se lentamente si scivolerà verso un uso oggettuale e consumistico di questo settore creativo. 



di d;o)
visita il blog doattime



messaggi trovati: 18 - pagina: 1 - pagina successiva
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277