blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'ARTISTA'
 
Diario di un artista - 10/11/2016

diario di un artista


La nuova tappa del progetto “ Oc-land - Reperto 03” mi ha riattivato su alcuni aspetti del mio fare artistico che avevo un poco trascurato, soprattutto il mio rapporto col disegno che avevo sviluppato alcuni anni fa e che recentemente si era un poco assopito.


In questa nuova occasione espositiva ho trovato nel supporto cartaceo un nuovo rapporto, giocato sia sulla forma prettamente classica del disegno sia in quella più ludica della scultura.


Per poter dar forma ad alcune mie sensazioni ho provato a realizzare delle sculture cartacee, dopo avere lavorato con le matite colorate, acquarelli e colori sintetici.


Poi, per vari motivi, non ho esposto, ma la particolare soddisfazione nel farle mi ha dato corso a nuove prove di miscelazioni fra il disegno e la costruzione delle sculture, e ora penso che a breve cercherò un’occasione espositiva.




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 10/11/2016 19.48.55 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: domenico olivero diario artista
 
Diario di un artista - arte, la parola giusta?

diario di un artista art diary 

Spesso mi interrogo sul significato attuale del termine “arte”; nell’antichità erano sette attività culturali, ma allora le cose che si muovono in ambito visivo non esistevano ancora in modo così significativo.


Il Rinascimento porta in dote la elevazioni delle attività quali pittura e scultura e nell’ottocento cresce l’idea del sublime, si lega la spiritualità e il misticismo allo stato emotivo.


La nascita del mercato dell’arte è stata molto importante per la riconoscibilità e diffusione delle arti visive, anche se spesso tende a spingere situazioni non sempre cristalline.


Ancora ora si usa quel termine pensandolo all’idea antica di opera d’arte, cioè opera di esempio, “capo lavoro”.


Oggi pare che tutto possa essere arte, per cui alla fine si ha una sensazione di gran nulla.


La comparsa e la grande diffusione dei nuovi supporti visivi, tv, cellulari, pc, 3d, sta cambiando anche il luogo del fare e fruire dell’ immaginifico.


Sicuramente sarà la storia a farci capire se ci sarà ancora cultura e valore storico per questa pratica o se lentamente si scivolerà verso un uso oggettuale e consumistico di questo settore creativo. 



di d;o)
visita il blog doattime

 
Diario di un’artista, il confronto come forma di crescita.

diario di un artista

Fra le tante esperienze che mi è capitato di praticare c’è il confronto con altri artisti, un bisogno che nasce dal voler mettere in discussione il proprio fare, sia come metodo sia come prospettiva di ricerca. A tal fine ho avuto il piacere di essere parte in diverse esperienze di dialogo, attualmente aderisco al progetto del “gruppo e_qui” di Cuneo, una bella occasione di discussione e azione creativa in cui sono coinvolto con Lucia Polano e Stefano Venezia.


Il gruppo opera sulle dinamiche relazionali e sperimentali, ampliando l’aspetto della ricerca, seguendo un agire libero da ogni obiettivo. Un percorso che integra, e spesso sposta, le mie assodate abitudini creative. Si tratta di un dibattito stimolante, a volte anche problematico, di dialogo e scoperta. Soprattutto quando le cose sono molto diverse e non in sintonia con le mie idee, scopro la bellezza di questo incontro che così mi obbliga a spostare le posizioni assodate, allargandomi gli orizzonti culturali.


Il gruppo e_qui è un momento di tregua dal quotidiano per una condivisa valutazione delle espressioni umane, quelle possibili e quelle futuribili.




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 12/02/2016 22.25.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: diario artista domenico olivero cuneo arte italia
 
Diario di un artista contemporaneo

diario di un artista contemporaneo

In questi ultimi decenni il ruolo dell’artista è mutato tantissimo, influenzato dai nuovi stimoli che vanno dai riferimenti culturali alle nuove tecnologie. Questi cambiamenti hanno trasformato il modo di fare arte, dando vita a diversi percorsi, aprendo a nuove tematiche e ricerche creative.


Oggi tutti gli artisti vivono esperienze differenti e variabili, tali da trasformare l’idea di creazione artistica oltre le idee più assodate, dando così possibilità a tante forme espressive di prendere corpo attraverso il lavoro dell’artista.



Spesso, per poter dare compimento ai miei interessi, legati soprattutto al tema dell’identità che va in relazione al mondo esterno, uso diversi media.


Dal disegno alla fotografia, ma anche blog; come nel progetto doattime, nato come lavoro fotografico digitale (formatosi proprio in questa sezione di exibart), realizzando scatti quotidiani manipolati cromaticamente in una parte; selezione di uno sguardo, alterazione di una percezione. 


Proprio questo lavoro, nel tempo, si è trasformato in un blog informativo, in cui seleziono notizie, pensieri, opere, che mi colpiscono, e che sono condivise con mie riflessioni, idee, percezioni.


Questi due lavori corrono paralleli ad altri progetti, disegni, partecipazioni e laboratori che arricchiscono e stimolano il mio quotidiano.




di d;o)
visita il blog doattime

scritto 21/10/2014 9.54.00 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: domenico olivero artista contemporaneo diario
 
Rifiutare una mostra


Nelle scorse settimane mi hanno proposto di curare una mostra a Berlino di uno dei giovani artisti italiani internazionalmente più promettenti. Praticamente una mostra personale in uno spazio appena aperto, interamente prodotta dalla galleria. Il luogo è in una posizione centrale della capitale tedesca, ma ovviamente - avendo solo qualche mese alle spalle - non poteva garantire un'ottima visibilità, sebbene l'impegno di tutti i soggetti coinvolti sarebbe stato massimo.
Trovavo il progetto eccitante perché avrebbe permesso una grande libertà d'azione sia all'artista che a me, benché non sarebbero mancate delle zone di rischio, sopratutto sulla sua visibilità. Ma l'ebrezza della libertà di ricerca talvolta è la moneta più appagante, e poi penso che giocandosela bene ogni proposta possa diventare un'opportunità.
Alla fine l'artista ha rifiutato, forse appunto perché lo spazio è troppo giovane e troppo sconosciuto, o il mio nome non è una garanzia di risultato. E' una scelta che posso capire, dato che una carriera è una lunga corsa a tappe in cui bisogna saper non sbagliare, né affaticarsi o affidarsi a persone sbagliate. E poi è necessario pedalare per chilometri senza perdere di lucidità.
Mi dispiace però che un trentenne non abbia voluto buttarsi come un leone. Molto più spesso che non si dica l'entusiasmo e l'energia, anche in questo mondo complesso e un po' stronzetto come l'arte contemporanea, pagano.


di daniele capra
visita il blog BASTIANCONTRARIO



messaggi trovati: 15 - pagina: 1 - pagina successiva
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277