blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'ITALIA LIBERTY'
 
Varese si aggiudica il Best LibertyCity come meta dell'Art Nouveau

Speziali al Grand Hotel campo dei fiori

Per l'anno corrente si aggiudica l'alta onorificenza come miglior città Liberty dell'anno la città di Varese nel territorio Lombardo.
Il sindaco Davide Galimberti assieme alla sua giunta ritira il premio "Best LibertyCity" con l'auspicio di un costante progresso turistico-culturale nel varesotto.

L'alta onorificenza verso la Miglior città Liberty per l'anno 2018 viene rilasciata dall'associazione Italia Liberty - www.italialiberty.it - che dopo una scrupolosa valutazione tra le cinque città finaliste di un lungo elenco ha optato per Varese. In lizza con San Pellegrino Terme e Savona. Le ragioni della scelta dettate da una commissione interna assieme il direttore, Andrea Speziali, nominato recentemente delegato alla bellezza nel comune Sarnico, presentano tratti principali legate all'attività culturale svolta attorno alla figura di Giuseppe Sommaruga architetto protagonista dello stile floreale in Italia e alla riapertura prossima del Grand Hotel Campo dei Fiori chiuso da ormai cinque decenni.

Sia la pubblica amministrazione che il privato hanno svolto già da tempo un lavoro importante di aspetto conservativo che promozionale, aggiunto alla notevole quantità di fotografie e video pervenuti alla segreteria di ITALIA LIBERTY su Varese hanno portato al felice risultato. L'annuncio della prossima riapertura del 'gigante addormentato' al Campo dei Fiori ha giocato un ruolo importante. L'immobile è della stessa proprietà del Palace Grand Hotel che con pacchetti turistici ad hoc e l'accoglienza impeccabile offrono in città assieme ad altre strutture alberghiere (seppure non in stile Liberty) una piacevole accoglienza.

<<Varese ha lavorato in forma costante per il miglioramento della città sul fronte pubblico, agevolando il privato e il lavoro dei giovani del FAI per le visite al G.H.C.D.F. riaperto per la mostra su Sommaruga ha simboleggiato la sinergia tra più poli con l'unico obbiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e diffondere la bellezza in tutta la regione fino oltre i confini nazionali. L'intenzione da parte del Sindaco per conferirmi una secnda delega alla Bellezza è per me una grande soddisfazione (seppur ancora tutta da definire e attualizzare) che a prescindere mi vede a dare contributo scientifico e impegno verso una perla di bellezza immersa nel verde come Varese, portando quella polvere magica per far brillare di più la città e incentivare un turismo culturale in lieve ma costante aumento.
Innalzare il nome di Varese nei grandi luoghi della cultura europea come una tra le principali di mete per l'Art Nouveau nel mondo, mi riferisco alla Ruta Europea del Modernismo che conta una settantina di comuni è un prossimo passo da attualizzare. Intanto questo premio come Miglior città Liberty è l'inizio di un ruggente percorso che porterà risultati positivi alla città in termini di turismo e di immagine. Ma vuole anche stuzzicare le menti imprenditoriali nel creare eventi speciali e unici. E nostra intenzione riaprire come l'anno scorso nel centocinquantesimo dalla nascita di Sommaruga, protagonista del Liberty italiano un'altra mostra, più che fotografica allestita con gli arredi originali del Grand Hotel Campo dei Fiori recentemente scovati.>> Andrea Speziali

Un plauso anche ai cittadini (di Varese e turisti), la pubblica amministrazione, l'Archivio di Stato, e in parte le forze dell'ordine che sono riusciti con foto, video e felici ritrovamenti quali gli arredi originali del Grand Hotel Campo dei Fiori ad acquisire un punteggio tale per ritirare l'onorificenza "Best LibertyCity".
Per un anno in homepage sul sito www.italialiberty.it sarà pubblicato l'itinerario Liberty a Varese aperto a tutti capace di essere seguito a propria scelta o con guida su appuntamento e in prima fila sulla community Facebook The World Art Nouveau. Infatti una delle vari ragioni della vittoria rimane anche la conservazione del patrimonio immobiliare con i villini Liberty in impeccabile stato, tra questi villa Agosteo o l'edificio Birra Poretti. Tutto ciò intende creare sinergia con le strutture alberghiere che possono disporre di un pacchetto "Art Nouveau" per i turisti folli verso questa corrente artistica e vivere un'esperienza unica in un luogo che ha avuto la sua fortuna grazie alle opere di Giuseppe Sommaruga e altri progettisti dell'epoca.

Aitm Art comunicazioni


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Apre dopo 50 anni il gigante Liberty addormentato

(ANSA) - VARESE, 25 MAG - Mostre di fotografie e documenti inediti, e visite guidate al Grand Hotel Campo dei Fiori di Varese inaugurato nel 1912 e chiuso dal 1968, che riapre al pubblico fino al 30 luglio. Sono le iniziative promosse dall'associazione Italia Liberty per celebrare i 100 anni dalla morte e i 150 anni dalla nascita dell'architetto Giuseppe Sommaruga, uno dei maestri del liberty in Italia.

Il percorso "alla scoperta delle opere architettoniche e artistiche" tra Milano a Varese, curato dal critico d'arte Vittorio Sgarbi e da Andrea Speziali, presidente dell'associazione Italia Liberty, verrà presentato sabato 27 maggio al Grand Hotel Palace di Varese. Una mostra a Palazzo Lombardia a Milano, sede della Regione, ripercorre le tappe principali dell'opera di Sommaruga, dagli anni della formazione alla progettazione di ville e palazzi, "edifici per il turismo della Belle Epoque" che all' epoca si concentrava sulle sponde del lago Maggiore, in Brianza e nelle valli del Varesotto. L'Archivio di Stato di Varese ospiterà inoltre un'esposizione di immagini e documenti originali. E il Grand Hotel Campo dei Fiori sui monti che sovrastano Varese, progettato da Sommaruga e abbandonato da anni, riapre al pubblico con visite guidate a cura del Fai e una mostra di fotografie di Sergio Ramari sulle tracce in Lombardia dell'epoca d'oro del liberty.

"Sarà un'occasione unica per visitare questo 'gigante liberty addormentato' - ha spiegato Andrea Speziali - lasciato ingiustamente all'incuria da 50 anni, che in futuro potrebbe rinascere e tornare all'antico splendore". In occasione dell' apertura delle mostre, domenica 28 maggio, verrà promossa anche una raccolta fondi per riqualificare l'antica stazione di Ghirla progettata da Sommaruga lungo la tramvia della Valganna, che fino agli anni '50 collegava Varese alle valli al confine con la Svizzera. (ANSA)

www.mostrasommaruga.it



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Tutti a caccia del Liberty fantasta. Un villino ripreso da Jacobelli nel 1911 si rivela una scoperta unica


Gli scatti risalgono  al 1911 e sono tutti inediti (Venti iconografie). Tra questi vi è quello dell’esposizione nazionale etnografica del 1911, il Tevere, La casina galleggiante sul fiume, uno scorcio di Piazzale Esedra, canottieri baffuti e le immagini di villini Liberty: villa Cagiati (via Dei Gracchi), villa Astengo (Lungotevere de' Cenci), villa Titta Ruffo (via Carlo Dolci) e altri villini sconosciuti (uno ripreso in fase di costruzione). 

Il proprietario dei documenti iconografici è Andrea Dorliguzzo, collezionista e autore del progetto ''Roma Ieri Oggi'' finalizzato a far riscoprire la città eterna del passato. Il portale web, con tanto di pagina Facebook che vanta migliaia di fans, è punto di riferimento per appassionati della storia dove attingere informazioni e curiosità.

LA SCOPERTA - Di recente il collezionista romano ha trovato in una busta di famiglia nascosta tra scartoffie varie della mansarda, una ventina di negativi che hanno destato la sua curiosità e oggi stimolano la nostra. Sono cinque gli scatti, del tutto inaspettati,  che ritraggono una bellissima dimora stile Liberty a Roma. 
Non conoscendo l'origine e la collocazione di questa abitazione si è messo in contatto con l'istituzione 
Italia Liberty (che promuove e censisce l'architettura Art Nouveau del territorio italiano ) per segnalare il ritrovamento di questi vecchi negativi e chiedere informazioni. 
Dopo poche ore lo studioso e critico d'arte Andrea Speziali (esperto d'arte Liberty Direttore di I. L. Perito Consulente per il Tribunale di Rimini) risponde al collezionista con entusiasmo   - Siamo di fronte ad una scoperta sensazionale ! L'unico esempio di villa Liberty che si conosce a Roma. -

Come si ricava da alcune pubblicazioni di Speziali (vedi alcuni pdf qui: 
https://goo.gl/9iqCwr) l'arte Liberty a Roma non attecchì come in altre città italiane, di conseguenza un villino di questa importanza, ricco di decorazioni che risentono della influenza stilistica dell'architetto Michelazzi (Firenze) e di gusto parigino per alcuni aspetti, si rivela una grande scoperta. Ora resta da scoprire dove era ubicato. Secondo Andrea Speziali la dimora (demolita nel corso degli anni, forse attorno agli anni '40) si trovava nei pressi di viale Vaticano. In quella zona dove la strada è in salita si notano ancora oggi dei villini Eclettici con una recinzione caratterizzata da delle sfere come ci restituiscono le foto del villino in oggetto. Ora la parola passa ai cittadini e il dibattito è aperto. Chi si  ricorda questa costruzione Liberty ?  Attendiamo……

 




di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

scritto 24/09/2016 13:18:12 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: liberty andrea speziali villa liberty roma roma liberty italia liberty roma ieri oggi
 
In libreria l'ultima monografia sul Liberty. Villa Zanelli e altre architetture

Libro: Savona Liberty. Villa Zanelli e altre architetture

È in occasione delle Giornate FAI di primavera, sabato 19 e domenica 20 marzo, che sarà presentato al pubblico “Savona Liberty. Villa Zanelli & altre architetture”, l’ultima pubblicazione dedicata al Liberty italiano a cura di Andrea Speziali con la collaborazione di Massimo Bianco, edita da Risguardi Edizioni.
Alle 18.00 di sabato pomeriggio la presentazione ufficiale, a cura di Michele Buzzi, nella sala del Consiglio del Comune di Savona insieme ai curatori, mentre l’apertura straordinaria della villa, vero gioiello architettonico di inizio Novecento, è attesa per domenica 20 dalle 10.00 alle 17.00 con una serie di passeggiate architettoniche a cura dei volontari del FAI e guide esperte, tra cui lo stesso Speziali, che prenderanno spunto proprio dalla recente pubblicazione per raccontare la storia e il design della villa.
Dopo il successo di “Italian Liberty. Il sogno europeo dell a grande bellezza”, Andrea Speziali torna sul tema realizzando un volume dedicato a uno degli esempi più raffinati e struggenti di Liberty italiano, Villa Zanelli, dimora del capitano Nicolò Zanelli progettata dall’architetto Gottardo Gussoni, che oggi si mostra in tutta la sua melancolia di triste abbandono. La monografia propone inoltre un percorso Liberty nei dintorni della città con una serie di saggi su Palazzo dei Pavoni, Palazzo delle Piane, Villa Rosa ad Altare e Villa Tiscornia a Noli. Arricchisce l’opera un apparato sulla grafica Liberty in Liguria.
Andrea Speziali è uno tra i più giovani esperti di Art Nouveau in Italia e all’estero con un dottorato all’Accademia di Belle Arti di Urbino.
Massimo Bianco, giornalista e narratore savonese, è da sempre appassionato di arte e ha curato a più riprese il Liberty del savonese in articoli, saggi e volumi collettanei.

“Savona Liberty. Villa Zanelli & altre architetture” di Andrea Speziali con la collaborazione di Massimo Bianco Risguardi Edizioni (Marzo 2016) 80 pagine € 15 euro ISBN 978 - 88 - 97287 - 80 - 3 Un volume realizzato con il contributo del FAI “Fondo Ambiente Italiano” - Delegazione di Savona e il patrocinio della Città di Savona.


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
AL VIA LA BIENNALE DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA

Curatore: Vittorio Sgarbi
Direttore artistico: Giorgio Grasso
Direttore organizzativo: Luca Fabbri
20 giugno – 31 luglio 2015
CENTRALE TACCANI ‐ Trezzo sull'Adda ‐ Milano Città Metropolitana

Domenica 5 Luglio 2015 si inaugurerà la "Biennale della Fotografia Italiana, anno 0" a cura
di Vittorio Sgarbi con la direzione artistica di Giorgio Grasso. Il luogo che ospiterà questa
importante iniziativa è la Centrale Idroelettrica Taccani di Trezzo sull'Adda nell'ambito
dell'evento "International Contemporary Art" in occasione delle iniziative Expo in
collaborazione con lʼOfficial Global partner Enel Green Power.
«Lo spirito è quello del Padiglione Italia della 54.Biennale d'Arte: raccontare “lo stato della
fotografia” in Italia - dichiara Vittorio Sgarbi - la fotografia deve riprendere la sua identità
non come arte ancillare sostituta ma come espressione autonoma in cui vi è tutta la
creatività possibile».
«Se non fosse per la fotografia - aggiunge Giorgio Grasso - avremmo ben altri ricordi della
storia culturale politico sociale che ha portato il nostro paese a svolgere nel dopo guerra
un importante ruolo nello scacchiere geopolitico mondiale»
«Sarà un evento di respiro internazionale – dice il direttore organizzativo Luca Fabbri - che
vuole in concomitanza ad Expo porre l'attenzione sulla forza e genialità della fotografia
Italiana nel terzo millennio. Vi parteciperanno 120 autori i quali hanno potuto presentare in
assoluta libertà stilistica e senza vincoli tematici le loro opere per la selezione.» La
manifestazione vanta di essere l'ultimo evento ad aver ottenuto il patrocinio di quasi tutte
le provincie d'Italia poco prima della loro soppressione. Allʼinaugurazione che si terrà alle
ore 16:00 saranno presenti inoltre importanti autorità regionali e cittadine.

La Biennale in collaborazione con EXPO e il patrocinio della città di Trezzo sull'Adda rientra tra gli eventi di CITTAEXPO.
I mediaparter che sostengono la prima biennale della fotografia italiana sono il Corriere Della Sera, FIAF (Federazione Italiana Associazioi Fotografiche), NIKON, Italian Liberty, Galleria Wikiarte, Fondazione Petrini.

INAUGURAZIONE: Domenica 5 Luglio 2015 ORE 16:00
Periodo: 20 Giugno – 31 Luglio 2015 – INGRESSO LIBERO
Orari: Giovedì e Venerdì dalle 16:00 alle 19:00
Sabato e Domenica dalle 10:00 alle 19:00
Per informazioni: +39 348 2710663 – http://www.biennaledellafotografia.org
CENTRALE TACCANI Via Bernabò Visconti, 14
20056 Trezzo sull'Adda ‐ Milano Città Metropolitana

AUTORI:
Giammarco Amici
Carina Aprile
Simone Arena
Elena Armanino
Fabrizio Asdente
ASSOCIAZIONE SPAZIO LIBERO ONLUS
Silvio Balestra
Gian Paolo Barbieri
Roberto Barbieri
Luca Beltrame
Virginia Bettoja
Carlo Bianco
Beppe Bolchi
Leopoldo Bon
Andrea Bonfanti
Andrea Brera
Diego Buono
Martina Buzio
Annamaria Capicchioni
Nino Carè
Amelia Caruso
Mariuccia Catania
Martin Charlemont
Ugo Maria Cionfrini
Annalisa Codignola
Massimiliano Coi
Francesco Colomela
Giovanni Coppola
Antonio Curti
Stefania D'Elia
Sergio Del Rosso
Viki Ders
Daniele Di Blasi
Cleto Di Giustino
Clorinda Di Leo
Michela Fabbrocino
Angelo Facchini
Salvatore Falco
Daniele Ferrero
Franco Ferro
Lisa Ferro
Fabio Fidone
Angelo Aldo Filippin
Luca Fiorio
FONDAZIONE PETRINI
Marco Gallo
Luigi Gattinara
Silvia Gelli
Stefano Germi
Antonio Gibotta
Maria Luigia Gioffrè
Rossella Gori
Albano Guatti
Daniele Gussago
Inte Jag
ITALIA LIBERTY
Mario Lisi
Vittoria Lorenzetti
Antonio Lori
Lori B
Elisa Lovati
Nico Malvaldi
Francesco Mangiaracina
Mauro Martin
Matilde Martino
Maria Masieri Nider
Adriano Mauri
Fausto Meli
Massimo Melis
Lauretta Michelutti
Lorenzo Milani
Giordano Morganti
Matteo Nanni
Stefano Niccolini
OFFICINA 21F
George Ottathycal
Simone Padovani
Pierluigi Palazzi
Alexander Panzeri
Tiziana Parolini
Fabio Pasini
Michele Pero
Danilo Piccini
Marco Piersanti
Antonella Pizzamiglio
Alberto Polonara
Francesca Pompei
Simona Poncia
Massimo Possanza
Claudia Profeta
Alberto Quoco
Mariangela Raponi
Marco Ristuccia
Alessandro Risuleo
Antonio Rossi
Giovanni Ruggeri e Giusy Demma
Alessandro Sakoff
Maurizio Sapia
Gino Scatta
Emanuele Scilleri
Enrica Senini
Cristina Sensi
Piotr Spalek
Andrea Speziali
Danilo Susi
Rosario Tedesco
Igor Todisco
Elvira Tonelli
Marco Travan
Francesco Ussia
Salvatore Valente
Ivo Vassallo
Oskar Verant
Alessandro Villa
Riccardo Villa
Ivana Vio
Alessandra Volpi
Ignazio Emilio Ximenes
Michele Ziri


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

scritto 20/06/2015 10:49:57 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: giammarco amici carina aprile simone arena elena armanino fabrizio asdente associazione spazio libero onlus silvio balestra gian paolo barbieri roberto barbieri luca beltrame virginia bettoja carlo bianco beppe bolchi leopoldo bon andrea bonfanti andrea brera diego buono martina buzio annamaria capicchioni nino carè amelia caruso mariuccia catania martin charlemont ugo maria cionfrini annalisa codignola massimiliano coi francesco colomela giovanni coppola antonio curti stefania d'elia sergio del rosso viki ders daniele di blasi cleto di giustino clorinda di leo michela fabbrocino angelo facchini salvatore falco daniele ferrero franco ferro lisa ferro fabio fidone angelo aldo filippin luca fiorio fondazione petrini marco gallo luigi gattinara silvia gelli stefano germi antonio gibotta maria luigia gioffrè rossella gori albano guatti daniele gussago inte jag italia liberty mario lisi vittoria lorenzetti antonio lori lori b elisa lovati nico malvaldi francesco mangiaracina mauro martin matilde martino maria masieri nider adriano mauri fausto meli massimo melis lauretta michelutti lorenzo milani giordano morganti matteo nanni stefano niccolini officina 21f george ottathycal simone padovani pierluigi palazzi alexander panzeri tiziana parolini fabio pasini michele pero danilo piccini marco piersanti antonella pizzamiglio alberto polonara francesca pompei simona poncia massimo possanza claudia profeta alberto quoco mariangela raponi marco ristuccia alessandro risuleo antonio rossi giovanni ruggeri e giusy demma alessandro sakoff maurizio sapia gino scatta emanuele scilleri enrica senini cristina sensi piotr spalek andrea speziali danilo susi rosario tedesco igor todisco elvira tonelli marco travan francesco ussia salvatore valente ivo vassallo oskar verant alessandro villa riccardo villa ivana vio alessandra volpi ignazio emilio ximenes michele ziri


messaggi trovati: 16 - pagina: 1 - pagina successiva
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277