blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'ROMAGNA'
 
Perfecto e Virtuale. L'Uomo Vitruviano di Leonardo

Una innovativa riproduzione digitale dell’uomo vitruviano
realizzata appositamente per la Mostra “Perfecto e Virtuale”
Il Foglio di Leonardo diventa 3D
 
 
L’Uomo di Leonardo in 3D si presenta muscoloso, dal volto maschio e deciso, un vero macho, si direbbe con i parametri di oggi.
 
A dare, per la prima volta, fattezze in tre dimensioni all’Uomo Vitruviano, disegno di culto di Leonardo,  è il Centro Studi Vitruviani di Fano (Pesaro e Urbino), in collaborazione con La Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed etnoantropologico per il Polo Museale della Città di Venezia.
 
I risultati di questa ricerca sono al centro della mostra “Perfecto e Virtuale. L’Uomo Vitruviano di Leonardo” allestita sino al 6 gennaio, a Fano,  nel Complesso rinascimentale di San Michele, curata da Annalisa Perissa Torrini, direttrice del gabinetto dei disegni (dove il disegno è conservato) del Polo museale veneziano e ideata e coordinata da Paolo Clini, Coordinatore scientifico del Centro Studi Vitruviani.
 
Che non si tratti di un “giochetto” per informatici perditempo lo dimostrano i risultati visibili nella mostra marchigiana e l’interesse che il progetto sta riscuotendo nel mondo scientifico internazionale.
 
Nell’esposizione al San Michele, il famoso foglio, canone rinascimentale della bellezza perfetta, si presenta ai visitatori in 3D per la prima volta. Una veste esclusiva e senza precedenti, abbinata a un innovativo sistema touch screen di visualizzazione che consente di entrare nel disegno fino al centesimo di millimetro e cogliere ogni più incredibile dettaglio non visibile a occhio nudo, andando al di là di quello che forse lo stesso Leonardo da Vinci poteva vedere. Come il tratto della matita e delle punte a secco, i segni e le incisioni sul foglio, il colore e la consistenza della carta in una visione 3D navigabile interattivamente di recto e verso. L’applicazione è stata realizzata, in collaborazione con il Centro Studi Vitruviani di Fano e il Gabinetto dei disegni delle Gallerie dell’Accademia di Venezia diretto da Annalisa Perissa Torrini (curatrice della mostra) da Marco Gaiani e Fabrizio Ivan Apollonio (Alma Mater Studiorum Università di Bologna), Massimo Zancolich (TabulaRasa), Mirko Barone (3DXcite) con Paolo Clini e Gianni Plescia (Univpm Marche). Il modello tridimensionale del foglio in particolare è stato realizzato da Marco Gaiani su uno dei più avanzati software di modellazione e visualizzazione (Deltagen) messo appositamente a disposizione da 3DXcite per questa applicazione. Il foglio è così navigabile in modo interattivo, senza alcuna limitazione dovuta alle necessità di conservazione. Tale applicazione può costituire una possibile risposta alle sempre crescenti difficoltà di circolazione e divulgazione di opere delicate e che, come nel caso dell’Uomo di Leonardo, possono essere esposte solo ogni 5 anni, a fronte di continue richieste di musei di tutto il mondo.
 
Tutto il contesto della mostra, allestita spazialmente ripercorrendo i segni principali del disegno leonardesco, scorre comunque sui binari della spettacolarizzazione, pur mantenendo la sua rigorosità scientifica. Superata la prima sala dell’esposizione, che ruota intorno al sofisticato touch screen per navigare il foglio dell’opera in 3D, gli occhi dei visitatori vengono subito catturati dalla piramide olografica dell’Uomo Vitruviano. Grazie a una tecnica teatrale chiamata “Pepper’s ghost” (utilizzata per la prima volta nella serie di Star Wars), l’opera leonardesca ruota a 360°, proiettando il disegno a grandezza originale (34 x 24  centimetri circa) e muovendosi a mezz’aria all’interno di una piramide mostrando diversi angoli di visione. Il divertimento e l’esplorazione delle proporzioni ideali continua con il mirroring interattivo, un gioco mimico che mette a confronto le forme di ogni visitatore con quelle dell’Uomo Vitruviano, con sistemi di natural interaction e computer vision appositamente sviluppati. Basterà salire su una pedana a pavimento per scoprire quanto ognuno di noi si avvicini alle misure della perfezione classica. Gli allestimenti tecnologici e le interfacce software per la piramide e il mirroring sono state realizzate da Eve spin off srl. L’uomo in 3d che fluttua nella campana è stato realizzato da Fabio Severini. Gli allestimenti sono stati curati dagli architetti Adriana Formatio e Anna Paola Pugnaloni.
 
Orari di apertura (fino al 6 gennaio 2015)
Giorni feriali h. 17-19.30
Sabato e domenica h. 10.30-12.30 / 17-19.30
Mattina solo su prenotazione per scuole e gruppi.
Lunedì chiuso
(tel. 338.4234702 oppure 328.3790087)

www.centrostudivitruviani.org
info@centrostudivitruviani.org
 
L’ingresso è libero
 
Organizzata da
Il Centro Studi Vitruviani di Fano, il Dipartimento di Ingegneria civile edile e Architettura dell’Università Politecnica delle Marche, la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e il Comune di Fano – Assessorato alla Cultura.
 
In collaborazione con
La Soprintendenza speciale per il Patrimonio storico-artistico ed etnoantropologico per il Polo museale di Venezia e dei Comuni della Gronda lagunare ed il Dipartimento di Architettura Alma Mater Studiorum dell’Università degli studi di Bologna.
 
Con il patrocinio
Del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, della Regione Marche e dell’Assemblea regionale delle Marche.

di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
ROMAGNA LIBERTY in Venice


La mostra fotografica dedicata all'architettura Liberty sbarca in Laguna in occasione del XV Salone dei Beni e delle Attività Culturali e del Restauro

 

 

La mostra fotografica Romagna Liberty arriva a Venezia, nell'ambito del BBCC Expo, il XV Salone dei Beni e delle Attività Culturali e del Restauro, che si svolgerà dal 1° al 3 dicembre 2011 presso il VTP-Venezia Terminal Passeggeri del Porto della città lagunare.

 

Il progetto Romagna Liberty, nato dall'iniziativa di Andrea Speziali, che ha già riscosso ampio riscontro di pubblico e critica in Emilia-Romagna, volge ora lo sguardo avanti.

 

Il percorso espositivo di questo appuntamento veneziano inizia con le fotografie di ville del primo Novecento situate in località balneari della Romagna e dell'entroterra romagnolo, proseguendo con una sezione dedicata alle opere monumentali e residenze progettate dall'architetto Mario Mirko Vucetich - con particolare riferimento al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre a Bolzano Vicentino e Villa Alverà a Venezia – e concludendosi, in pieno spirito con la location della mostra, con un'area dedicata alle ville realizzate da altri architetti che hanno contribuito a dare una particolare impronta Liberty al Lido di Venezia.

L'intento è quello di analizzare e documentare la storia dell'architettura Liberty e dei suoi protagonisti per sensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti della conservazione, protezione e valorizzazione delle testimonianze rimaste di questo stile architettonico sia in Romagna che nel territorio nazionale.

 

L'evento, che si inserisce nel contesto delle celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, nasce dall'indagine sull'architettura Liberty in Romagna, ispirata dalla splendida Villa Antolini di Riccione, progettata e costruita dall'architetto Mario Mirko Vucetich nel 1923. Una passione che ha spinto Andrea Speziali ad ampliare le sue ricerche, con la pubblicazione del volume ‘‘Una Stagione del Liberty a Riccione’’ edito da Maggioli Editore e la realizzazione della rubrica settimanale dedicata al Liberty in Romagna sul quotidiano ‘‘La Voce’’, l'organizzazione della manifestazione culturale ‘‘Romagna Liberty’’ presentata il 27 luglio al Palazzo del Turismo di Riccione che ha visto la partecipazione telefonica di Vittorio Sgarbi, ed infine l'allestimento della mostra dei finalisti dell'omonimo concorso fotografico, svoltasi dal 18 agosto al 6 ottobre 2011 all'Hotel De La Ville di Riccione, nella quale è stato possibile ammirare le fotografie di splendide residenze in stile Liberty di tutta la regione Emilia-Romagna.

 

La mostra è organizzata dalla ABCOnlus, Associazione nata nel 2001 che opera per la promozione e valorizzazione del Patrimonio Culturale sia attraverso l'organizzazione di mostre ed eventi che tramite il portale web italiano www.beniculturalionline.it e quello inglese www.cultural-hub.com.

 

Il Comitato tecnico-scientifico della mostra vanta la presenza di importanti critici e storici dell'arte: Fabio Benzi, Beatrice Buscaroli, Giorgio Di Genova, Riccardo Gresta, Paolo Portoghesi, Vittorio Sgarbi, Vincenzo Vandelli e Lara Vinca Masini.

 

La mostra fotografica ‘‘Romagna Liberty’’ si preannuncia dunque come un viaggio a ritroso nel tempo, capace di fare rivivere, tramite immagini ed importante documentazione, l'epoca dorata che trasmise il suo ottimismo anche in architettura, che ha visto nascere il turismo in riviera e che ha lasciato edifici di inconfondibile eleganza nelle città.

 

 

INFORMAZIONI

 

ROMAGNA LIBERTY

Mostra fotografica

 

BBCC Expo -  XV Salone dei Beni e delle Attività Culturali e del Restauro

1-3 dicembre 2011

VTP-Venezia Terminal Passeggeri

Porto di Venezia

I | Marittima | 30100 | Venezia

 

Conferenza: Venerdì 2 dicembre, Sala AGOR À, dalle ore 10:00 alle 12:00

‘‘Una finestra sull’architettura Liberty in Italia: Mario Mirko Vucetich’’

 

Apertura al pubblico:

tutti i giorni ore 9.30 – 18.30

 

Biglietteria:

Intero € 10

Ridotto € 7 (per gruppi e di legge)

Orario di apertura della biglietteria dalle 9.30 alle 18.00

 

Parcheggio

E' a disposizione di visitatori ed espositori un ampio parcheggio vicino alla Fiera.

Catalogo:

Rivista ‘‘Architetti’’ n° 10 - Ottobre 2011, Maggioli Editore

 

Patrocini:

- Ministero per i Beni e le Attività Culturali

- Soprintendenza per i beni Architettonici e Paesaggistici

- Regione Emilia Romagna

- Provincie di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Lucca

- Comuni di Bologna, Imola, Ferrara, Ravenna, Riccione, Rimini e Forlì

- Comitato Nazionale per le celebrazioni del Centenario del Movimento Liberty in Italia

- 150° Anniversario dell'Unità d'Italia.



 

Comitato tecnico-scientifico:

Fabio Benzi, Beatrice Buscaroli, Giorgio Di Genova, Riccardo Gresta, Paolo Portoghesi, Vittorio Sgarbi, Vincenzo Vandelli e Lara Vinca Masini.

 

Ufficio Stampa e Informazioni:

 

Siti web: www.RomagnaLiberty.it  -  www.facebook.com/romagnaliberty  - www.facebook.com/groups/romagnaliberty

 

Associazione ABCO Beni Culturali

Tel. +(39) 041 8628987 Fax. +(39) 041 54 60 699

www.beniculturalionline.it - associazione@bbcc.it

 

Andrea Speziali

www.andreaspeziali.it - info@andreaspeziali.it

Tel. (+39) 320 0445798





di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Prosegue la mostra ''Romagna Liberty''


La mostra fotografica ''Romagna Liberty'' proseguirà fino al 4 ottobre.

www.romagnaliberty.it



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

scritto 26/09/2011 13:07:41 | permalink | commenta | lista commenti (0) | invia il post ad un amico | parole chiave: liberty arte architettura romagna emilia regione riccione hotel de la ville
 
Andrea Speziali ospite a Icaro tv

Video YouTube



BANDA LARGA a cura della Redazione Giovane di Icaro Tv Rimini che tratta temi giovanili condotto da Melissa Amati


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
La villa Albini di Miramare fa sognare

Villa Albini, Rimini

Dopo la bella serata di presentazione del progetto ‘’Romagna Liberty’’, realizzatasi il 27 luglio presso il salone del secondo piano del Palazzo del Turismo di Riccione, per l’occasione  gremito di pubblico (al quale si è aggiunto il lusinghiero intervento telefonico del noto critico d’arte Vittorio Sgarbi), ho deciso di organizzare e curare una mostra con il materiale raccolto per la stesura degli articoli che da circa un anno sto pubblicando nella  rubrica ‘’Romagna Liberty’’ sul quotidiano “La Voce”. La mostra, che porta lo stesso nome della rubrica, è stata inaugurata presso  l'Hotel de La Ville di Riccione , via Spalato 5, il 18 agosto e durerà fino al 28 settembre. Al vernissage sono intervenuti telefonicamente l’assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti e l’attore Alan Cappelli. Essa propone all’attenzione dei visitatori un ricco repertorio d’immagini d’epoca oltre alle fotografie finaliste del recente concorso ‘’Romagna Liberty’’ organizzato dall’Associazione dei Beni Culturali ABCO di Venezia. Sono esposte anche le riproduzioni in grande formato delle pagine della citata rubrica tenuta su “La Voce” con lo scopo di riproporre al visitatore anche la storia delle architetture presentate in mostra.

 

I partecipanti del concorso fotografico hanno ritratto le ville liberty più belle della Regione, portando l'attenzione su un'epoca che trasmetteva il proprio ottimismo anche in architettura. Viene dunque proposto un viaggio nel tempo, tra le ville cittadine di Bologna a quelle balneari di Rimini e Riccione.


La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 23.00, con ingresso libero. Le foto saranno raccolte nel catalogo "Romagna Liberty", a cura di Andrea Speziali, Maggioli Editore.

 

Tra le diverse architetture in mostra, tra cui si possono trovare ville principalmente site in Romagna, in particolare a Riccione e Cesenatico, vorrei dedicare un breve accenno a un villino  che più recentemente ha attratto la mia attenzione per la sua curiosa architettura d’ispirazione‘’romantica’’  con un grazioso terrazzo vista mare.

 

Se, lasciandovi alle spalle questo tempo piuttosto rumoroso e spesso tamarro, faceste un viaggio nel passato, credo che fareste  molta fatica a contare e riconoscere ville e villini dei primi del ‘900 nella provincia di Rimini, demolite o ampliate per fare spazio a moderni hotel, pensioni e altre strutture ricettive di cui, è innegabile, le nostre zone hanno avuto bisogno per assecondare la loro vocazione turistica.. Sarebbe mia intenzione realizzare una pubblicazione su questo tema: le idee sono tante, ma sicuramente meno delle dimore storiche demolite. Ma torniamo all’edificio in questione: un caso quasi unico, villa Albini.

Sita nella provincia di Rimini, nella zona di Miramare, tra quattro viali: Lungomare Guido Spadazzi, viale Regina Elena n°84, viale Sabaudia e viale Pontinia, risulta una proprietà assai importante il cui equivalente è difficile da trovare ai nostri giorni, destinata a un ceto sociale molto alto. Si contano poche ville storiche con  tali requisiti in questa zona: vista fronte mare con ampio giardino e garage a parte. Forse la si può avvicinare per la sua mole alla villa ubicata lungo viale Principe di Piemonte, a confine con l’hotel Usa, al n°36, che seppure di ampia metratura ha una architettura piuttosto curiosa.

 

La dimora Albini, parallela allo studio di commercialisti ‘’Soleri’’,  che ne sono i proprietari dal 1999, è un gioiellino di villa che ha avuto la fortuna di mantenere nel corso degli anni le sue caratteristiche originarie senza aver subito alcun intervento o ampliamento.

Secondo gli attuali proprietari essa venne fatta costruire dalla facoltosa famiglia Albini,

originaria di Roma, tra la fine dell’800 e i primi del ‘900.

La dimora prese il nome della moglie del suo committente: è possibile scorgere ancora la targhetta incisa con   il nome Haydeè, alla destra del portone d’ingresso lungo viale Regina Elena. Il villino, che adotta uno stile classico, è stato progettato per le vacanze estive della famiglia romana. Dopo la vendita della villa infatti una buona parte dei mobili antichi vennero trasferiti nella residenza della famiglia Albini a Roma.

La villa è a un piano con sottotetto e interrato.

Nell’area del giardino vi è il garage, a parte, forse costruito in un secondo momento.

Purtroppo non si è ancora trovata una cartolina d’epoca che rappresenti il villino nel suo pieno fulgore primonovecentesco.

Quando ho preso visione della villa, sono rimasto innanzitutto colpito dal terrazzo del primo piano che arriva fino all’inizio del cancello lato mare e sembra protendersi verso la spiaggia fino a toccarla. D’altra parte molto probabilmente la sabbia arrivava poco lontano da quel cancello agli inizi del Novecento e il rumore delle onde non era ancora coperto da quello del traffico odierno, soprattutto dei mesi estivi.

Come avrete notato vi ho potuto fornire pochi elementi descrittivi perché non sono potuto entrare nella villa e non ho trovato informazioni più dettagliate su di essa; ma ne ho voluto parlare ugualmente per farvi un ulteriore esempio delle tante belle strutture che ancora sopravvivono e meritano non solo di essere salvate, ma anche studiate e fatte conoscere.

 

Ringrazio tutte le associazioni e istituzioni che con il loro patrocinio hanno consentito la realizzazione del progetto:

150° anniversario dell’unità d’Italia
Ministero per i Beni e le Attività Culturali,
Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici,
Regione Emilia-Romagna,
Province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Lucca.
Comuni di Bologna, Imola, Ferrara, Ravenna, Riccione, Rimini e Forlì.
Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario del movimento Liberty in Italia.



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI



messaggi trovati: 14 - pagina: 1 - pagina successiva
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277