blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'ROMAGNA LIBERTY'
 
ROMAGNA LIBERTY IN BICICLETTA, itinerario per scoprire le antiche ville della Belle Epoque


Per l’anno del Liberty l’associazione riminese Pedalando e Camminando (Fiab) ha organizzato l’itinerario ‘’Romagna Liberty in bicicletta’’ secondo il progetto e la guida di Andrea Speziali per visitare dentro e fuori i capolavori Liberty presenti in Romagna, dalle ville ai palazzi più eleganti che agli inizi del Novecento rappresentavano l’èlite borghese in un periodo conosciuto come Belle Epoque.

Si tratta di un itinerario Liberty con il fine di avvicinare anche i più giovani a riscoprire le ville Liberty della Romagna con un progetto che coniuga cultura e salutismo.
L’itinerario inizia il 23 febbraio con la visita guidata alla mostra forlivese ‘’Liberty. Uno stile per l’Italia moderna’’ e successivamente un percorso per conoscere gli edifici Liberty forlivesi compresi i più noti come l’ex pensione Vittoria, villino Sardi in via Cairoli, i cancelli in ferro battuto di palazzo Torelli Guarini Fabri del 1912 e i villini in via Matteucci.

Il programma prevede gite sparse per tutta la Romagna in città come Santarcangelo con la villa Vincenzi e il teatro dove si possono ammirare pregiate lavorazioni in ferro battuto, Riccione ricca di villini dove ci sarà la visita guidata alla mostra ‘’Romagna Liberty’’ allestita in una villa storica in viale Ceccarini dove ha sede la galleria d’arte Montaparnasse, Faenza, Ravenna con edifici Liberty anche con pregiate decorazioni in terracotta, Cervia Milano Marittima dove si visitano le abitazioni progettate da architetti come Matteo Focaccia, Pesaro con il villino Ruggeri, perla Liberty dell’Adriatico, Cesena, Cesenatico con la visita negli eleganti saloni di villa Pompili conosciuta per il cancello in ferro battuto, capolavoro Liberty, Viserba, Rimini con il Grand Hotel, uno dei massimi esempi del Liberty in zona, Massa Lombarda con il centro culturale Zaganelli fino alla città di Imola che conserva diversi esempi notevoli come l’ex asilo d’infanzia Romeo Galli.

La monografia ‘’Romagna Liberty’’ di Andrea Speziali pubblicata da Maggioli funge come una sorta di guida dove approfondire la conoscenza di uno stile conosciuto anche come Art Nouveau.

Chiunque sia interessato può aderire contattando l’associazione per conoscere il programma dettagliato o visitare il sito www.romagnaliberty.it. Tutte le visite guidate hanno un costo di 2€ per l’assicurazione, mentre chi ha piacere può iscriversi all’associazione con una tessera annuale di 16€ che comprende assicurazione RCT H24 per danni causati con la bici anche al di fuori delle gite ufficiali.


Per informazioni: www.pedalandoecamminando.i t - info@pedalandoecamminando. it - cell. 334 9516245 fax. 0541 56311 | www.romagnaliberty.it




di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Doppio appuntamento LIBERTY al Palacongressi e Grand Hotel Rimini


Sabato prossimo, 14 dicembre alle ore 17.00, verranno consegnati i riconoscimenti ai vincitori del concorso fotografico “Italian Liberty” organizzato da A.N.D.E.L. (Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty). La giuria ha scelto gli scatti migliori su oltre 1700 fotografie giunte alla segreteria del premio. Tutte le foto saranno in mostra su un maxischermo al plasma nello stand “Italian Liberty” alla fiera “Natale Insieme” allestita nel  Palacongressi di Rimini.

 

Sarà la Sala Tonino Guerra del Grand Hotel Rimini la location dove verranno assegnati i premi del concorso fotografico “Italian Liberty”. La manifestazione, organizzata e promossa dall’Associazione A.N.D.E.L. (Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty, architettura, arti, artigianato), con la Direzione Artistica di Andrea Speziali.

Il Concorso fotografico ha come obiettivo di sollecitare nei giovani e meno giovani  una maggiore consapevolezza verso il patrimonio Liberty, come progetto culturale che in futuro aspira alla pubblicazione di una collana editoriale, suddivisa per regioni.  

Questa prima edizione ha incontrato un successo superiore ad ogni aspettativa, sia per la partecipazione di oltre un centinaio di fotografi, sia per la produzione di 1.170 fotografie, dalle quali si evince la passione e l’interesse per i gioielli dell’Art Nouveau. E’ comunque indubitabile, dalla quantità e qualità del materiale fatografico giunto alla segreteria del Premio, la testimonianza dell’alto gradimento riscosso .dall’iniziativa, non solo tra professionisti, ma anche tra insegnanti ed allievi delle scuole di ogni ordine e grado.

La ri-scoperta di un patrimonio così ricco e straordinario è proprio quanto si aspettava la Presidente Andel,  Valeria Scandellari, contattata da numerosi Architetti e professionisti del Restauro, i quali hanno promesso di inviare il prossimo anno i loro progetti di recupero effettuati nell’ambito di tutto il territorio nazionale.

Sarà quindi fornita, con la collaborazione di tutti gli amanti del Liberty, l’occasione di portare a compimento il censimento del patrimonio Liberty in Italia, del quale si parlava trent’anni or sono, con Rossana Bossaglia e Lara Vinca Masini, auspicando che questo antico progetto possa finalmente vedere la luce,  magari  nella prossima edizione  del  2014. (http://www.italialiberty.it/)

I temi del Primo Concorso Nazionale a cui potevano ispirarsi i concorrenti, erano quattro: l'Architettura, con riferimenti al pregio architettonico e alla particolare rappresentazione d’insieme; i mobili, con peculiare rilievo a stilemi e dettagli decorativi; Arte e Artigianato, ossia, disegni, dipinti, opere materiche, stucchi, e quant’altro. Infine,“Libero Liberty” , un tema di grande suggestione, per libertà interpretativa e specifica attenzione alla creatività individuale.

Sabato 14 dicembre, saranno premiati i primi tre classificati, dal Presidente Andel e di Giuria, Valeria Scandellari, dal Vicepresidente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino Ceciclia Casadei e dal Direttore Artistico Andrea Speziali e, nel corso della cerimonia saranno consegnate le targhe  ai primi classificati e gli  Attestati a tutti i partecipanti.

Il luogo ideale della premiazione  non poteva essere migliore del Grand Hotel Rimini,  una sede prestigiosa, tra le più belle d’Europa, resa leggendaria dai films di Federico Fellini, che ne ricostruiva le magiche atmosfere a Cinecittà, come nel suo Amarcord. 

L’Hotel è di proprietà della famiglia Batani, titolare di Select Hotels Collection, che gentilmente ospita la manifestazione e alla quale vanno i più calorosi ringraziamenti da parte di  tutti, per la sensibilità dimostrata verso l’iniziativa.

L’Hotel è inserito nell’ampio e sontuoso  Parco Fellini,  progettista è l’architetto sudamericano Paolo Somazzi, il quale ha realizzo la grandiosa opera, tra il 1904 e il 1908. Un recente restauro conservativo,  su  precise indicazione della Soprintendenza alle Belle Arti dell’Emilia Romagna, ha restituito all’edificio il suo antico splendore, seguito nei minimi dettagli dalle amorevoli cure del  proprietario e, dal 1994 è divenuto monumento nazionale.

Le foto di tutti i partecipanti saranno visibili in un maxischermo al plasma, collocato nello stand “Italia Liberty”, alla fiera “Natale Insieme”, presso il Palacongressi di Rimini, dal 14 al 15 dicembre, dalle ore 10:00 alle 19:00. Sarà così offerta al pubblico l’occasione per ammirare il cospicuo patrimonio del Liberty Italiano, vi aspettiamo  numerosi per gli auguri di un Buon Natale Liberty!

 

 G. Marchetti


Grand Hotel Rimini*****L

Parco Federico Fellini - 47921 Rimini - Italy
Tel.
+39 0541 56000 - Fax +39 0541 56866

 info@grandhotelrimini.com  www.selecthotels.it



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Verso la grande mostra sul Liberty



Il percorso espositivo propone la rilettura del modello stilistico dell'arte floreale, individuandone l'origine nell'opera di uno dei grandi protagonisti del Rinascimento italiano, Sandro Botticelli, e approfondisce le relazioni con l'arte europea del periodo, in particolare le Secessioni". Il Liberty non è una corrente ma l'insieme degli artisti simbolisti che attraversarono fasi in cui dominò lo stile floreale o ornamentale. Il nome deriva da un uomo inglese, Arthur Liberty, che aprì un negozio di oggetti e di tessuti art nouveau. Diventarono arte le posate, i mobili, le poltrone, le lampade, i quadri e gli oggetti. "Si pensi poi agli edifici - continua Brunelli -. Nel Liberty la parte ornamentale acquista maggior valore rispetto all'architettura, a partire dalla Torre Eiffel fino alle costruzioni estreme di Gaudì. Nel Liberty quello che era considerato superfluo diventa essenziale". La mostra sul Liberty partirà dal confronto di opere di Sartorio e Botticelli.

"L'allestimento è basato su rimandi e confronti della pittura con la scultura e le arti decorative, dalle vetrate ai ferri battuti, ai mobili, agli oggetti d'arredo, ai tessuti - ha aggiunto Brunelli -. Sarà possibile tracciare una linea comune tra i dipinti di Boldini, Previati e Casorati e le sculture di Bistolfi, Ximenes e Wildt, Martini; le vetrate e i ferri battuti di Mazzucotelli e Bellotto, le ceramiche di Galileo Chini e Baccarini, i manifesti di Dudovich, Terzi e Hohenstein. Un apposito apparato grafico avrà il compito di sottolineare i rapporti con la letteratura, tra D'Annunzio, Pascoli e Gozzano, e con la musica di Puccini, Mascagni e Ponchielli. Il teatro vedrà un apposito richiamo ad Eleonora Duse. I confronti europei riguardano autori come Klimt, Adler, Moser, Tiffany, Klingan, Boecklin, Van Stuck, Morris, Leighton". Nella rassegna sarà presente anche una sezione inedita dedicata ai ghiacci, alle vette inaccessibili delle grandi montagne. La donna è la protagonista della mostra, perché lo era della società del tempo: appariva nelle lampade, nei gioielli e nei monumenti, da quelli di celebrazione civile a quelli funerari. Chiuderanno la mostra pannelli di Zecchini e Chini, poi l'ultima fase dell'opera di Bistolfi con riscoperta dei miti michelangioleschi.


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
LEONARDO CASTELLANI, maestro faentino


Presso la Galleria Ponte Vecchio di Imola dal 5 al 23 ottobre 2013 si terrà la mostra personale ‘’LEONARDO CASTELLANI: Incisioni, Pitture, Acquerelli’’.

Si celebra a ormai trent’anni dalla scomparsa dell’artista una rassegna di opere d’arte di Castellani con alcuni lavori del periodo Liberty, ad esempio le piastrelle decorate poste all’esterno di alcuni edifici a Cesena. L’esposizione fa parte del progetto ‘’Romagna Liberty’’ per riscoprire quell’arte a cavallo tra fine ‘800 e inizi ‘900 in Romagna e in Emilia con il censimento degli edifici, conferenze e mostre a tema.

Vernissage ore 17:00

L'esposizione sarà presentata dal direttore della Pinacoteca di Faenza Dott. Claudio Casadio assieme al figlio del Maestro, Claudio Castellani e dal curatore della mostra Andrea Speziali.

La mostra rimane aperta dal martedì alla domenica, dalle ore 16:00 alle 19:00
Maggiori informazioni sul sito: www.andreaspeziali.it/eventi  |  www.romagnaliberty.it



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Scoperta una tela di Klimt



VEDI: http://www.flickr.com/photos/andreaspeziali/9684496979/

o www.italialiberty.it


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI



messaggi trovati: 16 - pagina: 1 - pagina successiva
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277