blog@exibart.com
home inaugurazioni calendario speed-news forum annunci concorsi sondaggi commenti pubblicità contatti
Exibart.platform > onpaper mobile bookshop rss radio tv alert newsletter segnala blog
recensioni > roma milano napoli venezia torino toscana vedi le altre 
rubriche > libri architettura design fashion in fumo decibel vedi le altre 
e-mail    password password persa? registrati ora!


INTERVENTI CON PAROLE CHIAVE 'THE WORLD ART NOUVEAU'
 
Varese si aggiudica il Best LibertyCity come meta dell'Art Nouveau

Speziali al Grand Hotel campo dei fiori

Per l'anno corrente si aggiudica l'alta onorificenza come miglior città Liberty dell'anno la città di Varese nel territorio Lombardo.
Il sindaco Davide Galimberti assieme alla sua giunta ritira il premio "Best LibertyCity" con l'auspicio di un costante progresso turistico-culturale nel varesotto.

L'alta onorificenza verso la Miglior città Liberty per l'anno 2018 viene rilasciata dall'associazione Italia Liberty - www.italialiberty.it - che dopo una scrupolosa valutazione tra le cinque città finaliste di un lungo elenco ha optato per Varese. In lizza con San Pellegrino Terme e Savona. Le ragioni della scelta dettate da una commissione interna assieme il direttore, Andrea Speziali, nominato recentemente delegato alla bellezza nel comune Sarnico, presentano tratti principali legate all'attività culturale svolta attorno alla figura di Giuseppe Sommaruga architetto protagonista dello stile floreale in Italia e alla riapertura prossima del Grand Hotel Campo dei Fiori chiuso da ormai cinque decenni.

Sia la pubblica amministrazione che il privato hanno svolto già da tempo un lavoro importante di aspetto conservativo che promozionale, aggiunto alla notevole quantità di fotografie e video pervenuti alla segreteria di ITALIA LIBERTY su Varese hanno portato al felice risultato. L'annuncio della prossima riapertura del 'gigante addormentato' al Campo dei Fiori ha giocato un ruolo importante. L'immobile è della stessa proprietà del Palace Grand Hotel che con pacchetti turistici ad hoc e l'accoglienza impeccabile offrono in città assieme ad altre strutture alberghiere (seppure non in stile Liberty) una piacevole accoglienza.

<<Varese ha lavorato in forma costante per il miglioramento della città sul fronte pubblico, agevolando il privato e il lavoro dei giovani del FAI per le visite al G.H.C.D.F. riaperto per la mostra su Sommaruga ha simboleggiato la sinergia tra più poli con l'unico obbiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e diffondere la bellezza in tutta la regione fino oltre i confini nazionali. L'intenzione da parte del Sindaco per conferirmi una secnda delega alla Bellezza è per me una grande soddisfazione (seppur ancora tutta da definire e attualizzare) che a prescindere mi vede a dare contributo scientifico e impegno verso una perla di bellezza immersa nel verde come Varese, portando quella polvere magica per far brillare di più la città e incentivare un turismo culturale in lieve ma costante aumento.
Innalzare il nome di Varese nei grandi luoghi della cultura europea come una tra le principali di mete per l'Art Nouveau nel mondo, mi riferisco alla Ruta Europea del Modernismo che conta una settantina di comuni è un prossimo passo da attualizzare. Intanto questo premio come Miglior città Liberty è l'inizio di un ruggente percorso che porterà risultati positivi alla città in termini di turismo e di immagine. Ma vuole anche stuzzicare le menti imprenditoriali nel creare eventi speciali e unici. E nostra intenzione riaprire come l'anno scorso nel centocinquantesimo dalla nascita di Sommaruga, protagonista del Liberty italiano un'altra mostra, più che fotografica allestita con gli arredi originali del Grand Hotel Campo dei Fiori recentemente scovati.>> Andrea Speziali

Un plauso anche ai cittadini (di Varese e turisti), la pubblica amministrazione, l'Archivio di Stato, e in parte le forze dell'ordine che sono riusciti con foto, video e felici ritrovamenti quali gli arredi originali del Grand Hotel Campo dei Fiori ad acquisire un punteggio tale per ritirare l'onorificenza "Best LibertyCity".
Per un anno in homepage sul sito www.italialiberty.it sarà pubblicato l'itinerario Liberty a Varese aperto a tutti capace di essere seguito a propria scelta o con guida su appuntamento e in prima fila sulla community Facebook The World Art Nouveau. Infatti una delle vari ragioni della vittoria rimane anche la conservazione del patrimonio immobiliare con i villini Liberty in impeccabile stato, tra questi villa Agosteo o l'edificio Birra Poretti. Tutto ciò intende creare sinergia con le strutture alberghiere che possono disporre di un pacchetto "Art Nouveau" per i turisti folli verso questa corrente artistica e vivere un'esperienza unica in un luogo che ha avuto la sua fortuna grazie alle opere di Giuseppe Sommaruga e altri progettisti dell'epoca.

Aitm Art comunicazioni


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
ROMAGNA LIBERTY IN BICICLETTA, itinerario per scoprire le antiche ville della Belle Epoque


Per l’anno del Liberty l’associazione riminese Pedalando e Camminando (Fiab) ha organizzato l’itinerario ‘’Romagna Liberty in bicicletta’’ secondo il progetto e la guida di Andrea Speziali per visitare dentro e fuori i capolavori Liberty presenti in Romagna, dalle ville ai palazzi più eleganti che agli inizi del Novecento rappresentavano l’èlite borghese in un periodo conosciuto come Belle Epoque.

Si tratta di un itinerario Liberty con il fine di avvicinare anche i più giovani a riscoprire le ville Liberty della Romagna con un progetto che coniuga cultura e salutismo.
L’itinerario inizia il 23 febbraio con la visita guidata alla mostra forlivese ‘’Liberty. Uno stile per l’Italia moderna’’ e successivamente un percorso per conoscere gli edifici Liberty forlivesi compresi i più noti come l’ex pensione Vittoria, villino Sardi in via Cairoli, i cancelli in ferro battuto di palazzo Torelli Guarini Fabri del 1912 e i villini in via Matteucci.

Il programma prevede gite sparse per tutta la Romagna in città come Santarcangelo con la villa Vincenzi e il teatro dove si possono ammirare pregiate lavorazioni in ferro battuto, Riccione ricca di villini dove ci sarà la visita guidata alla mostra ‘’Romagna Liberty’’ allestita in una villa storica in viale Ceccarini dove ha sede la galleria d’arte Montaparnasse, Faenza, Ravenna con edifici Liberty anche con pregiate decorazioni in terracotta, Cervia Milano Marittima dove si visitano le abitazioni progettate da architetti come Matteo Focaccia, Pesaro con il villino Ruggeri, perla Liberty dell’Adriatico, Cesena, Cesenatico con la visita negli eleganti saloni di villa Pompili conosciuta per il cancello in ferro battuto, capolavoro Liberty, Viserba, Rimini con il Grand Hotel, uno dei massimi esempi del Liberty in zona, Massa Lombarda con il centro culturale Zaganelli fino alla città di Imola che conserva diversi esempi notevoli come l’ex asilo d’infanzia Romeo Galli.

La monografia ‘’Romagna Liberty’’ di Andrea Speziali pubblicata da Maggioli funge come una sorta di guida dove approfondire la conoscenza di uno stile conosciuto anche come Art Nouveau.

Chiunque sia interessato può aderire contattando l’associazione per conoscere il programma dettagliato o visitare il sito www.romagnaliberty.it. Tutte le visite guidate hanno un costo di 2€ per l’assicurazione, mentre chi ha piacere può iscriversi all’associazione con una tessera annuale di 16€ che comprende assicurazione RCT H24 per danni causati con la bici anche al di fuori delle gite ufficiali.


Per informazioni: www.pedalandoecamminando.i t - info@pedalandoecamminando. it - cell. 334 9516245 fax. 0541 56311 | www.romagnaliberty.it




di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Italian Liberty & Art Nouveau, Tours sulla corrente della Belle Époque

www.italialiberty.it

ITALIAN LIBERTY & ART NOUVEAU

Link: www.facebook.com/italianliberty.artnouveau.tours

Una pagina facebook per mettere in evidenza le opere d'arte e architetture Liberty in Italia a confronto con dipinti, sculture, grafiche e architetture dell'Art Nouveau in Europa e nel resto del mondo.

Si tratta di uno strumento interattivo dove chiunque può farne parte e contribuire.

 Questa iniziativa fa parte del progetto ''Italia Liberty'' (www.italialiberty.it)


Da osservare anche il progetto ''The World Art Nouveau'': www.italialiberty.it/theworldartnouveau





di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
Scoperta una tela di Klimt



VEDI: http://www.flickr.com/photos/andreaspeziali/9684496979/

o www.italialiberty.it


di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI

 
LIBERTY un cognome che ha dettato uno stile. Grande mostra ai Musei San Domenico Forlì

Giorgio Kienerk

Dopo le due rassegne dedicate a Wildt nel 2012 e al Novecento nel 2013, continua, da parte della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, l’impegno ad indagare protagonisti ed ambiti del Novecento italiano. Dal 1 febbraio al 15 giugno 2014 presso i Musei San Domenico a Forlì, sarà allestita la mostra: LIBERTY, uno stile per l'Italia Moderna.

Come per tutte le esposizioni realizzate a Forlì l’occasione è anche un preciso legame con il territorio, da cui il percorso si estende in un ambito nazionale. L’Emilia e la Romagna sono state infatti una delle più significative officine italiane del Liberty, un gusto, uno stile, ma anche un modo di vita, una visione del mondo, che ha dominato l’Europa nell’epoca esaltante, per il suo slancio di rinnovamento, tra l’ultimo decennio dell’Ottocento e la Prima Guerra Mondiale.

Maggiori informazioni sul sito www.romagnaliberty.it, un portale dedicato all'arte Liberty in Romagna e in parte nell'Emilia.

Le sale dei Musei San Domenico ospiteranno una mostra che farà dialogare, con un allestimento basato sui rimandi, i confronti, e gli effetti spettacolari, la pittura con la scultura e le arti decorative, dalle vetrate ai ferri battuti, ai mobili, agli oggetti d’arredo, ai tessuti ed ai gioielli. Evidenziando certi temi e alcune soluzioni formali, sarà possibile tracciare una linea comune tra i dipinti di Boldini, Previati, Nomellini, Baccarini, Kienerk, Grubicy de Dragon, Segantini, Pellizza da Volpedo, Longoni, Sartorio, De Carolis, Marussig, Zecchin, Chini, Casorati, Mucha, Boccioni, Dudreville, Innocenti, Bocchi, Viani e le sculture di Bistolfi,  Ximenes, Trentacoste, Canonica, Rubino, Andreotti, Wildt, Martini, le vetrate e i ferri battuti di Mazzucotelli e Bellotto, le ceramiche di Galileo Chini, Baccarini, Cambellotti, Spertini, Calzi, i manifesti di Dudovich, Terzi, Hohenstein, sottolineando, attraverso un apposito apparato grafico, i rapporti con la letteratura, tra D’Annunzio, Pascoli e Gozzano. Ma anche con la musica di Puccini, Mascagni e Ponchielli. Sarà dunque possibile sottolineare i molti punti di incontro, come nella ricorrente metamorforsi tra la figura umana, il mondo animale e quello vegetale,  tra Liberty e Simbolismo.  I confronti europei non potranno prescindere da autori come  Klimt, Adler, Moser, Tiffany, Klinger, Boecklin, Van Stuck, Morris, Leighton.


Fonte: www.italialiberty.it/liberty-unostileperlitaliamoderna



di Andrea Speziali
visita il blog IL NOTIZIARIO DI ANDREA SPEZIALI



messaggi trovati: 5
 






     Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Responsabile: Matteo Bergamini
   Direttore Editoriale: Cesare Biasini Selvaggi
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com -fax: 06/89280277