3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
messaggi nuovi - senza risposta - tutti i forum

forum attiviARTE E POLITICA"ORO" una performance di Gabriele Mori come atto politico
<<precedentesegnala questo interventosuccessivo>>
"ORO" una performance di Gabriele Mori come atto politico

recensione della performance

"ORO" di Gabriele Mori

svoltasi il 22 novembre 2008
presso
Artsenal63, via S. Reparata 19 r, Firenze


Gabriele Mori è un artista poliedrico e in stretto contatto con esigenze espressive che, a mio avviso, non si limitano alla sola performance.
Tutti gli elementi sono stati montati da lui stesso in un intreccio di contaminazioni fra le note, i gesti e il senso delle parole, che di certo non ha lasciato indifferente il numeroso pubblico presente. Ci saranno dei video a documentare questa serata ma niente potrà sostituire questa occasione fatta di complessità, di "presenza" e "azione" del corpo umano oltre che intellettuale.
L' Oro simbolico della tela (infatti si trattava di foglie di ottone) sembrava sufficiente a se stesso ma i pennelli di Mori non hanno esitato ad aggredirlo, con sostanze acide di ogni sorta, in gesti repentini e sapienti: sembrava che dipingesse con colori invisibili, ma dall'iniziale invisibilità sono emerse fuori forme dal color terra bruciata e color sangue raggrumato, testimoni di un'alchimia in atto.
Una voce, accompagnata dalla musica, ci parla di questi palazzi (i simboli dei padri, dei doveri, delle repressioni) che si "costruiscono" contemporaneamente alla loro "costruzione" alchemica corrompendo l'Oro: una "meta-costruzione" e "corruzione" della materia dove si possono individuare molteplici livelli di lettura.
Poiché, come lo stesso Mori ci comunica, l' Oro, sul quale si sono fondate civiltà che potevano regolare la loro economia attraverso questo metallo (raro, durevole, separabile, ecc...) oggi non riveste più questo ruolo, facendo della carta-moneta un mezzo totalmente scollato dalla realtà e dal vero valore delle cose, ponendosi in uno spazio completamente diverso. Un problema che riguarda direttamente la nostra vita e l'intero globo.
Qui l'artista sente la necessità di rivendicare il suo valore, la sua importanza, come fonte di ricchezza reale, non asservita al potere delle banche centrali ed ai suoi sistemi. L'Oro, la "vera" moneta, dovrebbe coincidere con la libertà delle nazioni.
Eppure il potere economico virtuale, già in atto agli inizi del secolo XIX, è riuscito a corrompere anche ciò che sembrava incorruttibile come l'Oro; questo potere rappresentato da grattacieli mostruosi come torri di babele del capitalismo è riuscito a corrompere la tela.
Gabriele Mori in questa performance compie un gesto fortemente politico, anche se forse non da tutti avvertito come tale. Ma sono sicura che ognuno dei presenti ha portato con sé qualcosa, un'emozione, una riflessione particolare.
L'Artsenal dimostra ancora una volta di essere un luogo importante nel cuore della città per scambi artistici ed intellettuali che possano dare nuovo ossigeno alla scena culturale fiorentina...si tratta di uno spazio unico e aperto ad ogni espressione: per questo lo ritengo "vitale".

Altre notizie:
Gabriele Mori lo abbiamo già visto in stimolanti collaborazioni con poeti come Carmine Mangone, il 26 giugno 2008 sempre all' Artsenal63, con musiche dal vivo per flauto traverso e pittura dal vivo.
Anche la sottoscritta ha avuto la fortuna di coinvolgerlo in un reading/concerto, dal titolo "Correspondances", il 26 luglio 2008 presso la Fortezza Da Basso.

Ricordo che il prossimo spettacolo presso l' Artsenal63 dal titolo
"Qualcosa sta bruciando sotto le nostre teste. Saranno i nostri desideri?"
di Alessandra Moggi, con Floor Roberts e Silvia Tufano.
si svolgerà in due repliche domenica 7 e lunedì 8 dicembre_ore 19.oo e ore 21.oo_

Datura Martina Lo Conte_Firenze, 22 nov. 2008

links

www.a63.it
www.myspace.com/velvetdatura

foto: Datura Martina Lo Conte

Gabriele Mori, altre foto su www.myspace.com/velvetdatura
Rispondi a questo messaggio 
datura, 23/11/2008 19.05.27
<<precedentesegnala questo interventosuccessivo>>

utenti on line
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram