fino al 30.VII.2004 - Fuoriuso ’04 - Storytelling - Pescara, Ferrotel 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/06/2019
L'Adidas ha annunciato una capsule collection omaggio a Keith Haring
21/06/2019
La scuola di Twin Peaks verrà demolita a luglio
21/06/2019
Valentino Catricalà è il direttore della sezione arte di Maker Faire Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 30.VII.2004
Fuoriuso ’04 - Storytelling
Pescara, Ferrotel

   
 Dal cinema, alla TV. Dalla fiction, al documentario (con l’impareggiabile corollario della docu-fiction), alla fotografia, alla pittura. Per raccontare. Storie vere, vissute o inventate, sensazioni, considerazioni. Un fortunato filone affabulatorio? Germano Boffi 
 
pubblicato
Non è un mero atto di generosità, il guadagno del Ferrotel è quello di poter ritornare ad essere fremente di vita, stavolta di una vita che è pura energia, attraverso la rassegna d’arte contemporanea ideata da Cesare Manzo che da quindici anni propone al pubblico le opere di giovani artisti italiani ed internazionali.
Quest’anno l’esposizione ha come punto comune a tutti gli artisti il racconto (storytelling, per l’appunto). Alcuni segni del passato del vecchio palazzo -che pur di storie ne ha viste tante- sono raccontati dagli scatti di Barbara Tucci; le sue fotografie sono testimonianze di storie delle quali sono rimaste solamente tracce destinate a scomparireinevitabilmente.
Nella nostra epoca, segnata dall’avvento del cinema come settima arte non ci si stupirà se un sostanzioso filone di Fuoriuso’04 è costituito da video: il ragionare e sperimentare sulle potenzialità evocative della tecnica cinematografica caratterizza le opere di Marinella Senatore; l’attingere delle immagini legate in qualche modo al cinema per dare vita ad un racconto rinnovato è, invece, prerogativa di Luca Francesconi e Luigi Presicce.
Barbara Tucci, Senza titolo della serie Ferrotel, stampa lambda su compact
Dopo il cinema il mezzo televisivo. Alcune modalità di indagine da esso proposte e ormai familiari a tutti, attraggono l’attenzione di Francesco Jodice che sulla base di queste realizza un “vero” documentario su un vero fatto di cronaca.
I punti di vista dai quali vedere la realtà globale poi si moltiplicano, ora basandosi sulla specialità di una vita comune nelle tele di Laura Pugno e nelle fotografie di Maurizio Borzì ; ora basandosi sulle strutture e sulle dinamiche sociali nelle opere di Caterina Notte e nei video di Domenico Mangano, Chiara Pirito, Mariuccia Pisani, Robert Pettena. Da una dimensione corale, il racconto ne assume una più intima, fortemente individualistica nelle opere di Tarin Gartner e Andrea Mastrovito, Luca Francesconi, Come creare una donna, istallazione sfrenatamente esibizionistica nel video di Lucia Leuci che illumina con 1000 watt l’aspetto della rete comunemente visto da tutti, ma nella penombra. La relazione con l’ambiente circostante è indagata nelle fotografie di Donatella Spaziani, Rä Di Martino, Giuseppe Pietroniro.
Una bella istallazione è quella realizzata da Francesca De Rubeis, che richiama il kitsch di cui molte case sono permeate: lo fa giocando tra la dimensione estetica e quella più profonda della memoria, di cui -anche se non appartiene al nostro vissuto- avvertiamo la latente (ed incombente) importanza.

articoli correlati
Luigi Presicce a Villa Manin
Maurizio Borzì , Domenico Mangano e Andrea Mastrovito a Empowerment –Cantiere Italia
Giuseppe Pietroniro a Invocazione all’Orsa Maggiore, Roma

germano boffi
mostra visitata il 3 luglio 2004


Fuoriuso ’04 - Storytelling
Ferrotel, C.so V.Emanuele, (zona stazione centrale) Pescara
Orari: tutti i giorni dalle 17.00 alle 22.00. Chiuso il Lunedì
Ingresso libero
Informazioni: Associazione culturale Arte Nova tel. 085-297206 e-mail: info@fuoriuso.it
sito ufficiale: www.fuoriuso.it  
Catalogo e curatori: “Storytelling” Fuoriuso ’04 - a cura di Luca Beatrice


[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Germano Boffi
vedi calendario delle mostre nella provincia Pescara
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Caterina Notte, Cesare Manzo, Chiara Pirito, Domenico Mangano, Donatella Spaziani, Francesco Jodice, Giuseppe Pietroniro, Laura Pugno, Luca Beatrice, Luca Francesconi, Lucia Leuci, Luigi Presicce, Marinella Senatore, Mariuccia Pisani, Mastrovito, Robert Pettena, Rä di Martino, Tarin Gartner
 

4 commenti trovati  

22/01/2005
angela v
Le esibizioniste e gli esibizionisti il Beatrice nazionale poteva proprio risparmiarseli...

02/08/2004
nameless
Carissimo Germano, non ti offendere. E' stato rilevato l'errore? E' stato corretto? Bene! La disattenzione e' stata tua non mia. Abbiate un po' piu' di umiltà e senso dell'umorismo, voi collaboratori di Exibart. Si vive meglio. E poi non venirmi a dire di andarmi a guardare qualcosa di Mimmo e Francesco Jodice, li conosco tutti e due personalmente. La prossima volta bevi alla nostra salute.
cordialmente


01/08/2004
germano boffi
Mi viene da pensare che farsi qualche bicchiere di troppo nel caldo micidiale sia usanza, abbastanza criticabile, del poco attento commentatore. Voglio precisare anzitutto che i giovani artisti di cui parlo non sono "giovani" in quanto privi di esperienza, alcuni loro hanno un curriculum invidiabile, che mi hanno colpito anzi per la completezza artistico-concettuale di molte loro opere. Fatto questo, se il nome differente dei due artisti (Mimmo; Francesco) non dovesse bastare, consiglierei al poco attento commentatore di guardare o leggere qualcosa su MIMMO JODICE, uno dei maggiori fotografi italiani contemporanei, da confrontare poi con i cataloghi (non pochi) dove compaiono le schede critiche su FRANCESCO JODICE, bravo ma più giovane artista. Non posso neanche suggerire a questo (o questa) "nameless" di andare a VISITARE "Fuoriuso'04" poichè, per quest'anno, è terminata proprio ieri. Occasione perduta per mortificare la propria disattenzione di fronte alle opere in mostra.


21/07/2004
nameless
Mimmo Jodice in una mostra di giovani artisti italiani ed internazionali?! Spero si tratti di un lapsus dell'articolista in balìa di qualche bicchiere di troppo o del caldo micidiale! In caso contrario il vegliardo si metterebbe a scimmiottare il figlio!!
Non c'e' piu' religione...


Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram