Laurea honoris causa in Storia e critica dell’arte per Berengo Gardin e Vitta Zelman 3113 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
fotografia
PAUSE DI ATTENZIONE
senti chi parla
READING ROOM
CURATORIAL PRACTISES
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

Laurea honoris causa in Storia e critica dell’arte per Berengo Gardin e Vitta Zelman

   
   
 
pubblicato

A quasi cinquant'anni dalle lauree honoris causa conferite a Eugenio Montale e a Riccardo Bacchelli, la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Milano insignisce Gianni Berengo Gardin e Massimo Vitta Zelman della laurea honoris causa in “Storia e critica dell'arte”. L'ateneo torna a proporre l'importante riconoscimento scegliendo due personalità inscindibilmente legate a Milano, la cui opera, sia pure dai differenti versanti dell'ingegno creativo e della lungimirante sapienza imprenditoriale, ha mirabilmente segnato la cultura artistica ed editoriale della nostra città. Maestro del neorealismo fotografico, Berengo Gardin è tra le maggiori personalità della fotografia internazionale ed è punto di riferimento fondamentale anche per il mondo della comunicazione visuale. Nel 2008 gli è stato assegnato il Premio Lucie Award alla carriera. Figura di riferimento centrale nell'editoria d'arte internazionale, Massimo Vitta Zelman ha profondamente segnato - dapprima con Electa e in seguito con Skira - la cultura editoriale italiana contemporanea.


Cerimonia di consegna: lunedì 11 maggio 2009 - ore 16.00
Sala Napoleonica - Palazzo Greppi
Via S. Antonio, 12 - Milano
Info: 0250312983 -
anna.cavagna@unimi.it

[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Eugenio Montale, Gianni Berengo Gardin, Massimo Vitta Zelman, Riccardo Bacchelli

trovamostre