Laurea honoris causa in Storia e critica dell’arte per Berengo Gardin e Vitta Zelman 3052 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
PAUSE
DI ATTENZIONE
ALLONS ENFANT/13
IN RICORDO DI MARIO ONOFRI
I GALLERISTI SI RACCONTANO/4
reading room
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

Laurea honoris causa in Storia e critica dell’arte per Berengo Gardin e Vitta Zelman

   
   
 
pubblicato

A quasi cinquant'anni dalle lauree honoris causa conferite a Eugenio Montale e a Riccardo Bacchelli, la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Milano insignisce Gianni Berengo Gardin e Massimo Vitta Zelman della laurea honoris causa in “Storia e critica dell'arte”. L'ateneo torna a proporre l'importante riconoscimento scegliendo due personalità inscindibilmente legate a Milano, la cui opera, sia pure dai differenti versanti dell'ingegno creativo e della lungimirante sapienza imprenditoriale, ha mirabilmente segnato la cultura artistica ed editoriale della nostra città. Maestro del neorealismo fotografico, Berengo Gardin è tra le maggiori personalità della fotografia internazionale ed è punto di riferimento fondamentale anche per il mondo della comunicazione visuale. Nel 2008 gli è stato assegnato il Premio Lucie Award alla carriera. Figura di riferimento centrale nell'editoria d'arte internazionale, Massimo Vitta Zelman ha profondamente segnato - dapprima con Electa e in seguito con Skira - la cultura editoriale italiana contemporanea.


Cerimonia di consegna: lunedì 11 maggio 2009 - ore 16.00
Sala Napoleonica - Palazzo Greppi
Via S. Antonio, 12 - Milano
Info: 0250312983 -
anna.cavagna@unimi.it

[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Eugenio Montale, Gianni Berengo Gardin, Massimo Vitta Zelman, Riccardo Bacchelli

trovamostre