fino al 16.XII.2009 - Sorelle Coroneo - Cagliari, Palazzo Regio 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/12/2018
Stranger Things, dalla serie tv al videogioco in 16-bit
18/12/2018
Oscar 2019: Dogman fuori dalle nomination come miglior film straniero
17/12/2018
Scoperta in Egitto la tomba di un alto sacerdote, perfettamente conservata dopo 4mila anni
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 16.XII.2009
Sorelle Coroneo
Cagliari, Palazzo Regio

   
 L’abilità di due sorelle che si sono dedicate a trasformare semplici manufatti in piccole e significative opere d’arte. Partendo dall’ambito domestico, per giungere a esempi di raffinato Déco... Roberta Vanali 
 
pubblicato
Mosche bianche in un mondo quasi esclusivamente maschile, Albina (Cagliari, 1898-1994) e Giuseppina Coroneo (Cagliari, 1896-1978) si fanno interpreti di un’epoca senza temere il confronto con gli artisti d’oltremare, nonostante abbiano vissuto e operato quasi nell’ombra. La pregevole mostra allestita nelle sale di Palazzo Regio tenta di restituirle la fama che meritano, con oltre 70 opere tra bozzetti di moda, collage e pupazzi in buona parte inediti.
Sublime è l’impiego del cucito nell’accostare e sovrapporre fili, stoffe e passamanerie attraverso un rigore formale e una raffinatezza che sorprendono per la cura del dettaglio. Schive e disinteressate al mercato dell’arte, le sorelle Coroneo si resero inconsapevolmente complici di quel rinnovamento che le arti applicate si prestavano a condurre. Di quel connubio fra arte popolare e avanguardia che, affondando le radici nell’Arts and Crafts, elaborava in Sardegna, fin dal principio del Novecento, un gusto ispirato alla lavorazione di tappeti, filet e intaglio del legno. Con la variante che per le Coroneo l’unicità prende il posto della serialità, mutando di connotazione i manufatti, che divengono piccole opere d’arte.
La I Mostra dell’Artigianato (Cagliari, 1929) sarà occasione d’esordio per presentare al pubblico i collage di carta, scampoli di stoffa e panno Lenci di derivazione Déco, immediatamente apprezzati da Gio Ponti, Ubaldo Badas e Giuseppe Biasi. Un Déco che nulla ostenta di “rustico”, contrariamente a quanto scritto in precedenza; sono invece l’estrema sintesi e la raffinatezza formale a emergere, così come avviene nelle illustrazioni di contemporanei isolani come Edina Altara e Pino Melis.
Giuseppina & Albina Coroneo - Figurina con fico d’india - panno Lenci, ricami - anni ’30 - Fondazione Cavallini-Sgarbi, Ferrara
Agli anni ‘30 risalgono i “pupazzi” in abiti folkloristici, che subiranno nel tempo notevoli evoluzioni formali e stilistiche. Sarà infatti la Triennale milanese del 1940 a rappresentare l’affermazione per le due sorelle, che fra le altre esibiscono le originali quanto drammatiche figurine, definite all’epoca tragiche rievocazioni di vita. Derelitti e borderline che sembrano provenire dall’inferno esistenziale di Kate Kollwitz.
Il crudo espressionismo di personaggi dalle grandi mani, dai tratti somatici grossolani ridotti a maschere grottesche, non lontane dalle visioni di Ensor, sono lo specchio di un’epoca drammatica che culminerà con la guerra e che sarà devastante per le Coroneo, soprattutto dopo la distruzione di Cagliari nel 1943. Da allora sarà esclusivamente Giuseppina a portare avanti la creazione di nuovi pupazzi. Piccoli capolavori che descrivono il dolore di un’esistenza segnata dalla fame e dalla solitudine, con una deformazione sempre più sconvolgente.
Giuseppina & Albina Coroneo - Venti contrari - stoffa, filo metallico, terracotta, carta pesta, stoppia, legno - anni ’60 - coll. privata, Cagliari
Dal 1959 lavoreranno a tempo pieno nella bottega antiquaria del Corso Vittorio Emanuele, dove Giuseppina darà ancora vita ai suoi personaggi fino al 1978, anno della morte, seguita sedici anni più tardi da Albina. Scriverà Nicola Valle di Giuseppina: “È scomparsa senza farsi notare, come fosse stata inghiottita da quell’ombra e da quel silenzio, in cui, da viva, aveva preferito trascorrere le sue giornate”.

roberta vanali
mostra visitata il 21 novembre 2009


dal 21 novembre al 16 dicembre 2009
Giuseppina e Albina Coroneo - L’opera di due sorelle artiste-artigiane
a cura di Anna Maria Cabras
Palazzo Regio
Piazza Palazzo, 2 (zona Castello) - 09124 Cagliari
Orario: tutti i giorni ore 9-13 e 16-20
Ingresso libero
Catalogo Ilisso, € 38
Info: tel. +39 0704092428; 
mostracoroneo@tiscali.it

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Roberta Vanali
vedi calendario delle mostre nella provincia Cagliari
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Edina Altara, Gio Ponti, Giuseppe Biasi, Pino Melis, Sorelle Coroneo, Ubaldo Badas
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram