fino al 10.V.2009 - Extreme Beauty in Vogue - Milano, Palazzo della Ragione 3145 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 10.V.2009
Extreme Beauty in Vogue
Milano, Palazzo della Ragione

   
 Il palazzo a due passi dal Duomo diventa un tempio della moda. Sotto l’egida di Dolce e Gabbana, sfilano una manciata di donne, immortalate per “Vogue” da fotografi del calibro di Avedon e Newton. La bellezza sopra tutto...  
 
pubblicato
Noi, “della razza di chi rimane a terra”, stiamo a guardare. E quasi ci piace, per un sottile masochismo, sentirci tagliati fuori: spettatori passivi di un tempio dove, per entrare, bisogna esser stati prima consacrati vestali della crudele dea moda.
La mostra è di quelle che si ricordano, anche se forse più come evento che come esposizione artistica. Una mostra perfetta come una sfilata; e non poteva essere altrimenti, considerando che è stata voluta da Dolce e Gabbana, che l’ha curata l’executive fashion editor di “Vogue” Phyllis Posnick, che Jean Nouvel ne ha progettato l’allestimento e che Eva Respini ha contribuito come guest curator.
Varcando la soglia del Palazzo della Ragione si è avvolti dal buio, con un forte impatto scenografico. Sulle pareti è proiettata la scritta “Gloria Venustati”. Erwin Blumenfeld - Jean Patchett - gennaio 1950La gloria è quella trasmessa innanzitutto dallo spettacolare allestimento. Entrare nelle sale del Palazzo è come entrare in un tempio: istintivamente si abbassa la voce, ci si guarda attorno per scoprire qualche particolare inadeguato, si è assaliti da una sorta di timore reverenziale. Come in una chiesa, fanno da sottofondo canti liturgici, e ci si trova circondati da velluto rosso e da luci che prendono la forma di candele, mentre la croce torna come motivo nella realizzazione dei sostegni per le foto del piano sopraelevato.
Le opere, come rappresentazioni sacre di donne irreali, nel bene e nel male, che palesemente appartengono a un’altra dimensione rispetto alla nostra, sono esposte dentro nicchie, con davanti un inginocchiatoio. La venustas, tanto aggressiva da spingere talvolta lo spettatore a distogliere lo sguardo, è quella che raccontano, senza bisogno di spiegazioni o didascalie, le immagini scattate tra gli altri da George Hoyningen-Huene, Richard Avedon, Helmut Newton, Annie Leibovitz, Irving Penn: grandi maestri che hanno interpretato il mondo dell’immagine attraverso una loro propria estetica, tesa alla bellezza assoluta, tanto da esser portata all’eccesso e diventare quasi violenta in alcuni scatti.
Steven Klein - Strength Training - agosto 2006
Tra le fotografie, immagini di donne viste come super-eroi, per esempio la Wonder Woman di Steven Klein, che solleva da sola un camion (ma con vestito e guanti dorati); mentre la donna di Edward Steichen, in un dolcissimo bianco e nero, sembra volersi difendere, nascondendosi con le sue stesse braccia. Oppure la donna come bambola: nello scatto di Erwin Blumenfeld, Jean Patchett appare ritoccata all’estremo, fino a far scomparire la grana della pellicola e sembrare un disegno.

articoli correlati
Vanity Fair portraits alla National Portrait Gallery di Londra

alice cammisuli
mostra visitata il 12 marzo 2009


dal 3 marzo al 10 maggio 2009
Extreme Beauty in Vogue
a cura di Phyllis Posnick
Palazzo della Ragione
Piazza dei Mercanti (zona Duomo) - 20123 Milano
Orario: lunedì ore 14.30–19.30; da martedì a domenica ore 9.30–19.30; giovedì ore 9.30–22.30 (la biglietteria chiude un’ora prima)
Ingresso: intero € 6; ridotto € 4/3
Catalogo Skira
Info: tel. +39 02875672; www.dolcegabbana.it/extreme-beauty-in-vogue/


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di alice cammisuli
vedi calendario delle mostre nella provincia Milano
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Annie Leibovitz, Edward Steichen, Erwin Blumenfeld, Eva Respini, George Hoyningen-Huene, Helmut Newton, Irving Penn, Jean Nouvel, Jean Patchett, Phyllis Posnick, Richard Avedon, Steven Klein
 

trovamostre
@exibart on instagram