fino al 26.III.2011 - Nedko Solakov - Brescia, Massimo Minini 3069 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 26.III.2011
Nedko Solakov
Brescia, Massimo Minini

   
 Racconti di creature come oggetti spezzano il bianco delle pareti. In galleria un misterioso occhio, alla fine di un lungo cono di pelo bianco, guarda chi lo cerca... ginevra bria 
 
pubblicato
"Sembrano uguali ma non lo sono”, riporta una dicitura obliqua, scritta a mano in pennarello blu, al di sotto di due riccioli dorati appesi a parete. "Uno è più carino dell'altro benché l'altro sia più intelligente; il più pesante ha relativamente più curve mentre l'altro possiede un maggior numero di foglie argento-dorate; quello con maggior sense of humour è più stupido su base giornaliera; mentre quello con una cattiva coscienza è lo stesso che vuole rimanere attaccato all'altro per sempre e l'altro quasi probabilmente accetterà questo fatto.
Rispondendo a un ordine narrativo colloquiale, decorazioni lignee - in qualità di parti di altri parti - raccontano le storie sul bello da parte di Nedko Solakov (Tcherven Briag, 1957; vive a Sofia). Affabile e salmodiale, l'artista bulgaro utilizza gli spazi bresciani per impressionare. Le sue brevi favole sono messaggi e insegnamenti, ex voto formali che lavorano sull'essenza evitando di peccare per eccesso e densità. Piccole parabole, infatti, campeggiano scritte sul muro, recitando frasi in corsivo chiare come ricordi, esempi sintetici di vite vissute. I lavori esposti sono pochi e ben distribuiti. Il tema scelto, il vero filo conduttore del percorso è la bellezza, Beauty, come recita il titolo della personale.
Nedko Solakov - A Beauty 4 - 2000-2010 - materiali vari - cm 110x200x500 - courtesy Galleria Massimo Minini, Brescia
I cantagloria allusivi, posti a parete, neanche fossero un'antica galleria di ritratti, sono composti da dorati riccioli decorativi e curiosi residui metonimici. Parti di sostegni e abbellimenti usati da Solakov come pretesti oggettuali, passaggi per aderire al registro descrittivo dell'invenzione. La doratura di alcuni elementi decorativi lignei funge da elemento in sovrappiù attributore di bellezza, motore fantasioso di ossessioni e gelosie.
A testimoniare lo scenario di questo palcoscenico immaginato restano le parole tracciate sull'intonaco con il pennarello blu. Frasi rigorosamente in inglese ed errori sintattici contornano gli elementi pseudobarocchi estratti da Solakov per inventare a loro volta cornici, contorni che mettono in dialogo riccioli e volute di vecchi mobili come fossero volti di attori. Ma la vera première beauté della mostra è un enorme cono peloso posto a terra (A Beauty 4). Un solido bianco e morbidissimo all'interno del quale è possibile guardare all'interno, nella sua pancia scura, solamente abbassandosi fino a rimanere in ginocchio.
Nedko Solakov - Cornered Beauty #5 (They look the same, but...) - 2011 - oggetto trovato, testo su muro - cm 123x98x13 - courtesy Galleria Massimo Minini, Brescia
Un altro insegnamento di Solakov che poco oltre, su un angolo, scrive: "C'erano una volta due belle scene pastorali (stese) su due pannelli verticali, ma un giorno furono ricoperte d'oro, che è ugualmente bello benché li faccia sembrare più freddi e distanti. I due ricchi ornamenti volanti sono stati fuori dai loro contesti per molti anni e adesso, appesi qui, sembrano essere anche molto più alieni al loro contesto. Loro non hanno scelta, benché ‘sorvolare’ i due mediocri pannelli appena dorati sia l'unico lavoro che siano riusciti a trovare (in 16 mesi). Tutti assieme hanno un raggio di speranza, dato che questo testo potrebbe unificarli in un solo angolo sensibile, pezzo la cui sola intenzione è quella di sembrare bello e di essere venduto perché denso di significato.

articoli correlati
Solakov alla Galleria Borghese

ginevra bria
mostra visitata il 12 febbraio 2011


dal 12 febbraio al 26 marzo 2011
Nedko Solakov - Beauty
Galleria Massimo Minini
Via Apollonio, 68 - 25128 Brescia
Orario: da lunedì a venerdì ore 10.30-19.30; sabato 15.30-19.30
Ingresso libero
Info: tel. +39 030383034; fax +39 030392446;
info@galleriaminini.it ; www.galleriaminini.it

[exibart]

 

 

 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di ginevra bria
vedi calendario delle mostre nella provincia Brescia
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: ginevra bria, Massimo Minini, Nedko Solakov
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram