fino al 10.VI.2011 - Lisa Solomon – Donatella Spaziani - Fleeting Beauty - Milano, Nicolet... 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2019
È morto Philippe Zdar dei Cassius
19/06/2019
Tracce di assenza. All'Hotel Hilton Molino Stucky di Venezia le opere di Mimmo Catania
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 10.VI.2011
Lisa Solomon – Donatella Spaziani
Fleeting Beauty
Milano, Nicoletta Rusconi

   
 A generare piacere estetico ci vuole coraggio. Fugace nel titolo e discreta nelle opere, la bellezza si afferma ma non si urla, per non rischiare di trasformarla nel suo contrario... anita fumagalli 
 
pubblicato
Buona parte della produzione artistica da fine ‘800 ad oggi ci ha graffiato gli occhi e con essi l’ideale di bellezza, modellando il gusto contemporaneo. L’effetto? Restare delusi di fronte ad opere piacevolmente pacate a cui non è estranea la componente decorativa. Vi si può attribuire una mancanza di forza. Oppure acuire la propria sensibilità. Oltre la doppia porta della galleria Nicoletta Rusconi  è silenzio e luce: l’atmosfera ideale per entrare in risonanza con le opere delicate di Donatella Spaziani (Ceprano, Frosinone 1970) e Lisa Solomon (Tucson, Arizona 1973). Per cominciare, quadretti fotografici della stanza dell’artista frosinate in trasloco affacciata su strada e sopraelevata, intervallati da tavole di una cartina di Roma – esterno ideale ed universale – abitate da sagome nere, "amanti”, ombre intrecciate e fuse. Luoghi che entrano a far parte di noi stessi e delle nostre relazioni con una tensione interiore aerea a varcare il confine tra interno ed esterno (Roma 2010).
Donatella Spaziani, Grammatiche fossili, 2007, pelle di vitello su gesso, dimensioni variabili
Una sagoma nera accucciata dalle proporzioni e posizione infantile su carta da parati da cameretta sembra allacciarsi allo stesso tema: ombra, segno autonomo di un passato che anche in una stanza abbandonata continua ad avere forma. Ancora carta parati floreale dentro 5 cornici e dentro ad esse riquadri oscurati dal tratto fitto del lapis aperti su uno o più lati, un Ambiente domestico ispirato alla Domus Aurea visto al contempo in pianta e nella decorazione delle pareti che rievoca grottesche neroniane. Compresenza di piani normalmente scissi: layout grafico ed ornamento; stilizzazione impersonale e interni familiari. A centro stanza corsetti vuoti riproducono e non correggono forme imperfette - corpi affetti da malformazione – e in loro assenza le rendono immagini consacrate di bellezza (Grammatiche fossili). Geometrie ripetute ritornano nelle opere di Lisa Solomon sotto forma di centrini colorati, dipinti alle pareti o ricamati all’uncinetto ad avvolgere e contenere sfere di vetro. 

Lisa Solomon, Dimethylmercuryin, 2011, uncinetto e vetro, cm 43x23x13
Molecole fragili, leggere, trasparenti di veleni letali: invitanti neurotossine di cui basterebbe sentire il profumo dolce per subirne gli effetti (Dimethylmercuryin); armi chimiche derivate dall’arsenico, vescicanti e irritanti polmonari all’aroma di geranio (Lewisite). In un angolo i centrini si fanno più scuri direttamente attaccati alla parete, come ragni con esili zampine di spillo o come inquietanti ragnatele che ad essi rimandano. Gli stessi ricami su carta da lucido paiono ingrandimenti colorati di vetrini visti al microscopio e poi ancora, in bianco e nero, negativi fotografici simili a cristalli di neve nella notte, rappresentazione in realtà di chiazze di deforestazione in Amazzonia (Tierras Bajas). Due artiste ed un invito: a guardare la realtà non per mezzo della denuncia che fa distogliere gli occhi e le responsabilità, ma attraverso la bellezza che suscita interesse, che stimola a preservarla, ad amare anche quella che solitamente chiamiamo imperfezione.
   

articoli correlati:

Marina Paris, Roma, Palazzo Valentini

Donatella Spaziani – Sans Titre


anita fumagalli
mostra visitata il 20 aprile 2011



dal 1° aprile al 10 giugno 2011
Lisa Solomon, Donatella Spaziani – Fleeting Beauty
A cura di Marinella Paderni
Galleria Nicoletta Rusconi

Corso Venezia, portone antecedente il 22 (zona Palestro-San Babila) - 20121 Milano

Orario: da martedì a sabato ore 11-19 (potrebbero variare, verificare via telefono)

Ingresso libero
Info: tel. +39 02784100; fax +39 0277809369;
info@nicolettarusconi.com; www.nicolettarusconi.com


[exibart]


 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di anita fumagalli
vedi calendario delle mostre nella provincia Milano
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: anita fumagalli, Donatella Spaziani, Lisa Solomon, Marinella Paderni, Nicoletta Rusconi
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram