fino al 14.X.2010 - Berend Strik - Napoli, Blindarte 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Il Ninfeo degli Specchi torna alla luce, con zampilli e scherzi d'acqua
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 14.X.2010
Berend Strik
Napoli, Blindarte

   
 L'atto di cucire come un gesto caldo, ma nordico nel suo essere intimo. Ago e filo su tela per reinventare la morfologia di una stampa. Cortocircuiti psichedelici e cieli pezzati... giuseppe sedia 
 
pubblicato
Tagliare, strappare, incollare ma anche cucire, come nel caso Beren Strik (Nijmegen, 1960; vive ad Amsterdam). L'intervento sul tessuto, cavallo di battaglia di numerosi artisti del secolo scorso, riveste nei lavori dell'olandese un carattere affettivo, intimista, nordico, lontano dal furore iconoclasta delle avanguardie. Un tentativo se non altro di ricucire - almeno sul piano platonico - un rapporto con la pittura su tela. L'atto di cucire spogliato dal suo freddo involucro di arte applicata si configura allora come un gesto caldo, conciliatorio.
Le stitched photograph di Strik sono lì a dirci che l'artista non vuole concedersi nessuno strappo con la tradizione. Una buona metà delle stampe cromogeniche, basate sul tradizionale processo di sviluppo da negativo a positivo, sono state ricucite su tela prima di subire ulteriori interventi ad ago e filo.
Il cucito sembra assolvere a due funzioni principali, talvolta sperimentate sulla stesso supporto, dando vita a una forma di decorativismo accattivante, fantasioso, sintetico come le fibre lucide applicate su stampa.
Berend Strik - Trumpets - 2006 - ricamo su c-print - cm 65x105 - courtesy Blindarte contemporanea, Napoli
Il cucito si configura allo stesso tempo come un gesto astrattizzante che reinventa la morfologia delle immagini, come nel cielo pezzato di One Eyed Architecture, ma anche come un gesto referenziale che segue talvolta in modo docile alcuni dettagli del soggetto, isolandoli dalla trama principale della stampa. Si veda nel secondo caso il vecchio trombettista di Trumpets, quasi un soggetto da secentismo fiammingo-olandese ritratto in un ambiente domestico, segnato da una matassa di cuciture che seguono senza ghirigori la linea di contorno degli oggetti di scena.
Il patchwork grigio e nero che getta nel buio alcune porzioni della villetta attrezzata e soleggiata dell'interessante Israeli House sembra invece un riferimento alle tante zone d'ombra nei rapporti fra israeliani e palestinesi. Nel dittico The face in the building or History crying la sovrapposizione della stampa colorata del sontuoso interno di una sinagoga con le tessiture policromatiche di Strik producono alla vista un cortocircuito psichedelico di forme e colori, accentuato dalla foggia vagamente spiraliforme della trama.
Berend Strik - Israeli House - 2009 - ricamo su c-print - cm 80x120 - courtesy Blindarte contemporanea, Napoli
Dulcis in fundo
la presenza provvidenziale di un assemblaggio della serie delle Violated depiction, esposte in massa da Jack Tilton a New York, dovrebbe scoraggiare la critica nostrana nell'affibbiare a Strik il patentino di "artista delle stampe cucite".

articoli correlati
Con Silvia Chiarini a Napoli

giuseppe sedia
mostra visitata il 29 giugno 2010


dal 24 giugno al 14 ottobre 2010
Berend Strik - Transfixed Stitched Photographs
BlindArte Contemporanea
Via Caio Duilio, 4/d (zona Fuorigrotta) - 80125 Napoli
Orario: da lunedì a venerdì ore 10-13 e 16-19
Ingresso libero
Info: tel. +39 0812395261; fax +39 0815935042;
info@blindarte.com; www.blindarte.com

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di giuseppe sedia
vedi calendario delle mostre nella provincia Napoli
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Berend Strik, giuseppe sedia, Jack Tilton, Silvia Chiarini
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram