fino al 30.I.2005 - Alex Pinna – Hombre - Terni, Galleria Ronchini Arte Contemporanea 3085 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 30.I.2005
Alex Pinna – Hombre
Terni, Galleria Ronchini Arte Contemporanea

   
 Un uomo e la sua ombra. Pare un dramma pirandelliano, invece è la dimensione ludico fiabesca di Alex Pinna. Che questa volta gioca con un particolare inquietante. E mette in scena un dialogo impossibile… massimo mattioli 
 
pubblicato
I protagonisti sono sempre loro, i sottili hombre che ormai sono divenuti la cifra espressiva dell’opera di Alex Pinna (Imperia, 1967; vive a Torino). Ma l’elemento centrale delle opere esposte in questa mostra, otto sculture ed un grande dipinto, sono in realtà le loro «ombre», che l’artista ritaglia nel piombo, dotandole di un’evidenza plastica che le carica di significati metafisici.
È questo l’ultimo approdo di un certo percorso di sublimazione introspettiva, che ha portato l’artista a reinterpretare le libere digressioni nel suo mondo ludico e fiabesco degli esordi, dove il gioco diveniva una facile metafora di situazioni reali, di problematiche umane, sociali.
Alex Pinna – Hombre – 2004
«Il silenzio mi piace perché è parte importante del gioco»
, dichiara ora Pinna, nel dialogo con Maurizio Sciaccaluga pubblicato nel volume edito in occasione della mostra, «dieci anni fa avevo bisogno di vivere all’interno del ciclone, mentre oggi preferisco mantenere una posizione laterale…». Un percorso che ha avuto passaggi intermedi: già nella mostra allestita nella stessa Galleria Ronchini nel 2002 (curata da Alessandra Galletta) si avvertiva l’esigenza di un ripiegamento riflessivo, ma allora i personaggi, variamente adagiati su grandi lune bianche fluttuanti nello spazio, toccavano le corde della poesia; ora invece regna un certo senso di inquietudine, accentuato dalle linee nette, dai piani cromatici decisi. Laddove Alberto Giacometti si affidava alla portata espressiva della materia, Pinna, che col grande scultore si dichiara debitore, anche formalmente, gioca sull’evocazione, sulle suggestioni oniriche dei personaggi che sembrano dialogare con le loro ombre. Quasi prigionieri di questa propria dimensione trascendente.

massimo mattioli
mostra visitata il 4 dicembre 2004


Alex Pinna – Hombre
Ronchini Arte Contemporanea, piazza del duomo 3, 0744.423656, info@ronchiniarte.com , www.ronchiniarte.com , tutti i giorni 17-20 / dom 11-13.
Catalogo “alex pinna lavori 1998-2004”, Silvana Editoriale, Milano, con testi di Luca Beatrice, Giannella de Muro, Maurizio Sciaccaluga e Ivan Quadroni


[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di massimo mattioli
vedi calendario delle mostre nella provincia terni
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Alberto Giacometti, Alex Pinna, Luca Beatrice, Massimo Mattioli, Maurizio Sciaccaluga
 

2 commenti trovati  

11/01/2005
alex pinna
porcomondo che bel complimento..........grazie grazie grazie.
alex


11/01/2005
Kapo
Seguo Alex Pinna ormai da qualche tempo e credo possa essere considerato come un artista vero.
Bravo Alex


Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram