Fino al 31.I.2001 - Domenico Mangano – Voyage extraordinaire de J. - Palermo – Cantieri cu... 3100 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/06/2019
È morto Philippe Zdar dei Cassius
19/06/2019
Tracce di assenza. All'Hotel Hilton Molino Stucky di Venezia le opere di Mimmo Catania
19/06/2019
Ad Alberto Angela la laurea honoris causa dell’Università Suor Orsola di Napoli
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 31.I.2001
Domenico Mangano – Voyage extraordinaire de J.
Palermo – Cantieri culturali alla Zisa e vie della città

   
 Sulle strade di Palermo, per i prossimi quindici giorni, appariranno, accanto a quelli noiosi delle campagne politiche e commerciali, dei manifesti pubblicitari molto singolari: non pubblicizzano niente, sono delle opere d’arte...  
 
pubblicato
Questo intervento che sembra confermare le ultime tesi di Mario Perniola sull’idea dell’arte contemporanea sempre più ricondotta sul piano di un puro processo di comunicazione di massa, è la realizzazione del progetto-premio “Il Genio di Palermo”, del giovanissimo fotografo e videomaker Domenico Mangano.Un premio alla creatività e alla profondità complessiva del lavoro, che è stato assegnato questa estate da una prestigiosa giuria internazionale al termine di quello che appare sempre di più un consolidato ed imperdibile appuntamento con i fermenti creativi della città: “Il Genio di Palermo.Studi aperti degli artisti”, iniziativa ideata da Eva di Stefano, che ne è stata curatrice assieme con Paola Nicita ed Ida Parlavecchio.L’intervento di Domenico Mangano si intitola “Voyage extraordinaire de J.”, dove J., sta per Jesus, ma che forse per qualche timore di apparire blasfemo l’artista abbrevia, schermendosi dietro l’idea forse un po’ artefatta che si tratti di una “finzione patafisica in un mondo sciocco e assurdo com’è quello della pubblicità”.

Le fotografie raffigurano un personaggio sfocato, preso di spalle, ma dalla fisionomia familiare -è in realtà una statuetta di gesso colorato di Gesù, molto diffusa nelle case popolari palermitane -, che osserva dei contesti cittadini molto comuni, ma che presentati come la visione incantata e benevola di questo singolare personaggio, acquistano un’aurea particolare e ci invitano ad una riflessione dall’accentuato lirismo. Il mercato della carne, con il tripudio degli agnelli appesi nelle macellerie della Vucciria, le scritte sui muri, l’ingresso di una povera moschea di quartiere, le insegne dei negozi, una sala giochi di periferia, i cartelloni pubblicitari, una fognatura a cielo aperto che sfocia nel mare. E’ uno sguardo sereno sulla realtà che ci circonda quotidianamente e che spesso ci trova insensibili, ma che lascia adesso trasparire una luce nuova. E’ “lo sguardo della disappartenenza”, come dice Eva di Stefano, essendo tra l’altro il rapporto degli outsiders con il mondo, un tema ricorrente nei lavori di Domenico Mangano, come ad esempio ne “La storia di Mimmo”, il video quasi documentaristico sulle giornate di suo zio, malato di mente, nel quartiere popolare della Vucciria, un’opera che è stata molto apprezzata dalla giuria de “Il Genio di Palermo” e che quasi certamente lo ha decretato vincitore. J. è quindi anche lui un outsider.

E’ nel mondo ma non interagisce pienamente con esso, lo osserva e sembra stupirsi degli aspetti più prosaici della nostra realtà, intravedendo e lasciandoci intravedere una insolita poesia. Può essere suggestivo ricordare che il poeta americano Ezra Pound nelle sue lettere dalla Sicilia indicava Gesù Cristo proprio con la lettera J seguita da un punto.

Articoli correlati:
Il Genio di Palermo
Il genio di Palermo. Studi aperti degli artisti, terza edizione



Ugo Giuliani



Palermo – Voyage extraordinaire de J., Cantieri culturali alla Zisa (via Paolo Giri) e altre vie della città (spazi pubblicitari offerti dalla Damir), a cura di Eva di Stefano, Paola Nicita, Ida Parlavecchio. La manifestazione è promossa dall’assessorato alla cultura del Comune di Palermo in collaborazione con Wind, ed è organizzata da Sintesi Cultura. E’accompagnata da un catalogo bilingue (italiano/inglese) con testi delle curatrici. Orari mostra ai Cantieri (Grande Vasca): martedì a domenica ore 10/14 e 16/20; sabato ore 10/14 e 16/22; lunedì chiuso. Ingresso gratuito.
Fino al 31 gennaio 2001




[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Domenico Mangano, Eva di Stefano, Ezra Pound, Ida Parlavecchio, Mario Perniola, Paola Nicita, Rossi
 

3 commenti trovati  

14/11/2004
axxx, pa
ma sta CASA xfavore la possiamo demolire...


06/05/2002
c.a.s.a., italia
buffone lui e basta

21/03/2001
VITO VIOLA, PARTINICO(PA)
http://WWW.VIOL.INTERFREE.IT
CREDO CHE DOMENICO MIO CARISSIMO COMPAGNO DI VIAGGIO, ABBIA CENTRATO IL VALORE PIU' PROFONDO CHE L'IMMAGINE OGGI TENDE AD ESSERE NON AGGIUNGO ALTRO SEMPLICEMENTE GRANDE.

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram