fino al 26.V.2007 - Alex Pinna - Modena, Galleria San Salvatore 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/03/2019
Bolzano29 è il nuovo spazio di Milano dove far circolare idee
25/03/2019
Una nuova identità per l'ex Manifattura Tabacchi di Cagliari. 5mila euro al vincitore
23/03/2019
Un nuovo investitore per Wopart. Alberto Rusconi punta sulla fiera di Lugano
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 26.V.2007
Alex Pinna
Modena, Galleria San Salvatore

   
 Aspettano seduti su un gigantesco totem di corda, si arrampicano su scale circolari, si appoggiano al muro, condividendone la stessa natura. E, infine, dormono, appesi a pioli, in posizioni precarie... giulia pezzoli 
 
pubblicato
L’elemento narrativo dell’opera di Alex Pinna (Imperia, 1968) ha origine dalla natura stessa dei suoi personaggi. Collodianamente fiabesche e fragili, le sue creature si muovono a grandi passi lasciando dietro di sé la materia di cui sono fatte e, nello stesso tempo, raccogliendone altra per un nuovo slancio. Il loro costante movimento e le loro forme morbide e abbozzate richiamano l’estetica del disegno animato e sembrano mettere in scena la tridimensionalità improvvisamente acquisita da uno sketch. Disegni, sculture in corda, in ceramica, in plexiglas e bronzo si spargono nello spazio della galleria uniti dall’unica linea che li ha generati in un attimo d’improvvisazione. Le loro ombre, disegnate o reali, diventano estensioni della materia nella materia, includono l’esterno e si dissolvono in esso in un flusso continuo e circolare. Il tempo si ferma per un istante e l’ironia della sorte/artista decide l’attimo immortalato, quasi sempre quello che precede (o segue) un accadimento saliente, magari un piccolo gesto eroico nel nostro quotidiano.
Gli eroi di Pinna sono persone comuni, sono uomini che di canonicamente eroico hanno poco o nulla poiché vivono una dimensione intima troppo presente per essere ignorata. Sono figure ritratte in attimi di meditazione, in una sorta di stato di coscienza superiore, di “rivelazione” personale. Anti-monumentali, timidi e discreti i suoi lavori permettono all’osservatore di avvicinarsi e di giocare per un attimo, riconoscendosi in loro. L’ironia e il sarcasmo che caratterizza i tre Heroes (2006 e 2007) in mostra deriva dal loro procedere inquieto nel mondo reale, quello aggressivo della tridimensione che li isola e li allontana dalla meta.
Alex Pinna, Equilibrio, 2004 - Acrilico su resina e plexiglass - 30 x 8 x 8 cm - Courtesy Galleria san salvatore art project
Se invece rimangono imprigionati nei piccoli acquerelli, come nel caso degli Hombre (2004) la loro forza sembra aumentare, si avvicinano in modo più evidente al mondo dei cartoon e qui rimangono fedeli al loro universo e forse salvi, anche se probabilmente non per sempre. Dalle filiformi figure di Alberto Giacometti al personaggio dei caroselli inventato da Osvaldo Cavandoli, alle influenze dell’estetica del cinema d’animazione, i lavori di Pinna ibridano le loro fonti d’origine, si mescolano e sconfinano. Abitando però tutti lo stesso etereo e silenzioso universo.

articoli correlati
Alex Pinna in mostra a Napoli
L’artista in una personale milanese

giulia pezzoli
mostra visitata il 21 aprile 2007


dal 21 aprile al 26 maggio 2007 - Alex Pinna - Heroes
Galleria San Salvatore Art Project, via Canalino 31 - 41100 – Modena
info +39 059244943 – info@galleriasansalvatore.it - www.galleriasansalvatore.it - Ingresso gratuito – da mercoledì a venerdì dalle 17 alle 19.30; sabato dalle 15.30 alle 19.30 e su appuntamento


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di giulia pezzoli
vedi calendario delle mostre nella provincia Modena
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Alberto Giacometti, Alex Pinna, giulia pezzoli, Osvaldo Cavandoli
 

1 commento trovato 

11/05/2007
c.a.s.a.
che noia!basta

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram