restauri - Il David di Donatello si accende d’oro 3083 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/06/2019
Il documentario dei Beastie Boys realizzato per i 25 anni di “Ill Communication”
17/06/2019
Un bambino di tre anni ha distrutto un’opera di Katharina Fritsch ad Art Basel
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

restauri
Il David di Donatello si accende d’oro

   
 Bronzeo, certo, ma solo sotto la doratura. È in dirittura d’arrivo il restauro del capolavoro di Donatello. Mostrerà nuove lucentezze e pure qualche pecca. Perché nel Quattrocento la fusione... Roberta Vanali 
 
pubblicato
Sono esigue le fonti che menzionano l’opera. Fra queste, la più antica risale al resoconto del matrimonio di Lorenzo De Medici con Clarice Orsini nel 1469. Quando fu collocata su “una colonna bellissima” nel cortile di Palazzo Medici per poi esser trasferita a Palazzo Vecchio. Commissionata da Cosimo De Medici, la sua realizzazione si colloca tra il 1434 e il 1443, ossia dopo il soggiorno romano dell’artista e successivamente al rientro di Cosimo dall’esilio. Ebbene sì, parliamo del magnifico David bronzeo di Donatello. Mercurio ellenistico dai tratti somatici popolari - e non più eroe biblico come la precedente versione marmorea - che indossa soltanto un cappello con serto d’alloro, sandali e gambali e che, nonostante l’espressione efebica e la posa decontratta, s’impone fiero sulla testa appena mozzata di Argo. CDonatello - David - 1434-43 ca. - Museo del Bargello, Firenzeon estrema tensione interiore e vitalità. Non a caso il Vasari lo definisce “tanto naturale nella vivacità e nella morbidezza”.
Iniziato il 26 giugno dello scorso anno, diretto da Beatrice Paolozzi Strozzi ed eseguito da Ludovica Nicolai con l’apporto dell’Opificio delle Pietre Dure, il restauro del David volge oramai al termine. Eseguito nel salone donatelliano del Museo del Bargello (visibile anche online) e finanziato con 200mila euro dalla Protezione Civile, si tratta del primo intervento di pulitura considerevole a causa del deterioramento provocato dalla lunga esposizione all’esterno e da apporti del passato assolutamente inadeguati. Anticipato da approfondite indagini diagnostiche, l’intervento sulla superficie - incrostata da sovrapposizioni di polvere e incerature mineralizzate che hanno occultato per secoli il vero colore e in particolare le dorature “a missione” - è avvenuto attraverso una pulitura meccanica con microscopio e bisturi, nelle parti scure, e l’uso localizzato del laser nella foglia oro superstite. Schiarendo sostanzialmente la statua, evidenziandone i dettagli nelle decorazioni di elmo e calzari e “accendendo” i punti di doratura.
Il restauro ha lasciato emergere anche i punti più fragili e i difetti della fusione del bronzo, tecnica di cui si era completamente perso l’uso in epoca medievale. Coadiuvata da un nuovo impianto d’illuminazione e da un catalogo che raccoglie le novità emerse durante il restauro, l’opera sarà presentata al pubblico il 28 novembre in occasione della Festa della Toscana.

articoli correlati
Il ritorno d’Amore al Museo Nazionale del Bargello

roberta vanali

*articolo pubblicato su Grandimostre n. 1. Te l’eri perso? Abbonati!


Donatello - David
Museo del Bargello - Salone di Donatello
Via del Proconsolo, 4 - 50122 Firenze
Orario: da martedì a domenica ore 8.15-18
Info: www.polomuseale.firenze.it/restaurodonatello


[exibart]


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Roberta Vanali
vedi calendario delle mostre nella provincia Firenze
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Beatrice Paolozzi Strozzi, Donatello, Ludovica Nicolai
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram