fino al 6.III.2009 - Alex Pinna - Genova, Guidi & Schoen 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 6.III.2009
Alex Pinna
Genova, Guidi & Schoen

   
 Il nuovo progetto di Pinna, per la seconda volta nella galleria ligure. Dal disegno alla scultura, dalla matita alla realizzazione plastica d’idee. Che raccontano di presenze-assenze, essenzialità e invisibilità, luci e ombre... alice cammisuli 
 
pubblicato
L’essenziale è invisibile agli occhi”, dice la volpe al Piccolo Principe. Lo cita Alfredo Sigolo nel testo introduttivo alla mostra Nella mia matita c'è un foglio; lo riprende chi scrive con un po’ d’attenzione al senso della mostra e un po’ di nostalgia per il tempo in cui leggeva il romanzo, nelle orecchie una vecchia canzone che raccontava di quelle “impercettibili sfumature e lì in mezzo siamo noi coi nostri mondi in testa tutti ostili e pericolosamente confinanti”.
Alex Pinna (Imperia, 1967; vive a Milano) sembra proprio raccontare la realtà che sta fra la luce e l’ombra. Lo fa con la scelta delle tonalità che si confondono, con le forme che si compenetrano, senza trovare un netto punto di fine o d’inizio, con le luci sapientemente allestite negli spazi della galleria, che si trasforma in quinta teatrale.
Nello spazio espositivo le diverse sculture, viste nel complesso, aAlex Pinna - Heroes (particolare) - 2008 - bronzo patinato - cm 13x40x77ppaiono come un’unica grande installazione, composta da molteplici materiali dalla consistenza più o meno definita e tangibile. Così, queste “impercettibili sfumature” sono giocate tra il nero dei profili, il bianco di un dado, il non essere pur essendoci di un’ombra, la presenza di un muro come sfondo necessario. Variano tra diverse dimensioni: dai due metri del bronzo Punta alla perla appoggiata sull’opera Alba. Sfruttano tecniche diverse: i nodi di lana in Feltrone, la ceramica smaltata in Eclissi, i bronzi e metalli degli Heroes.
L’artista suggerisce, l’allestimento indirizza; ma poi è chi guarda a esser chiamato a dare un senso a ciò che ha di fronte, ed è in questo che prendono vita quei “mondi” di cui si scriveva. A volte sono modi di sentire lontani e legati a esperienze personali, altre raccontano della condivisione di sentimenti universali: la stessa solitudine disperata delle opere di Alberto Giacometti, degli intricati grovigli della mente di Emilio Scanavino, del mondo interiore sospeso tra primitivismo e magia di Mimmo Paladino.
Ma c’è di più: una strizzata d’occhio alla Metafisica come punto di partenza nella costruzione delle linee e degli spazi, e il gusto magrittiano del ribaltare ironicamente i punti di vista, giocando con le parole.
Alex Pinna - Alba - 2008 - bronzo patinato e perla - cm 13x5x21
Come nota anche il curatore della mostra, il lavoro di Pinna è stato spesso assimilato a quello dei grandi maestri sopra citati. Niente di riduttivo. Solo una sensibilità comune all’uomo moderno e un linguaggio pulito quanto diretto nell’esprimerla.

articoli correlati
Pinna da Ermanno Tedeschi a Torino e Milano

alice cammisuli
mostra visitata il 7 febbraio 2009


dal 6 febbraio al 6 marzo 2009
Alex Pinna - Nella mia matita c'è un foglio
a cura di Alfredo Sigolo
Guidi & Schoen
Vico della Casana, 31/r (centro storico) - 16123 Genova
Orario: da lunedì pomeriggio a sabato ore 9.30-12.30 e 16-19.30
Ingresso libero
Catalogo disponibile
Info: tel. +39 0102530557; fax +39 0102474307; info@guidieschoen.com; www.guidieschoen.com


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di alice cammisuli
vedi calendario delle mostre nella provincia Genova
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Alberto Giacometti, Alex Pinna, Alfredo Sigolo, Emilio Scanavino, Mimmo Paladino
 

3 commenti trovati  

22/03/2009
Alice Cammisuli
sempre peggio cosa?

a proposito della biennale, in ogni caso, credo sia meglio vederla prima di giudicarla: per una questione di onestà intellettuale e soprattutto perchè trovo assolutamente superficiale esprimere opinioni in base a sterili pregiudizi.


24/02/2009
coriandila, it
da beatrix biennale!


23/02/2009
sandro
sempre peggio!

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram