Undicesima edizione per Movin'Up: mobilità nel mondo per giovani artisti italiani 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Undicesima edizione per Movin'Up: mobilità nel mondo per giovani artisti italiani

   
   
 
pubblicato

_ info sul servizio .:. tariffe .:.  archivio by Exibart.com _

[08|04|2009] |||arte contemporanea/concorso

Undicesima edizione per Movin'Up: mobilità nel mondo per giovani artisti italiani
 

MOVIN’UP 2009

Dopo il crescente successo delle precedenti edizioni torna anche per il 2009 il progetto DE.MO./Movin’Up: bando di concorso rivolto ai giovani creativi tra i 18 e i 35 anni di età che sono stati invitati da istituzioni culturali, festival, enti pubblici e privati a concorsi, residenze, seminari, workshop, stage o iniziative analoghe o che abbiano in progetto produzioni artistiche da realizzare presso centri e istituzioni straniere.

I settori artistici coinvolti sono: arti visive, architettura, design, musica, cinema, video, teatro, danza, performance, scrittura. Movin’Up si rivolge sia ad artisti che operano con obiettivi professionali sia a giovani curatori.

Movin’Up è un programma complesso che si propone di promuovere il lavoro dei talenti italiani attraverso reali occasioni di visibilità per favorire concretamente la partecipazione a manifestazioni di interesse internazionale e a qualificati programmi di formazione, workshop, stage organizzati da istituzioni estere che offrano reali opportunità di crescita artistica e professionale. Un’idea nata per supportare la produzione dei progetti più interessanti dal punto di vista dell’innovazione e della multidisciplinarietà, dando un impulso alla circuitazione della ricerca artistica nazionale nel mondo.

L'iniziativa, realizzata attraverso lo stanziamento di un fondo annuale erogato in due sessioni, permette agli artisti di richiedere un contributo a parziale copertura delle spese di viaggio e di soggiorno e di produzione nella città straniera ospitante. Il dossier di partecipazione per la prima parte del nuovo bando deve essere presentato entro il 22 maggio 2009 (domande per le attività all’estero con inizio compreso tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2009 / informazioni dettagliate e bando di concorso www.giovaniartisti.it).

E proprio mentre si lancia la I sessione 2009 di Movin’Up stanno partendo i 21 giovani artisti e gruppi selezionati attraverso l’ultima sessione 2008 del bando promosso dal Dipartimento della Gioventù, dalla Parc e dal GAI. I candidati che hanno presentato i loro dossier sono stati oltre 100, per alcuni di loro si è profilata la possibilità di ricevere un contributo concreto alla realizzazione dei progetti.

Musica, teatro, danza, video, arti visive, scrittura, ma anche progetti di mostre e rassegne, sono gli orizzonti su cui si muovono i giovani creativi italiani che hanno voglia e bisogno di crescere e di farsi conoscere all’estero. Storie diverse che disegnano un’Italia creativa fatta di tante sfaccettature, di interessi molteplici, ma accomunata da grande talento e da una voglia infinita di approfondire i propri linguaggi e le proprie tecniche.
Andrea Vigna Taglianti è un giovane pianista cuneese che è stato invitato a Londra dalla London Liszt Society a partecipare ad una settimana di studio, approfondimento sulla musica di Liszt così come il percussionista jazz Giuseppe Paradiso, dalla provincia di Bari, trascorrerà un anno al prestigioso Berklee College Of Music di Boston per approfondire la sua tecnica e conseguire, dopo quello del conservatorio italiano, un diploma di alto perfezionamento musicale in batteria. Massimo Carrieri è un pianista jazz di Milano ed è stato invitato a presentare dal vivo il lavoro contenuto nel suo progetto discografico Seven. L’occasione è quella di dare visibilità internazionale ad un progetto che nasce da una autoproduzione ed è sostenuta, oltre che da Movin’Up, anche dalla UPF, la United Pugliesi Federation, che porterà Carrieri prima a New York e poi a Melbourne. Paola Lopreiato, da Ricadi in Calabria, porta a New York un progetto assolutamente originale: studia infatti da qualche anno uno strumento ad ancia della tradizione ungherese, il tarogato. Mescolando i suoni dal vivo all’elettronica, Paola mette in scena un live di straordinario fascino e si esibirà negli spazi del Department of Music and Performing Arts della Steinardt School. Invece Caterina Gueli è una cineasta romana: sta trascorrendo un mese in Argentina per effettuare il lavoro di preparazione alla realizzazione di un documentario fra le rovine di una cotoniera abbandonata, oggi un quartiere della cittadina di Chaco. Sempre in America Latina andrà la romana Elena Bellantoni, inviata come artista italiana a partecipare al progetto "platform translation" che si concluderà con una mostra a Santiago del Chile nel maggio 2009. Anna Maria Franceschini da Vigevano trascorrerà un anno ad Amsterdam, presso la Rijksakademie Van Beeldende Kunsten, per continuare la sua ricerca video sugli spazi di attraversamento, produzione e consumo di merci. Saranno invece a Rotterdam Teresa Iannotta e Stefano Calligaro per presentare il loro lavoro nel quadro di una mostra collettiva al confine tra diverse discipline, perché “l’arte si è stancata di essere solo un genere di arte”. La romana Valentina Sciarra sarà per due mesi a Berlino per un progetto di ricerca volto all'organizzazione di un'istallazione site-specific commemorativa del ventennale della caduta del Muro. Anche Marco Fedele di Catrano realizzerà, questa volta a Losanna, una installazione site-specific in cui all'architettura dello spazio ospitante si sovrappone la planimetria della sua casa, creando così un nuovo contesto architettonico e spazio-temporale di simbiosi fra artista e spazio artistico. Di architettura e cambiamenti urbani si occuperà anche Lorenzo Casali che sarà a Rotterdam per concludere il suo progetto video fotografico sulla demolizione del quartiere di Crooswijk, uno dei più vasti progetti di riqualificazione urbana in Europa. Sono ben due le costumiste e scenografe che attraverso Movin’Up potranno perfezionare la loro tecnica e dare prova delle loro competenze: dalla Sardegna Stefania Bandinu trascorrerà alcuni mesi a L’Aiguillon, in Francia, per progettare e realizzare maschere e costumi per uno spettacolo di circo-teatro, mentre Valentina Ricci trascorrerà sei mesi al Motley Theatre Design Cource di Londra per un corso di specializzazione in costume e scenografia teatrale. Il quintetto di Caserta formato da Nicola Di Roma, Dario Amoroso, Mariano Felisio, Giuseppe Stellato e Gabriele Gravagna realizzerà, nell’ambito del festival Les Pixels Tranversaux di Parigi una performance audiovisiva fatta di immagini e suoni catturati proprio nella città della Tour Eiffel, mentre il giovane attore milanese Matteo Laffranchi porterà due repliche del suo spettacolo Dukkha a Nové Mesto, in Repubblica Ceca, a conclusione di un laboratorio teatrale di tre giorni. David Mannara è invece un giovane ballerino classico di Torino, e fin da bambino ha girato l’Italia e il mondo per perfezionarsi: grazie al sostegno di Movin’Up sta frequentando l’Accademia Pacific Nortwest Ballet di Seattle. Viene invece da Bolzano la coreografa e danzatrice Claudia Tomasi, che sarà a Lisbona per una formazione di due anni presso il Forum Danca. Ancora una ballerina, ma con destinazione l’Olanda e in particolare Rotterdam: è Annika Pannitto, che da Campobasso parteciperà ad una residenza creativa presso il centro Dansatelier di Rotterdam. Fra gli scrittori in questa sezione del bando è stato selezionato solo il bolognese Andrea Nanetti, che sarà a Berlino per un reading a metà fra grafica e letteratura. Con una novità rispetto alle precedenti edizioni del progetto Movin’Up ha selezionato due progetti di curatela: la padovana Chiara Sartori sarà aiutata a portare a New York la sua mostra Terra Infirma, una collettiva che coinvolgerà cinque giovani artisti internazionali. Attraverso la loro ricerca artistica che spazia dal video, alla fotografia e all'installazione, il progetto indaga le sottili connessioni tra geografia e malinconia. Luigi Fassi, infine, parteciperà in qualità di curatorial fellow al Whitney Indipendent Study Program, presso l’omonimo prestigioso museo di New York.

Per il biennio 2008-2009, grazie alla convenzione stipulata il 14 dicembre 2007 fra i tre enti partner nell'ambito del progetto DE.MO - sostegno al nuovo design e alla mobilità, l’iniziativa ha potuto contare su maggiori risorse finanziarie ed è intervenuto con rinnovata energia offrendo un supporto ancor più significativo all’arte emergente del nostro paese.
Movin’Up per questi giovani artisti italiani ha concretamente contribuito alla realizzazione di un progetto all’estero. La qualità delle loro prospettive è stata appoggiata e sostenuta nella precisa volontà di premiare quanti hanno il coraggio di mettersi davvero in gioco e di confrontarsi con il panorama internazionale.

Il programma, nato nel 1999 ha permesso di sostenere, nelle sue prime dieci edizioni, 443 su 1.110 progetti presentati, per un totale di 869 artisti.

A breve sui siti degli Enti partner anche tutte le info sulla seconda sessione e sui programmi Movin’Up/Residenze e ART-CONTACT per l’anno 2009


Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù è la struttura amministrativa posta alle dipendenze funzionali del Ministro della Gioventù e deputata al supporto di questi nell’esercizio delle proprie funzioni istituzionali (promozione dei diritti dei giovani alla partecipazione alla vita pubblica, alla casa, all’accesso ai saperi ed all’innovazione tecnologica; promozione delle politiche finalizzate all’accesso al lavoro dei giovani e sostegno dell’imprenditoria giovanile; promozione e sostegno delle attività creative, delle iniziative culturali e di spettacolo, dei viaggi culturali e di studio dei giovani; accesso dei giovani a progetti, programmi e ai finanziamenti nazionali, internazionali e comunitari, ivi inclusi quelli concernenti le comunità giovanili).
www.gioventu.it

Ministero per i Beni e le Attività Culturali, PARC – Direzione Generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee promuove e sostiene la creatività contemporanea. Nel settore dell’arte, la sua attività riguarda in particolare l’incremento del patrimonio pubblico, la diffusione della conoscenza in Italia e all’estero, e la valorizzazione, anche mediante concorsi, dell’opera dei giovani artisti.
www.parc.beniculturali.it

GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani è un'associazione no profit che attualmente raccoglie 46 Amministrazioni pubbliche tra Comuni capoluogo di provincia, Province e Regioni, allo scopo di sostenere le nuove generazioni artistiche attraverso iniziative di promozione, produzione, mobilità internazionale e ricerca. Attraverso una rete capillare di uffici e strutture presenti in tutte le regioni italiane, il GAI opera per documentare attività, offrire servizi informativi, organizzare iniziative di formazione e occasioni di visibilità, in rapporto con il mercato, a favore dei giovani che operano con obiettivi professionali nel campo dell’innovazione, delle arti visive, del design, del teatro, della danza, della musica, del cinema e video, della scrittura.
www.giovaniartisti.it



Per informazioni:
Segreteria Nazionale GAI - Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti italiani
Via San Francesco da Paola 3, 10123 Torino
n. verde in orario d’ufficio: 800807082 - tel. 0114430020-45 - fax. 0114430021
info@giovaniartisti.it
www.giovaniartisti.it
Orario: da lunedì a giovedì 9.00/17.00, venerdì 9.00/15.00, sabato e domenica chiuso



_ .:. contattaci © layout e grafica Exibart.com _


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Andrea Nanetti, Andrea Vigna Taglianti, Anna Maria Franceschini, Annika Pannitto, Caterina Gueli, Chiara Sartori, Claudia Tomasi, Dario Amoroso, David Mannara, Elena Bellantoni, Gabriele Gravagna, Giuseppe Paradiso, Giuseppe Stellato, Lorenzo Casali, Luigi Fassi, Marco Fedele, Mariano Felisio, Massimo Carrieri, Matteo Laffranchi, Nicola Di Roma, Paola Lopreiato, Stefania Bandinu, Stefano Calligaro, Teresa Iannotta, Valentina Ricci, Valentina Sciarra
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram