fino al 20.III.2010 - Vania Comoretti - Genova, Guidi & Schoen 3097 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
10/12/2018
Il Premio Fabbri si apre alla fotografia. Ecco i vincitori della sesta edizione
09/12/2018
La storia della grafica dal XIX secolo ai giorni nostri, nei due nuovi volumi editi da Taschen
08/12/2018
Al Castello di Rivoli, Milovan Farronato e Carolyn Christov-Bakargiev ricordano Chiara Fumai
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 20.III.2010
Vania Comoretti
Genova, Guidi & Schoen

   
 Scritto sul corpo. Rughe, ciglia, peli. Mani, piedi. Volti e corpi come mappe tangibili del vissuto quotidiano. Tra finito e indefinito, frammenti di biografie in punta di pastello mettono a nudo la verità del tempo che passa... Anita Pepe 
 
pubblicato

La storia siamo noi. Nel senso che la nostra, di storia, ce la portiamo scritta in faccia, sulle mani, negli occhi. Ed è una storia che evolve di minuto in minuto. Basta poco perché cambi: gesti abituali come appoggiare la guancia sul palmo, togliere un paio di occhiali, sollevare la testa dal cuscino. Qualsiasi cosa può lasciarvi un’impronta, indelebile o effimera: una teoria di piercing, un’ombra di tristezza.
Insegue le tracce Vania Comoretti (Udine, 1975; vive a Udine e Venezia), analizza ed esaspera indizi scegliendo come medium il “padre di tutte le arti”, secondo la definizione che Giorgio Vasari diede del disegno. Non stadio preparatorio né esercizio occasionale a latere, ma urgenza espressiva centrale e unica, compiuta in sé, e rivolta in senso pittorico grazie al rinforzo dell’acquerello. Pastelli e china isolano particolari fisici - soprattutto femminili - e li assimilano a elementi naturali: dita nodose come tronchi, dorsi corrugati come suoli lunari, epidermidi scagliose come cortecce di alberi ultracentenari, visi tramati di ragnatele.
Vania Comoretti - Life lines - 2009 - acquerello, china e pastello su carta, dittico - cm 30x60 - courtesy Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova
Ma, più che ricostruire un’unità frammentata, Do ut des, installazione recentemente esposta nel progetto Gratia alla Galleria Civica di Modena, lascia squadernato un catalogo di ex voto. Mentre in Backlighted i passaggi chiaroscurali e i cinque pannelli mobili assecondano il mutare degli stati d’animo. Chiara la lezione dei maestri, qui come in Sospensione: dal Seicento ai grandi nordeuropei, dal Rinascimento alla Secessione viennese.
Una figurazione, quella di Vania Comoretti, tecnicamente ascrivibile al realismo - data la “maniacale” accuratezza nei dettagli -, e tuttavia non limitata alla pura rappresentazione. Geografie umane che diventano anatomie emotive, che esaltano frammenti di identità anche attraverso piccole imperfezioni, segni distintivi contro l’omologazione dell’iper-corpo plastificato, e che li condannano a una precoce senescenza, quasi a rivendicare e ricordare il naturale privilegio di un lento appassire.
Vania Comoretti - Backlighted - 2009 - acquerello, china e pastello su carta, trittico - cm 80x90 - courtesy Guidi & Schoen Arte Contemporanea, Genova
Lo spazio finito del corpo fa da porta su un’altra, più aperta, componente di questo lavoro: il tempo, restituito nella sua dimensione tangibile, catena di momenti che s’imprimono, sedimentano, si depositano in uno sguardo o sulla pelle. Vite che scorrono sotto il microscopio di un disegno in sé fluttuante, mobile, ricco di sfumature e tratteggi in continua metamorfosi, come dune nel deserto.

articoli correlati
La personale genovese del 2007
Solo-show aretino
Alla collettiva Oltre Lilith

anita pepe
mostra visitata il 13 marzo 2010


dal 5 febbraio al 20 marzo 2010
Vania Comoretti - Life Lines
a cura di Nicola Davide Angerame
Guidi & Schoen
Vico della Casana, 31/r (centro storico) - 16123 Genova
Orario: da lunedì pomeriggio a sabato ore 10-12.30 e 16-19.30
Ingresso libero
Catalogo disponibile
Info: tel. +39 0102530557; fax +39 0102474307; info@guidieschoen.com; www.guidieschoen.com


[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Anita Pepe
vedi calendario delle mostre nella provincia Genova
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: anita pepe, Giorgio Vasari, Guidi, Nicola Davide Angerame, Schoen, Vania Comoretti
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram