Vietato esporre. È Andrea Kvas il nuovo resident artist del progetto veneziano Spot 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/02/2019
La Reggia di Versailles come non l'avevate ancora vista. In 3D
15/02/2019
Tutte le poesie di Kandinskij, in un nuovo volume a colori
14/02/2019
Tecnologia in gioco, per l’arte. Una conversazione all’Accademia di Verona
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Vietato esporre. È Andrea Kvas il nuovo resident artist del progetto veneziano Spot

   
   
 
pubblicato

73211Prosegue il progetto di residenze d'artista veneziano Spot - Studio dal vivo, a cura dell'Associazione culturale E:. Il nuovo resident artist selezionato è Andrea Kvas, che sarà attivo fino a maggio sull'isola della Giudecca all'interno dell'atelier adiacente alla Sala del Camino.
Secondo le regole di Spot, i curatori Francesco Ragazzi e Francesco Urbano collaboreranno con l'artista nella direzione artistica della Sala del Camino. Lì l'artista dovrà organizzare una serie di eventi legati al suo lavoro, rispettando un unico limite: non potrà allestire mostre personali, per “esaltare i presupposti e le relazioni che sottendono e sostengono il fare artistico”.

articoli correlati
Uno Spot per la giovane arte. Al via le residenze nel nuovo centro veneziano


Inaugurazione: venerdì 2 aprile 2010
Dal 2 aprile al 15 maggio 2010
Giudecca 621 - Venezia
Info: 0413180000 -
fra@e-ven.net
Web: www.e-ven.net

[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Andrea Kvas, Francesco Ragazzi, Francesco Urbano
 

2 commenti trovati  

31/03/2010
andrea bruciati
complimenti ad Andrea e ai curatori

31/03/2010
lucarossi
http://whitehouse.splinder.com/
Mi sembra centrato questo presupposto di metodo. Staremo a vedere il risultato. Mi sembra utile sottoporre il ruolo a defibrillazione. Questo non significa bypassare l'opera. Anzi forse riacquistare un senso più profondo di "opera", nel senso di operare. Per esempio le missioni nel terzo mondo vengono chiamate "opere". Chi le dirige deve prestabilire diverse cose, eccetera.

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram