Fino al 18.XI.2001 - Andrés Serrano: The interpretation of Dreams - Milano, Photology 3143 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 18.XI.2001
Andrés Serrano: The interpretation of Dreams
Milano, Photology

   
 Le ultime fotografie di Serrano esposte da Photology segnano la creazione di nuove icone...

  
 
pubblicato
La fotografia è ancora in grado di turbarci? Forse sì, ma il contestato Andrés Serrano procede in senso inverso: coglie i turbamenti più comuni dell’uomo e li fotografa. Le otto immagini esposte in anteprima alla galleria Photology sono un evidente richiamo a Freud, ai tabù della nostra cultura che, a distanza di un secolo dalla nascita della psicoanalisi, vengono reinterpretati e resi pubblici da queste foto. Otto splendide cibacrhome, di luminosa purezza formale, dai colori vividi ed emotivamente coinvolgenti nelle scene di sacro e profano. Sono immagini che scaturiscono dall’inconscio comune e si concretizzano per il pubblico. serrano2
“Nel mondo dei sogni non c’è un sopra e un sotto, un giusto e uno sbagliato. E’ in questo spirito che ho creato il mio lavoro” dichiara Serrano. Le immagini, infatti, portano a galla le nostre fantasie, i nostri segreti, odi e tabù che spaziano dal mito antico dell’incestuoso Oedipus, a quello sacro di The other Christ che rispetta il canone dell’iconografia classica del Cristo deposto, incoronato di spine, tra le braccia della madre addolorata, ma lo sconvolge ritraendo un Cristo nero. Serrano gioca sui temi dell’identità, della dualità, dell’Ego e dell’Es nelle foto di Lori and Dori, le due gemelle siamesi attaccate attraverso gli occhi, o di White Nigger, un uomo bianco divenuto per trequarti nero. Con queste foto Serrano dimostra che molti luoghi comuni della cultura pop, della mercificazione televisiva incarnano nuovi turbamenti della mente umana e pertanto il Killer è rappresentato da un tranquillo clown , la lotta per il potere o la forza bruta è resa con un duello tra Cowboy and Indian. L’apoteosi della libera interpretazione è rappresentata dalle foto Black Santa e The King is back. Long Live the King.
Serrano non intende stravolgere i canoni precostituiti, suo interesse è dare sfogo e liberare i luoghi comuni dai vincoli morali: “Per me l’arte ha un obbligo morale e spirituale che rifiuta qualunque tipo di finzione e porta direttamente all’anima”.serrano1
Andrés Serrano usa lo strumento fotografico per fare arte, ma non “arte per l’arte” come dichiara e pur sottolineando che “…non voglio che per guardare le mie immagini uno debba conoscere la storia dell’arte” lui dimostra di conoscere bene l’iconografia antica.

Articoli correlati:
Andres Serrano. A History Of Sex
Link:

www.kultmagazine.com/arte1.html


Silvia Banzola


Fino al 18 novembre 2001. Andrés Serrano: The interpretation of Dreams. Milano, Photology, via della Moscova 25. Orario: ore 10-13 e ore 15-19; chiuso lunedì e festivi. Ingresso libero. No catalogo. Per informazioni: tel 02.6595285; fax 02.654284

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Freud, Serrano
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram