didattica_laboratori - La didattica che fa parlare anche i sassi 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

didattica_laboratori
La didattica che fa parlare anche i sassi

   
 Avete mai provato a leggere l’arte del Novecento attraverso i sassi? Il curioso invito è proposto da un libro di Marco Bellei. Presentato al MAMbo durante Artelibro... gisella vismara 
 
pubblicato

Negli spazi del dipartimento educativo del MAMbo è visitabile una mostra-laboratorio dedicata al testo di Marco Bellei, 900 in sassi. Per l’occasione, le curatrici hanno previsto l’attivazione di un progetto didattico che, ispirandosi all’eredità munariana, invita i bambini a intraprendere un percorso di rivisitazione estetica, di osservazione attenta e plurisensoriale del sasso come momento educativo di riscoperta dell’arte e della creatività quale "esperienza”.
Sempre al MAMBo è allestita Il libro d’artista per bambini e ragazzi, una mostra di libri creati dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti, appositamente studiati per i giovanissimi fruitori e esposti presso la MAMbo Children Library, dove le proposte legate all’immaginario munariano del libro d’artista continueranno durante l’anno con Storie senza parole, come creare libri plurisensoriali, un’attività legata alla creazione-costruzione di libri "illeggibili”, ideati e progettati dai bimbi attraverso i materiali anomali e le tecniche artistiche dell’arte contemporanea.
L’omaggio del MAMbo a Bruno Munari non è casuale: lo stesso Bellei, nella prefazione al volume, ricorda l’indimenticabile incontro con l’artista e con il suo libro Da lontano era un’isola. Il motivo di una narrazione del Novecento artistico attraverso l’immaginario dei sassi è dichiarato dall’autore stesso: "Forse perché un sasso, oltre a quanto ha mostrato Munari nel suo libro, è anche qualcosa che va a fondo, non riesce a stare in superficie, al punto che potrebbe perfino arrivare vicino all’anima.
Bimbi nel Laboratorio Dentro un sasso - Dipartimento Educativo del MAMbo, Bologna 2010
Il nuovo laboratorio, ispirandosi anche all’operazione dell’autore di riscrittura di un manuale della storia dell’arte del Novecento, che stabilisce un’affinità del tutto soggettiva tra la morfologia di alcuni sassi e le opere degli artisti, prevede varie fasi d’incontro e lettura del sasso come oggetto di indagine estetico-visuale.
Ogni bimbo, scelto il proprio sasso, viene invitato alla sua osservazione attenta, attraverso diverse operazioni esperienziali-manipolative: guardarne la forma, appoggiandolo sul foglio, tracciandone i contorni, scrutandolo nella sua complessità bidimensionale e tridimensionale, studiandolo da diverse angolature; ridisegnarlo, una volta riguardato con una lente di ingrandimento, quindi nei dettagli, nel rapporto tra "micro” e "macro”, che mette in luce texture, venature, particolari (il mio sasso visto da vicino); ancora interpretarlo, o meglio, una volta inchiostrato il sasso, riviverlo con la fantasia, associando alle inaspettate strutture che il tampone fa emergere, un’immagine evocativa (l’immagine racchiusa nel mio sasso mi fa pensare a...); infine, i bimbi vengono invitati a ritagliare la forma del proprio sasso (il mio sasso), con carte policrome e rielaborarlo con pastelli e matite colorate (che diverrà copertina del loro libro d’artista). Tutto ciò viene raccolto in un libro che i bambini, insieme al sasso, porteranno a casa.
Bimbi nel Laboratorio Dentro un sasso - Dipartimento Educativo del MAMbo, Bologna 2010
La finalità del laboratorio consiste, infatti, nella riappropriazione di un "saper guardare il mondo e la realtà, con sguardo rinnovato, con occhi nuovi”, e mira al superamento dello stereotipo, alla riscoperta delle facoltà plurisensoriali, delle potenzialità estetiche, ormai anestetizzate dalla sovraesposizione mediale e dal bombardamento iconico-consumistico a cui noi tutti, in particolare i più piccoli, siamo sottoposti ogni giorno.
In altre parole, ritrovare anche nella semplicità di un sasso, la sua complessità, la sua "stra-ordinarietà”, riconoscendola in quei territori, oggi un po’ dimenticati, della fantasia, dell’immaginario, del sogno, dell’infra-ordinario caro a Perec, che aiutano a cogliere la bellezza e l’originalità anche nell’ordinario del quotidiano. E, come scriveva Munari: "I sassi sono sculture del mare e dei fiumi. Ognuno è diverso dagli altri, non ci sono due sassi uguali, sono tutti ‘pezzi unici’ come le opere d’arte”.

articoli correlati
La presentazione del volume per Artelibro

La didattica al MAMbo
video correlati
Munari a Sassuolo

Munari a Milano
Munari a Prato

gisella vismara

la rubrica didattica è diretta da annalisa trasatti


dal 22 settembre al 7 novembre 2010
900 in sassi
a cura di Mauro Bellei
Les Trois Ourses
MAMBo - Museo d'Arte Moderna di Bologna

Via Don Minzoni, 14 (zona piazza dei Martiri) - 40121 Bologna
Orario: da martedì a domenica ore 10-18; giovedì ore 10-22
Ingresso libero
Info: tel. +39 0516496628;
mamboedu@comune.bologna.it; www.mambo-bologna.org

[exibart]



strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di gisella vismara
vedi calendario delle mostre nella provincia Bologna
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: annalisa trasatti, Bruno Munari, gisella vismara, Marco Bellei
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram