didattica_interviste - iPac: la didattica che fa Crac 3048 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
I capolavori degli Uffizi, raccontati dalle voci degli attori
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

didattica_interviste
iPac: la didattica che fa Crac

   
 A Cremona, un progetto dal nome tecnologico e dal cuore artistico. È nato iPac, la nuova sezione didattica all’interno del Liceo Artistico. Ne parliamo con il coordinatore, Dino Ferruzzi... Annalisa Trasatti 
 
pubblicato
Che cos’è iPac e come nasce?
iPac è la nuova sezione didattica nata nel Liceo Artistico Statale Bruno Munari di Cremona a opera del Crac; si tratta di una struttura giovane formata da un gruppo di persone neolaureate che hanno maturato esperienze nel campo dell’arte e in vari ambiti disciplinari. Il gruppo, nato a sostegno dell’occupazione giovanile, ha seguito un percorso di alta formazione a Torino con il dipartimento didattico del Castello di Rivoli, un programma che ha incluso una giornata con la Fondazione Sandretto e il Pav. La formazione è stata completata seguendo percorsi specifici in collaborazione con la Camera di Commercio di Cremona e con la Statale di Milano.

Quali sono le vostre proposte e i vostri pubblici?
Il gruppo di lavoro orienta i propri interventi alle scuole primarie e secondarie, agli insegnanti, agli adulti e alle famiglie attraverso progetti mirati che includono percorsi di laboratori tematici, formazione e aggiornamento permanente. Il gruppo si sta occupando anche della gestione di alcuni servizi: percorsi di progettazione accessibile, visite guidate a mostre nazionali e internazionali, progetti con i dipartimenti didattici dei musei italiani, collaborazioni con enti che hanno maturato esperienze significative nella formazione e nella conduzione di laboratori, workshop con artisti ed esperti del settore ecc.

Laboratorio condotto da iPac con i gonfiabili di Franco Mazzucchelli durante il Salone dello Studente, cortile del Museo Civico Ala Ponzone di Cremona - 3/6 novembre 2010
Con quali criteri scegliete le attività?
Gli interventi vengono progettati considerando quelli che sono i bisogni dell’utenza. Particolare attenzione si ha nell’avviare processi di progettazione partecipata sul territorio: il coinvolgimento delle comunità e il ruolo catalizzatore di bambini e ragazzi sono fondamentali e diventano dei punti di partenza necessari e imprescindibili del percorso.

La collaborazione con artisti e tra enti mi sembra insita nella natura della sezione: come si crea una tale rete?
L’esigenza di creare un gruppo che si dedicasse ai laboratori è parte integrante del progetto didattico molto articolato che contraddistingue il Crac. Ci occupiamo da sette anni di formazione e aggiornamento, con un programma che include mostre, workshop, incontri con studiosi. Abbiamo curato due convegni sull’arte contemporanea come progetto educativo e per ultimo stiamo sperimentando un programma di residenze d’artista. Ci sembrava che iPac fosse il percorso naturale che completasse il nostro progetto. La creazione di una rete poi nasce da molto lontano: è un’esperienza maturata negli anni come artisti e insegnanti, co-partecipando alla fondazione di Careof; ciò ha permesso di conoscere a fondo il sistema dell’arte e continuare a tessere relazioni efficaci.

Workshop in collaborazione con l’associazione romana Esterno 22 ad ArtVerona - 15 ottobre 2010
Prossimi appuntamenti e progetti in cantiere?
In collaborazione con l’ufficio scolastico provinciale di Cremona presentiamo il programma di iPac in due momenti: a novembre abbiamo incontrato gli insegnanti delle scuole del territorio, a dicembre faremo una giornata dedicata ai laboratori, una grande festa aperta alla città. Stiamo pensando a un appuntamento annuale, una tre-giorni da dedicare completamente alla didattica del contemporaneo, con laboratori, programmi di formazione e aggiornamento. Stiamo dialogando con il sistema museale cremonese, con vari assessorati e la provincia per attuare progetti importanti che dovrebbero consolidare il rapporto con le istituzioni locali. In cantiere ci sono molti altri appuntamenti che faremo conoscere volta per volta. Infine, il nostro programma non è indirizzato solo al territorio cremonese: l’offerta dei laboratori è estesa anche alle scuole primarie di Milano e provincia.

articoli correlati
Dario Neira al Crac

Riccardo Benassi a Cremona

a cura di annalisa trasatti


iPac - Impresa di Promozione Artistica e Culturale
CRAC - Centro di Ricerca per l’Arte Contemporanea
Via XI febbraio, 80 - 26100 Cremona
Orario: da lunedì a venerdì ore 10-16; sabato ore 10-13 e su appuntamento
Ingresso libero
Testi di Roberto Marchesini, Ivana Mulatero e Franco Torriani
Info: tel./fax +39 037234190; crac.cremona@artisticomunari.it
; www.crac-cremona.org

[exibart]

 

 



strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Annalisa Trasatti
vedi calendario delle mostre nella provincia Cremona
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: annalisa trasatti, Bruno Munari, Dario Neira, Dino Ferruzzi, Riccardo Benassi
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram