fiere_preview - Il 2011 alla prima prova 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
10/12/2018
Il Premio Fabbri si apre alla fotografia. Ecco i vincitori della sesta edizione
09/12/2018
La storia della grafica dal XIX secolo ai giorni nostri, nei due nuovi volumi editi da Taschen
08/12/2018
Al Castello di Rivoli, Milovan Farronato e Carolyn Christov-Bakargiev ricordano Chiara Fumai
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fiere_preview
Il 2011 alla prima prova

   
 Certo, ci sono stati eventi fieristici come Bergamo Arte Fiera. Ma il primo test su grande scala, a livello nazionale e pure con rilevanza internazionale, è Bologna. Arte Fiera Art First, come al solito, apre le danze. Cosa sarà degli anni ’10? ginevra bria 
 
pubblicato
Bologna. 28, 29, 30 e 31 gennaio 2011. Dopo le 30mila presenze della passata edizione, il 35esimo appuntamento con Arte Fiera si presenta fitto e da ripartire su più giorni. Dal quartiere fieristico al centro storico, dagli spazi delle gallerie private fino alle principali sedi museali felsinee (per non parlare degli eventi in Regione, dalla Civica di Modena alla Collezione Maramotti di Reggio Emilia). Anticipazioni, programmi off, inaugurazioni ed eventi collaterali risuonano come promesse culturali di alto livello, come proiezioni dal riferimento internazionale. Tra stand fieristici, concerti di musica, percorsi fotografici, installazioni cittadine e performance notturne, Arte Fiera non è più solo piazza di scambio, ma diventa un'occasione per attivare percorsi. Bologna in questo fine settimana è stata totalmente destinata all'arte e alle sue mille forme.
Negli spazi del quartiere fieristico, le oltre 200 gallerie partecipanti, distribuite su 15mila mq espositivi, sono state suddivise in tre settori dedicati all’arte moderna, contemporanea e alle ultime tendenze, con la sezione di livello internazionale che ospita le gallerie di ricerca con non oltre cinque anni di attività (fra le altre, Camera 16 di Milano), anche per avvicinare al mercato dell’arte un collezionismo giovane. Per rafforzare questo proposito, la fiera ospita inoltre due premi dedicati ai giovani talenti: la quinta edizione del Premio Euromobil Under 30 rivolto ai giovani artisti delle gallerie presenti in esposizioni, premio che proclamerà il vincitore nello spazio I luoghi dell'arte, I luoghi del design. E l'ottavo Premio Furla che, sotto l'egida di Christian Boltansky, in fiera organizza una tavola rotonda alla quale partecipano i cinque finalisti (Alis/Filliol, Francesco Arena, Rossella Biscotti, Matteo Rubbi e Marinella Senatore) e i curatori che li hanno selezionati. Urs Lüthi - Ex voto XX della serie Art is the better life - 2009 - courtesy Otto Gallery, Bologna - photo Dario LasagniNello spazio Art Cafè, in collaborazione con Corraini Edizioni, la fiera offre ogni giorno incontri, presentazioni di libri e cataloghi d'arte con interventi di critici, artisti, editori e galleristi: lo scopo è indagare gli sviluppi del tema dell'arte nelle ultime pubblicazioni. All'intorno, Arte Fiera propone conferenze e dibattiti come Art Talks e la tavola rotonda Art Education Programs che, assieme a ospiti di riguardo, tratta il tema dell'art education promossa da aziende con collezioni d’arte contemporanea e rivolte ai dipendenti.
In città, invece, Arte Fiera prolunga se stessa spazialmente e temporalmente. dal 28 gennaio 2010 al 27 febbraio ha infatti luogo la sesta edizione di Bologna Art First. Come da tradizione, il centro urbano diventa scenografia allestitiva per Se un giorno d’inverno un viaggiatore, una vera e propria mostra collettiva a cielo aperto curata da Julia Draganovic. Un percorso, tra antichi palazzi e luoghi storici, composto attraverso interventi e installazioni site specific di artisti contemporanei, rappresentati dalle gallerie in fiera. Tra i dieci progetti scelti, sulla città hanno lavorato, oltre a nomi quali Icaro e a Gormley, anche i promettenti Silke Rehberg (Galerie Rüdiger Voss, Düsseldorf), Marlon de Azambuja (Furini Arte Contemporanea, Roma) e Michael Johansson (Galleria Massimo Carasi - The Flat, Milano).
Per quanto riguarda la lunga agenda di Arte Fiera Off, tra arte moderna e arte contemporanea, non bisogna perdere alcune mostre: al MaMbo, la prima personale in Europa dell'americano Matthew Day Jackson (insieme al solo show di Pier Paolo Calzolari, che si estende anche in altre due sedi); alla Basilica di Santo Stefano, l'antologica di Shimamoto curata da Achille Bonito Oliva; al Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo, Happy Tech. Macchine dal volto umano, una mostra di e su arte e scienza promossa dalla Fondazione Golinelli; allo Spazio Carbonesi, Svoboda, una mostra collettiva di undici artisti russi che hanno progettato opere site specific sulla percezione del concetto di libertà in Russia; e infine da vedere anche, a Palazzo Fava, la nuova sede delle collezioni d'arte della Fondazione Carisbo.
Marlon De Azambuja - Tate Modern - 2010 - courtesy Furini Arte Contemporanea, Roma
Da non mancare, nella serata di venerdì 28 gennaio, nell'Aula di Santa Lucia, Lady performance, ossia Marina Abramovic intervistata da Renato Barilli. Sono da segnalare inoltre, sempre all'interno del programma di Arte Fiera Off, altri tre appuntamenti: presso gli spazi di P420 (in piena ZonaMambo), Narrative Works, collettiva con lavori di Bill Beckley, Peter Hutchinson e Franco Vaccari; al FarneSpazio (in Galleria del Toro), un percorso fotografico dal titolo I, in my intricate image, con scatti di Paolo Gonzato, Eva Marisaldi e Donatella Spaziani, a cura di Marinella Paderni; mentre negli spazi della Y’art Project (in Via Mascarella, zona universitaria), A Perfect Dream, una mostra-installazione fotografica di Egor Rogalev a cura di Julia Tikhomirova; e ancora, l’evento coordinato da Guidi & Schoen e Artistocratic, che a Frassinagodiciotto propongono l’accoppiata Giacomo Costa e Davide Bramante.
Infine, sabato 29 gennaio, la notte di Bologna cambia colore con Art White Night: l’arte contemporanea attiva gli spazi del centro storico fino a mezzanotte, tra installazioni e aperture straordinarie di fondazioni, musei, gallerie d’arte e negozi.

articoli correlati
Non vuoi mancare alcun evento nel weekend bolognese? Stampa la presenzialista
Il Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza a Bologna
Arte Fiera 2010: il resoconto
video correlati

Art First 2009 in video

ginevra bria


dal 27 al 31 gennaio 2011
Arte Fiera Art First 2011
Orario: giovedì ore 12-17 (su invito);
da venerdì a domenica ore 11-19; lunedì ore 11-17
Ingresso: intero € 20; abbonamento 4 giorni € 35
Catalogo disponibile
Info:
tel. +39 051282111; artefiera@bolognafiere.it; www.artefiera.bolognafiere.it

[exibart]

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di ginevra bria
vedi calendario delle mostre nella provincia Bologna
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Achille Bonito Oliva, Alis/Filliol, Antony Gormley, Bill Beckley, Christian Boltansky, Davide Bramante, Donatella Spaziani, Egor Rogalev, Eva Marisaldi, Francesco Arena, Franco Vaccari, Giacomo Costa, ginevra bria, Guidi&Schoen, Julia Tikhomirova, Marina Abramovic, Marinella Paderni, Marinella Senatore, Marlon De Azambuja, Massimo Carasi, Matteo Rubbi, Matthew Day Jackson, Michael Johansson, Paolo Gonzato, Paolo Icaro, Peter Hutchinson, Pier Paolo Calzolari, Renato Barilli, Rossella Biscotti, Shozo Shimamoto, Silke Rehberg
 

1 commento trovato 

27/01/2011
hm
http://www.youtube.com/user/HeartMind999
-E l'ottavo Premio Ferla (http://dammiltiro.corrieredibologna.corriere.it/2010/01/slang_bolognese_5a_puntata_agg.html) che sotto l'egida di Christian Boltansky, in fiera organizza una tavola rotonda alla quale partecipano i cinque finalisti (Alis/Filliol, Francesco Arena, Rossella Biscotti, Matteo Rubbi e Marinella Senatore) e i curatori che li hanno selezionati.-

rubi i biscotti al senatore nell'arena della filiale, curati. another fucking readymade blablabla object trouve. merda.


Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram