Il meglio del Design Made in Italy premiato con il Compasso d'Oro 2011 3103 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Il meglio del Design Made in Italy premiato con il Compasso d'Oro 2011

   
   
 
pubblicato

Frida_designOdoardoFioravanti_PhLeoTorriPiù di mezzo secolo di storia. Dal 1954 il Premio Compasso d'Oro è riconosciuto come il più autorevole premio assegnato alle ineguagliabili imprese del design made in Italy. Per il 2011 si è deciso che la celebrazione avesse luogo tra le pareti del MACRO a Roma, nella sede del Testaccio, la Pelanda. Una scelta del tutto eccezionale vista la corrente mostra dedicata alle Unicità d'Italia a Palazzo delle Esposizioni.
La giuria a caratura internazionale scelta dall'ADI, l'Associazione disegno industriale, è stata presieduta da Arturo Dell'Acqua Bellavitis (Italia), ed era composta da Chantal Clavier Hamaide (Francia), Umberto Croppi (Italia), Guto Indio Da Costa (Brasile), Pierre Keller (Svizzera), Cecilie Manz (Danimarca), Clive Roux (USA), Shiling Zheng (Cina). I protagonisti vincitori? 19 designer in tutto e le imprese che hanno realizzato i migliori prodotti del triennio 2008-2010. E' stata premiata la FIAT per il new look della 500, e un premio speciale per il design dei servizi è andato a Carlo Petrini di Slow Food. Per il design "per l'abitare" spicca il doppio premio al designer Alberto Alessi, con Pasta Pot di Patrick Jouin per lo chef Alain Ducasse e Tonale di David Chipperfield e la leggera resistenza in rovere di Frida, la sedia in legno disegnata da Odoardo Fioravanti per Pedrali "Compasso d’Oro per la semplice bellezza scultorea”, secondo i giurati. Dei 9 premi alla carriera ai protagonisti del design italiano, citiamo quello assegnato al designer automobilistico lecchese Walter de Silva.
Ieri, oggi e domani. Il Compasso d'Oro guarda anche al futuro con una sezione speciale, la Targa Giovani: 3 targhe e 10 attestati sono andate ai migliori progetti realizzati dagli studenti delle scuole di design italiane.
Gli oggetti premiati rimarranno esposti fino al 25 settembre alla Pelanda, insieme con tutti i prodotti pubblicati nel triennio 2008-2010 sull’annuario ADI Design Index, preselezione del premio, per un totale di circa 400 nuovi prodotti di design. (marianna agliottone)



[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Adriana Delogu, Alain Ducasse, Alberto Alessi, Alberto Meda, Alessandro Artizzu, Alessio Tasca, Andrea Bruno, Angelo Figus, Annalisa Cocco, Antonello Cuccu, Antonio Fogarizzu, Arturo Dell'Acqua Bellavitis, Beatrice Villari, Brian Sironi, Carlo Petrini, Cecilie Manz, Chantal Clavier Hamaide, Clive Roux, David Chipperfield, Eugenia Pinna, Francisco Gomez Paz, Gianfranco Pintus, Giulio Iacchetti, Giuseppe Flore, Guto Indio Da Costa, Italo Antico, James Irvine, Jean-Marie Massaud, Lee Babel, Leonardo Sonnoli, Lia Di Gregorio, Luigi Martini, Marco Romanelli, Maria Calderara, Marta Laudani, Massimo Bianchini, Nanda Vigo, Nilla Idili, Odoardo Fioravanti, Palomba Serafini, Paola Bertola, Paolo Marras, Paolo Rizzatto, Paolo Tassinari, Paolo Ulian, Patrick Jouin, Pierluigi Piu, Pierre Keller, Roberta Morittu, Roberto Palomba, Shiling Zheng, Shinobu Ito, Simon Pengelly, Stefano Maffei, Stefano Vellano, Tomoko Mizu, Ugo La Pietra, Umberto Croppi, Valentina Follo, Vittorio Bruno, Walter de Silva
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram