Bologna Art City/ Premio Furla in rosa. È Chiara Fumai la vincitrice della nona edizione d... 3069 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
reading room
reading room
CURATORIAL PRACTISES
B.SIDE/3 STEFANO CAGGIANO
ALLONS ENFANT/11
la lavagna
Exibart.segnala
sondaggio
Secondo voi, la liberalizzazione dei 20 musei di importanza strategica individuati dalla riforma Franceschini:
• I musei diventeranno più forti dopo il loro ingresso sul “mercato”
• Il magro budget o l'instabilità politica di queste istituzioni saranno un freno
• è una buona scelta
• Arriveranno direttori stranieri
recensioni
rubriche
         
 

Bologna Art City/ Premio Furla in rosa. È Chiara Fumai la vincitrice della nona edizione del concorso biennale

   
   
 
pubblicato venerdì 25 gennaio 2013

Chiara Fumai legge Valerie Solanas, Premio Furla 2013

Promosso dalle Fondazioni Furla, Carisbo, Querini Stampalia, MAMbo e con la collaborazione di Arte Fiera e Viafarini, la nona edizione del Premio Furla, curato da Chiara Bertola, quest'anno è tutto di Chiara Fumai. L'artista, classe 1978 e una partecipazione all'ultima edizione di Documenta, con una performance  notturna piuttosto difficile da vedere, è stata selezionata dalla coppia di curatori Stefano Collicelli Cagol e dall'olandese Bart van der Heide. Un premio in rosa, che ha sbaragliato la partecipazione degli altri quattro finalisti: Tomaso De Luca, Invernomuto, Davide Stucchi e Diego Tonus. I giovani, raccolti tramite una vera e propria ricognizione su territorio nazionale da parte delle coppie di curatori, sono stati valutati dalla giuria composta da Galit Eilat, Presidente dell'Accademia di Colonia, Marina Fokidis, Direttore Fondatore di Kunsthalle di Atene, John Peter Nilsson, Direttore del Moderna Museet di Malmö, Chiara Parisi, Direttore dei programmi culturali della Monnaie di Parigi e Dirk Snauwaert, Direttore del centro WIELS per l'arte contemporanea di Bruxelles. Tenuta a battesimo dal padrino Jimmie Durham, artista-big che ha "aggiunto fuoco” al concorso 2013, il titolo è proprio Add Fire, Fumai vedrà il suo progetto prodotto dalla Fondazione Furla e inserito in comodato nella collezione permanente del MAMbo, ma non solo: l'opera sarà presentata in anteprima alla Fondazione Querini Stampalia, in concomitanza con la 55ma Biennale di Venezia e l'artista passerà un periodo di tempo in residenza proprio al WIELS Contemporary Art Centre di Bruxelles. I più sentiti complimenti alla neo vincitrice!
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre