"Impressionismo e Moderno", le armi della battaglia tra Sotheby's e Christie's. Si cominci... 3264 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Allons Enfant/6
Reading Room
CINEMA
Reading Room
Lettera Aperta
PREVIEW
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche
         
 

"Impressionismo e Moderno", le armi della battaglia tra Sotheby's e Christie's. Si comincia stasera, a Londra, cercando un record per Picasso

   
   
 
pubblicato martedì 5 febbraio 2013

Amedeo Modigliani (1884-1920), Jeanne Hébuterne (Au chapeau), oil on canvas, 92 x 54 cm, 1919

Si preannunciano due giorni di fuoco a Londra, dove i colpi incrociati saranno quelli tra Sotheby's e Christie's e le loro aste dedicate all'Impressionismo e al Moderno. Dopo i risultati incerti, nonostante le ottime vendite di alcuni "Antichi Maestri” degli scorsi giorni, stasera Sotheby's comincerà il rilancio con i pezzi che vi avevamo annunciato il mese scorso, Mirò, le carte di Schiele provenienti dal Leopold, il Picasso di Femme assise près d’une fenêtre, con una bellissima selezione surrealista che comprende Magritte, Max Ernst, Salvador Dalì. Il totale che si stima di raccogliere è di 103 milioni di sterline. Vedremo come andrà stasera, se qualche magnate russo correrà in soccorso degli inglesi e se qualche pezzo bucherà le aspettative. E nel frattempo anche Christie's prepara le cartucce per l'asta di domani, a sua volta dedicata al Moderno e all'Impressionismo, che tra gli highlights conta Jeanne Hébuterne (Au chapeau), dipinto da Amedeo Modigliani, stima tra i 16 e i 22 milioni di sterline; c'è poi Picasso con Nu accroupi, dipinto nel 1960 e in stima per 3-5 milioni, mentre tra i 5 e gli 8 milioni è Balancement, 1942, di Wassily Kandinsky, che occupa anche il terzo posto della classifica dei pezzi più alti con il lotto 26, il paesaggio Murnau - Ansicht mit Burg, Kirche und Eisenbahn, dipinto nel 1909.
Subito dopo il grande astrattista viene Renoir, con L'Ombrelle, 1878, e i tipici tocchi dell'Impressionismo e della sua luce, che in questo caso valgono dai 4 ai 7 milioni. La tela torna in asta dopo 25 anni: nel 1988 era stata acquistata dall'attuale collezionista, dalla stessa casa d'aste. Insomma, ci sarà da divertirsi. E vi aggiorneremo sui primi record e invenduti, già a partire da domani. 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre