Eduardo Kobra per Oscar Niemeyer. Oltre cinquanta metri di pittura “in altezza” per ricord... 3280 utenti online in questo momento
exibart.com
giochi
 
community
Allons Enfant/5
Lettera Aperta
PREVIEW
Senti chi Parla
La lavagna
Question Time
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche
         
 

Eduardo Kobra per Oscar Niemeyer. Oltre cinquanta metri di pittura “in altezza” per ricordare il grande architetto

   
   
 
pubblicato venerdì 15 febbraio 2013

Eduardo Kobra, tributo a Oscar Niemeyer. photo © Alan Teixeira

C'è una nuova opera pubblica a San Paolo, e visto che le concessioni del governo hanno tempi dannatamente lunghi, al più grande muralista vivente brasiliano è stata affidata la fiancata di un palazzo nella movimentata Avenida Paulista, zona semi-centrale della metropoli sudamericana. Il motivo? Un primo tributo, esageratamente colorato, all'indimenticabile e indimenticato Oscar Niemeyer, il grandissimo architetto brasiliano scomparso lo scorso dicembre. Un'opera colossale, alta 52 metri, realizzata da Eduardo Kobra a partire dallo scorso 14 gennaio, e che ha richiesto l'intervento di altri 4 artisti per il suo completamento. Sempre politicamente e socialmente motivata, con i temi fondamentali della lotta contro inquinamento, il riscaldamento globale, la deforestazione e le guerre, la pittura di Kobra si distingue per il tratto cromatico e stavolta per una monumentalità che mai l'artista aveva toccato precedentemente, nonostante gli esempi di murales su altre facciate, muri, caseggiati o serbatoi per l'acqua. Ora il padre di Brasilia diventa una nuova icona pop, a vegliare sul suo Paese dall'alto di una città a cui doveva molto, e che a sua volta deve molto al grande progettista, che aveva realizzato, tra le altre strutture, il Parco Ibirapuera, in occasione del 400esimo compleanno della fondazione della metropoli, negli anni 50. 


strumenti
invia la notizia ad un amico
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
inserisci un commento alla notizia

trovamostre