Illy SustainArt ad ARCOMadrid, ecco i vincitori: sono Julia Rometti e Victor Costales, pre... 3226 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
reading room
CURATORIAL PRACTISES
la lavagna
senti chi parla
la lavagna
reading room
Exibart.segnala
sondaggio
Il Guardian ha stilato una classifica dei dieci musei più belli del mondo, nei quali è stata premiata la Centrale Montemartini di Roma. Poi ci sono il Museo del Mobile di Vienna, quello delle Borse di Amsterdam. la Casa Museu Medeiros di Lisbona, la Caixa Forum di Madrid e altri. Se a decidere foste voi, quale museo mettereste sul podio?
• La Galleria Borghese di Roma
• Il Centre Pompidou di Parigi
• La Fondazione Beyeler di Basilea
• altri
• Il New Museum di New York
• Il Guggenheim di Bilbao
• Il Kiasma di Helsinki
recensioni
rubriche
         
 

Illy SustainArt ad ARCOMadrid, ecco i vincitori: sono Julia Rometti e Victor Costales, premiati poco fa alla fiera spagnola

   
   
 
pubblicato

Rometti e Costales, El Anarquismo Mágico, Premio Illy Sustaint Art, ARCOMadrid 2013

Sesta edizione per il Premio Illy SustainArt, assegnato ad ARCOmadrid e nato nel 2007 proprio alla fiera spagnola, con l’intento di approfondire il raggio di azione di illycaffè nell’arte contemporanea. A vincere oggi sono il duo di artisti composto dalla francese Julia Rometti e l’ecuadorianoVictor Costales, presentati nella sezione speciale "Solo Projects: Focus Latin America”, premiati da Carlos Urroz e da Carlo Bach, e selezionati da una giuria composta da João Fernandes, Vicedirettore di Conservazione al Reina Sofia; Jesús Carrillo, Capo del Dipartimento del museo spagnolo e dallo stesso Carlo Bach. Rometti e Costales vincono 15mila euro e la possibilità di presentare un progetto per la realizzazione di una illy Art Collection, le tazzine che hanno visto da vent'anni avvicendarsi i progetti di grandi artisti e talenti emergenti.
El Anarquismo Mágico, il lavoro premiato, racconta dell'incontro tra un anarchico espatriato nella giungla boliviana e una comunità di indigeni semi-nomade dell’Amazzonia, attraverso una serie di frammenti di narrazione antropologica, che i due artisti, Rometti nata nel 1975 e Costales classe '74, hanno descritto come «un campo di energia creato dalla collisione di queste differenze, che agisce come forza centrifuga, forza di cui ci siamo serviti per pensare e sviluppare la nostra pratica artistica». I due artisti sono rappresentati dalla galleria Jousse Entreprise di Parigi.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre