Vedere l'arte del Novecento in compagnia di un artista. Sergio Dangelo cicerone alle Colle... 3237 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
fotografia
Pause
di attenzione
reading room
senti chi parla
ALLONS ENFANT/8
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

Vedere l'arte del Novecento in compagnia di un artista. Sergio Dangelo cicerone alle Collezioni di Intesa San Paolo, stasera a Milano

   
   
 
pubblicato

Mauro Staccioli (Volterra, Pisa 1937) Senza titolo, 1989, ferrocemento, 110 x 350 x 50 cm

Siete curiosi di fare un giro tra l'arte dell'ultimo secolo con uno dei suoi più vulcanici protagonisti? Allora potete prenotarvi subito per una visita ai "Cantieri del '900”, alle Gallerie di Intesa San Paolo di piazza Scala, a Milano. Oggi sarà infatti Sergio Dangelo, milanese classe 1932, fondatore insieme ad Enrico Baj della Pittura Nucleare e una formazione spesa in giro per l'Europa, anche in compagnia del Gruppo CoBrA, con il quale lavorò mentre viveva a Bruxelles, a fare da cicerone d'eccezione per un nucleo ristretto di partecipanti che vogliono conoscere l'arte, ma anche gli aneddoti e i retroscena, delle Avanguardie.  
A partire dalle 18 l'artista "spiegherà” l’intera collezione del Novecento, soffermandosi sull’insieme delle opere – fra dipinti, sculture, fotografie e altre tecniche artistiche esplorate nel secolo, anche raccontando la sua esperienza in prima persona, vicino ai movimenti surrealisti e osservatore speciale delle dinamiche Spazialiste, attento conoscitore delle correnti della seconda metà del Novecento e con un parterre fatto anche di grandi partecipazioni, tra cui le Biennali di San Paolo e Parigi, nonché a sei Biennali di Venezia, dove nel 1966 ebbe una sala personale. Un giro d'autore tra gli autori, dalla Transavanguardia ai Poveriti passando per la Pop italiana, prenotando al numero 800167619.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre