25-31 marzo 2013 - that's contemporary Milan week – S.O.S. O' 3328 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
PAUSE
DI ATTENZIONE
ALLONS ENFANT/13
IN RICORDO DI MARIO ONOFRI
I GALLERISTI SI RACCONTANO/4
reading room
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

25-31 marzo 2013
that's contemporary Milan week – S.O.S. O'

   
 “O' Rescue Program”, una raccolta fondi per l'Associazione milanese, che mette a disposizione il suo spazio per la condivisione. Per rimanere libera e aperta agli artisti e al pubblico
di Francesca Baglietto
  
 
pubblicato

FOOL MOON SALON, Princess Century. Progetto interdisciplinare dell'artista Dafne Boggeri, 2012. Courtesy of O'
Charles Lim Yi, Seastories, 2013, Courtesy O'
Copertina Cronache di Pianeta Fresco, Rassegna di altri media d’artista, 2012, Courtesy O'
Jean-Benoît Ugeux e Wolfgang Natlacen, Copertina del progetto Brigitte, 2013 Courtesy O'




Sei mai stato da O' a Milano? Se la risposta è si, avrai percepito l'entusiasmo e la dedizione dello staff che lavora alla fitta programmazione che lo caratterizza dal 2001. Se la risposta invece è negativa, augurati di trovare il tempo di andare, perché gli eventi di O' sono piccole perle di luce in una Milano spesso grigia. In entrambi i casi, c'è da augurarsi che la pesca benefica del 23 marzo abbia raccolto abbastanza fondi per riscattare il contratto d'affitto dello spazio e quindi permettere alla sua attività di continuare.
La pesca, o ancora meglio, O' Rescue Benefit Grand Soirée, ha trasformato lo spazio di Via Pastrengo in una scatola delle meraviglie, di un'atmosfera alchemica "con fusioni bislacche di oggetti e partecipazioni d'artista”. Ovviamente, al di là della magia del'evento, la pesca ha convertito O' in un luogo della partecipazione e della responsabilizzazione da parte di una città che non potendo contare più sulle risorse pubbliche deve farlo su stessa.
Per sostenere O', e perché Milano non perda uno dei suoi spazi più indipendenti, c'è tempo fino al 31 marzo.


 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre