I Fuksas in Russia. Lo studio italiano si aggiudica il progetto per la realizzazione del n... 3228 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
PAUSE
DI ATTENZIONE
ALLONS ENFANT/13
IN RICORDO DI MARIO ONOFRI
I GALLERISTI SI RACCONTANO/4
reading room
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

I Fuksas in Russia. Lo studio italiano si aggiudica il progetto per la realizzazione del nuovo Moscow Museum

   
   
 
pubblicato

Moscow Museum, rendering del progetto di Studio Fuksas e SPEECH Tchoban/ Kuznetsov

Non passa mese che Massimiliano e Doriana Fuksas non siano sulla cresta dell'onda per le loro "vittorie" architettoniche. Dopo il centro culturale di Chengdu e il nuovo Archivio nazionale di Francia, la coppia di archistar italiane entro il 2017 vedrà realizzato, a Mosca, il "Moscow polytechnic museum and educational center". Una collaborazione con lo studio locale SPEECH Tchoban/ Kuznetsov, con il quale i Fuksas progetteranno una struttura dalle linee morbide e allo stesso tempo molto schematiche, che sorgerà nelle vicinanze della piazza Rossa, in una zona che conta una moltitudine di costruzioni di impronta socialista. E tra queste monumentali torri a più livelli, edificate su modello neoclassico, il nuovo museo si porrà come un grande blocco composto da volumi irregolari, esteticamente come modellato dalla forza del vento e rivestito in rame pre-ossidato.
Le strisce blu del metallo avvolgeranno una grande vetrata che si affaccerà sulla città, mentre tagli verticali saranno distribuiti su tutti i piani del museo, e l'auditorium avrà un grande lucernario. Dal seminterrato la possibilità del carico e scarico di opere d'arte; inoltre, un grande terrazzo al primo livello, adiacente alla caffetteria. Mosca insomma avrà un altro pezzo di occidente seppur non così slanciato, almeno a giudicare dai primi rendering.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre