8 - 15 Luglio 2013 - Canto del cigno per Gloria Maria Gallery? 3225 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
fotografia
PAUSE
DI ATTENZIONE
SENTI CHI PARLA
ALLONS ENFANT/10
READING ROOM
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
Thats contemporary
         
 

8 - 15 Luglio 2013
Canto del cigno per Gloria Maria Gallery?

   
 Canto del cigno per Gloria Maria Gallery?
Piuttosto una fenice che riprenderà dalle sue ceneri
di Caterina Failla
  
 
pubblicato
Luigi Presicce, L'invenzione del busto - Courtesy of Galleria BianconiRyan McNamara, Ryan McNamara's Candid - Courtesy of Brand New Gallery
Adrian Paci, Centro di permanenza temporanea, 2007 (video, 5’30’’) - Courtesy of the artist and kaufmann repetto, MilanTrisha Braga, Gravity (exhibition's image) - Courtesy of Peep-Hole


O bianco o nero. Nessuna variante cromatica al closing party (rigorosamente da pronunciare con american accent) di Gloria Maria Gallery. Un evento di chiusura come si deve per costruire una stagione che parrebbe ancora più impegnativa di quella precedente. Se qualcuno avesse messo in discussione la resistenza del sistema arte-gallerie a Milano, per questa volta può mettersi il cuore in pace (lasciandolo ancora con qualche domanda riguardo la sua accessibilità). Gloria Maria Gallery chiude, sì, ma per riaprire ancora più determinata e elitaria di prima. Fisicamente, si trasferirà da via Watt a via Manzoni nello showroom di Les Copains, virtualmente, aprirà un sito open source come progetto indipendente e no profit. Concentriamoci sul luogo fisico. Niente di nuovo, direte voi; moda e arte è un connubio già visto, ma qui sembrerebbe qualcosa di diverso, quanto meno per la forma. Una partnership in cui uno spazio di 140 mq della casa di moda viene messo totalmente a disposizione della galleria con l’obiettivo di proporre progetti espositivi che dalla moda si astraggano sempre di più grazie all’arte (l’artista Thomas de Falco è già pronto a esporre quattro arazzi per l’inaugurazione). Nella fase iniziale le visite saranno solo su prenotazione. Aspettiamo allora la conferenza stampa di Ottobre in Triennale per capirne un po' di più. E intanto ci auguriamo che al prossimo evento i mocassini dei presenti avranno anche qualche sfumatura colorata.

Tutte le immagini: Caterina Failla

--------
that’s contemporary mappa l’arte contemporanea a Milano dal 2011.
that’s contemporary è un progetto curatoriale in forma di agenzia di produzione.
that’s contemporary commissiona, produce e cura progetti a metà strada tra la pratica artistica e un uso creativo delle tecnologie e dei meccanismi della comunicazione.
 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre