Per quest'anno, non cambiare. I "Tipi da spiaggia" tornano a Senigallia, nella lunga notte... 3585 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
SENTI CHI PARLA
fotografia
PAUSE D’ATTENZIONE
READING ROOM
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

Per quest'anno, non cambiare. I "Tipi da spiaggia" tornano a Senigallia, nella lunga notte creativa di “Demanio Marittimo.km-278”

   
   
 
pubblicato

Tanja Alexia Hollander, Are you really my friend?, 2013

Dodici ore, dal tramonto all'alba, con una serie di "Mappe” tracciate con diversi mezzi, e da diversi creativi. Questo lo sviluppo del terzo appuntamento con "Demanio Marittimo Km 278”, quest'anno alla sua terza edizione, curato da Cristiana Colli e Pippo Ciorra. Promossa dalla rivista "MAPPE/Marche Architettura Progetti Pensieri Eventi”, dall'Associazione DEMANIO MARITTIMO.KM-278 con la collaborazione del MAXXI, della Regione Marche, del Comune di Senigallia, della Scuola di Architettura e Design dell'Università di Camerino e moltissime altre imprese e istituzioni locali, da quest'anno sulla spiagga non solo il lavoro vincitore dei bam! bottega di architettura metropolitana da Torino, ma anche una serie di racconti, incontri e punti dai quali una serie di blogger lanceranno nel web una narrazione in diretta live, attraverso twitter, facebook, instagram, vine, il proprio blog. Tutti insomma sull'onda,  che porterà in Italia anche Tanja Alexia Hollander, l'artista e fotografa divenuta recentemente celebre per un progetto decisamente attuale, ma dal sapore epico: conoscere personalmente tutti i suoi amici di facebook e andare a trovarli ovunque essi siano.
Ma tra i collaterali, a Demanio Marittimo resta fondamentale anche lo sguardo sull'architettura, da due punti di vista: l primo è quello della centralità peculiare dell'Adriatico e dei paesi dell'area, con gli interventi di Alan Kostrenčić (Zagabria), Ivan Kucina (Belgrado), Xenia Vytuleva (Mosca), il secondo è legato all'aspetto più globale, rappresentata dallo studio newyorchese LOT-EK, dai turchi Superpool, testimoni ravvicinati della difficile fase di Istanbul, e dai bam! 
Ron Gilad, designer dell'anno per Wallpaper, sarà invece intervistato da Silvia Robertazzi con Francesca Molteni dell'omonima e celebre azienda italiana, e poi si discuterà anche di come funzionerà il futuro dell'informazione architettonica, sul web, in una tavola rotonda, prima di passare al tema "Biennali in/out/off”, dove saranno presenti Stefano Ribolli Pansera, curatore del Padiglione dell'Angola, Leone d'oro alla Biennale di Venezia, Emiliano Paoletti, con la sua Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo e Caroline Corbetta chiamata a raccontare l'esperienza, da lei curata, del Padiglione Crepaccio at yoox.com a Venezia. Davide Quadrio, che dopo l’anteprima della scorsa edizione, tornerà sulla spiaggia di Marzocca portando la performance musicale-visiva "Ye Shanghai” di Roberto Paci Dalò.
Ne volete ancora? Benissimo. Allora ecco la presentazione del premio Moroso, con Andrea Bruciati e Patrizia Moroso, il confronto dedicato a Galleria Continua / Le Moulin. "Arte architettura paesaggio. Storia di un recupero al contemporaneo”, che vedrà la partecipazione di Lorenzo Fiaschi,insieme a Mylène Ferrand, Direttrice Galleria Continua France, Alicia Luxem, project manager del Moulin de Sainte Marie, Sébastien Martinez Barat del gruppo d'architettura della Ville Rayée; la presentazione di "Italia Revolution. Rinascere con la cultura” di Christian Caliandro; il concerto live per i 150enario della Fisarmonica, con un gran finale come da tradizione con bagno e colazione all’alba. Finito? Si, ma considerate che anche il cibo sarà d'autore, con Mauro Uliassi, "capo” dello street food innovativo, tra tradizione popolare e invenzioni culinarie, che per l’occasione presenterà una ricetta che affonda le radici nella tradizione adriatica. Ma questa non potrete leggerla, ma solo gustarla da voi. Il vortice creativo dell'estate vi aspetta domani, alle 18. 
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre