Premiopoli. Ecco il Meru Award, dove l'arte e la scienza si incontrano. Per la prima volta... 3100 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Reading Room
Allons Enfant/5
Lettera Aperta
PREVIEW
Senti chi Parla
La lavagna
Exibart.segnala
 
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche
         
 

Premiopoli. Ecco il Meru Award, dove l'arte e la scienza si incontrano. Per la prima volta a Bergamo

   
   
 
pubblicato giovedì 18 luglio 2013

GAMeC, Bergamo

«Nonostante la crisi e i tagli, la GAMeC continua a rilanciare e riaprire prospettive». Parola del direttore, Giacinto di Pietrantonio, sul nuovo Premio targato da Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo,  Fondazione MERU e Associazione BergamoScienza.
Si chiamerà "Meru Art Science Award” e sarà un riconoscimento che intende sottolineare il legame tra arte e scienza, premiando e sostenendo il lavoro di un artista invitato a presentare un progetto che elabori una riflessione sul rapporto tra le due discipline. Un concorso a invito, dove per ogni edizione verranno chiamati cinque artisti, che dovranno presentare un’opera inedita concepita sulla base di un budget assegnato e di requisiti specifici, ovvero attendosi alla mission della Fondazione MERU - Fondazione Medolago-Ruggeri per la ricerca biomedica, organizzazione senza scopo di lucro che sviluppa ricerche scientifiche e biomediche nel campo della biologia vascolare. I progetti dovranno essere connessi a temi come la prevenzione, la diagnosi e la cura delle patologie. Il lavoro vincitore di ciascuna edizione entrerà a far parte della Collezione Permanente della GAMeC e degli archivi della Fondazione MERU e dell’Associazione BergamoScienza. Volete sapere chi sono i primi cinque ad entrare nella lista del Primo Meru Award? Eccoli: Anna Franceschini, selezionati dalle codirettrici della Nomas Foundation Cecilia Canziani e Ilaria Gianni, gli Invernomuto proposti dal curatore dell'Hangar Bicocca Andrea Lissoni, Nick Laessing, segnalato da Elena Volpato, della GAM di Torino, Diego Marcon, su richiesta di Daniela Zangrando, curatrice e direttrice della rivista L’Allocco e Luca Trevisani, selezionati dal curatore e caporedattore di Nero Magazine Luca Lo Pinto. Il vincitore sarà annunciato nelle prossime settimane, e sarà visibile al GAMeC dal 4 ottobre, con la premiazione il giorno successivo, nella IX edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI e in occasione del Festival BergamoScienza. 


strumenti
invia la notizia ad un amico
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
inserisci un commento alla notizia

trovamostre