Ne resteranno solo otto, su duecentottanta. A Bari i giovani creativi delle Accademie ital... 3128 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
BLABLA ARTE
IN MEMORIA DI
CURATORIAL PRACTISES
READING ROOM
Al cinema
READING ROOM
PAUSE D’ATTENZIONE
Exibart.segnala
sondaggio
Quali sono i migliori direttori dei musei d'arte contemporanea italiani?
• Vicente Todoli (Hangar Bicocca, Milano)
• Fabio Cavallucci (Centro Pecci, Prato)
• Gianfranco Maraniello (MART, Rovereto e Trento)
• Andrea Viliani (Madre, Napoli)
• Lorenzo Giusti (MAN, Nuoro)
• Hou Hanru (MAXXI, Roma)
• Letizia Ragaglia (Museion, Bolzano)
• Federica Pirani (Macro, Roma)
• Ilaria Bonacossa (Villa Croce, Genova)
recensioni
rubriche
         
 

Ne resteranno solo otto, su duecentottanta. A Bari i giovani creativi delle Accademie italiane per il decimo “Premio delle Arti”

   
   
 
pubblicato

Teatro Margherita, Bari

Le Accademie di Belle Arti italiane scendono in campo per sostenere i propri allievi in una mostra corale che si preannuncia densa di stimolanti proposte. Parliamo della X edizione del Premio delle Arti, che quest’anno sarà ospitato a Bari nel Teatro Margherita e nella Sala Murat dal primo al 10 ottobre su iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - settore AFAM, Alta Formazione Artistica e Musicale e grazie al contributo sostanziale dell’Accademia di Belle Arti di Bari diretta da Giuseppe Sylos Labini, che con questo progetto ospiterà in città, tra il Teatro Margherita e la Sala Murat, ben 280 artisti provenienti da tutta Italia, selezionati su 700 proposte. La giuria – presieduta da Vittorio Sgarbi e composta dagli artisti Luigi Mainolfi, Giuseppe Maraniello e Fabrizio Plessi, gli scenografi Alida Cappellini e Giovanni Licheri; Rosalba Branà, direttrice della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare e Clara Gelao, direttrice della Pinacoteca Provinciale "Corrado Giaquinto" di Bari – individuerà i vincitori delle otto sezioni, che saranno premiati il primo ottobre in una serata speciale organizzata al Teatro Petruzzelli. «Tra gli elementi distintivi del Premio possiamo annoverare il coinvolgimento di tutti i settori disciplinari presenti nel vasto sistema dell'Alta Formazione Artistica italiana: a Bari – comunicano dall’Accademia di Belle Arti – sono rappresentate le arti figurative, digitali e scenografiche (pittura, scultura, grafica, decorazione, scenografia, installazioni, fotografia, arte elettronica e video)». Il complesso progetto espositivo è accompagnato da una pubblicazione curata da Lia De Venere e Giustina Coda (edita da Cangemi) e i testi di Giorgio Bruno Civello, Giancarlo Di Paola, Giuseppe Sylos Labini, Michele Emiliano, Antonella Marino e Giusy Petruzzelli e le foto a colori di tutte le opere in mostra. L’immagine in copertina è stata concepita ad hoc da Luigi Mainolfi, Giuseppe Maraniello e Fabrizio Plessi. Info: accademiadibelleartiba.it. (Lorenzo Madaro)
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre