Calabria, fascinazione per il contemporaneo. A Cosenza un nuovo appuntamento con “Art in p... 3151 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
BLOG
A TEATRO/I FESTIVAL
READING ROOM
THE COMICS WORLD/3
MARGINALIA #10
A TEATRO/I FESTIVAL
Cultura e Politica
Exibart.segnala
sondaggio
Quali sono i migliori direttori dei musei d'arte contemporanea italiani?
• Lorenzo Giusti (MAN, Nuoro)
• Vicente Todoli (Hangar Bicocca, Milano)
• Andrea Viliani (Madre, Napoli)
• Fabio Cavallucci (Centro Pecci, Prato)
• Gianfranco Maraniello (MART, Rovereto e Trento)
• Letizia Ragaglia (Museion, Bolzano)
• Ilaria Bonacossa (Villa Croce, Genova)
• Federica Pirani (Macro, Roma)
• Hou Hanru (MAXXI, Roma)
recensioni
rubriche
         
 

Calabria, fascinazione per il contemporaneo. A Cosenza un nuovo appuntamento con “Art in progress”, e la didattica di Alfredo Pirri e Joseph Albers

   
   
 
pubblicato

Alfredo Pirri, Passi, Biennale di Sarajevo 2013

Sarà il metodo didattico dell'architetto Joseph Albers a scandire la prima tappa della seconda edizione della rassegna cosentina "Art in Progress”, "Polimaterico”, che fino al 26 settembre alla Galleria Nazionale della città calabrese, a cura di Giuseppe Capparelli ed Esperia Piluso, metterà in scena un laboratorio dove, in base alle  tematiche che i soggetti diversamente abili svilupperanno, consentiranno di fare emergere le singole abilità di ciascuno dei partecipanti, ponendo l’attenzione sulle capacità di produrre e di creare indipendentemente dal proprio status psicofisico. Ma oltre al "pastore” Albers, e al Premio Pandosia, fino al 28 settembre, al Parco della Sila, vi sarà anche Alfredo Pirri, con un cantiere didattico che vede l’artista coinvolto in confronto diretto con gli studenti/artisti  selezionati. 
"Studi d’armonia. Ho grande voglia di rannicchiarmi. Nella sua ombra” questo il titolo del progetto, consisterà in un raffronto ravvicinato, dive verranno discussi collettivamente e singolarmente i progetti in corso e altri lavori si avvieranno.
Un laboratorio artistico a tutto tondo, come "possibilità” di vita che come modalità di approcciare una nuova dimensione sulla quale far collimare il proprio sé. Un incontro con due grandi autori distanti, e con la disciplina della bellezza.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre