28 ottobre - 3 novembre 2013 - Folle di individui 3097 utenti online in questo momento
exibart.com
community
L'altra metà dell'arte
La lavagna
Senti chi parla
Reading Room
recensioni
rubriche
argomenti
classifiche
acuradi...
curator parade
antidoping
artist parade
cerca persone
notizie recenti
Thats contemporary

28 ottobre - 3 novembre 2013
Folle di individui

La riflessione di Emma Ciceri sulle manifestazione e i manifestanti in mostra da Careof DOCVA
[di Caterina Failla]
pubblicato lunedì 4 novembre 2013
Folle di individuiFolle di individui
Folle di individuiFolle di individui





Gaypride, manifestazioni politiche, adunate musicali, mayday, critical mass, folle da concerto, flash mob. L’unione fa la forza: assodato. Se si vuole fare qualcosa, meglio farla in due. Anche Warhol lo diceva (one’s company, two’s a crowd, three’s a party). Ma dove finisce il singolo individuo nel vortice della folla (oltre a subire quelle ripercussioni fisiche causate dai soliti sballottamenti da manifestazione)? La riflessione ce la porta Emma Ciceri che affronta il ragionamento abbandonando l’ottica di omologazione solitamente associata alla massa e sottolineando, al contrario, la complessa pluralità che esiste all’interno della folla. Ma dove si coglie il limite tra l’unicità e l’uniformità? Dove finisce il comportamento dell’uno e inizia la forgiatura dello stesso da parte della massa? Con il suo ultimo progetto Madre di monumenti, l’attenzione viene posta anche sul rapporto attualità-storia, sulla staticità del monumento contrapposta alla plasmabilità della folla. A Emma Ciceri il contesto non interessa, e infatti lo cancella. Sottolinea solo la folla e il suo ruotare e plasmarsi intorno ai monumenti storici, evidenziando come spesso la relazione cambia, trasformando la folla in monumento vivente in grado di ridefinire lo spazio e la sua percezione. L’energia, la velocità, il movimento, la potenza e l’impeto della manifestazione rimangono ancora latenti, potenziali, all’interno dell’immagine. Una riflessione e un lavoro stimolanti che sembrano non la fine di una riflessione ma l’inizio verso altri e nuovi possibili progetti.

Fotografie di Caterina Failla

--------
that’s contemporary mappa l’arte contemporanea a Milano dal 2011.
that’s contemporary è un progetto curatoriale in forma di agenzia di produzione.
that’s contemporary commissiona, produce e cura progetti a metà strada tra la pratica artistica e un uso creativo delle tecnologie e dei meccanismi della comunicazione.


Ti sei perso le altre Milano week? Clicca qui

Settembre 2012 – Marzo 2013
that's contemporary Milan week - Un’introduzione alla rubrica

15 - 21 Aprile 2013
Marcaccio, Milano e la pittura "loveless"

22 - 29 Aprile 2013
Da Mars in mostra l'inadeguatezza del fare arte

29 Aprile - 5 Maggio
Il World Press Photo in Corso Como

6 - 12 maggio 2013
Milan Image Art Fair: la città è MIA

12-19 maggio 2013
Con parole sue, osservati dal grande Lucio Fontana

27 maggio - 2 giugno 2013
Straf. L'Abat-jour dell'arte nell'Hotel&Bar del centro di Milano

8 - 15 dicembre 2013
“Spatial Practices"di Cecilia Guida

15 - 22 dicembre 2013
MINEMA e Buon Natale!

13 - 20 gennaio 2014
“Dimora Artica” e la sua famiglia

speed-news
  Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Editoriale e Direttore Responsabile: Adriana Polveroni
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - f.pazzagli@exibart.com - adv@exibart.com - Fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com - Fax: 06/89280277