28 ottobre - 3 novembre 2013 - Folle di individui 3195 utenti online in questo momento
exibart.com
community
La lavagna
L'altra metà dell'arte
Arte e Cibo
Senti chi parla
Reading Room
recensioni
rubriche
argomenti
classifiche
acuradi...
curator parade
antidoping
artist parade
cerca persone
notizie recenti
Thats contemporary

28 ottobre - 3 novembre 2013
Folle di individui

La riflessione di Emma Ciceri sulle manifestazione e i manifestanti in mostra da Careof DOCVA
[di Caterina Failla]
pubblicato lunedì 4 novembre 2013
Folle di individuiFolle di individui
Folle di individuiFolle di individui





Gaypride, manifestazioni politiche, adunate musicali, mayday, critical mass, folle da concerto, flash mob. L’unione fa la forza: assodato. Se si vuole fare qualcosa, meglio farla in due. Anche Warhol lo diceva (one’s company, two’s a crowd, three’s a party). Ma dove finisce il singolo individuo nel vortice della folla (oltre a subire quelle ripercussioni fisiche causate dai soliti sballottamenti da manifestazione)? La riflessione ce la porta Emma Ciceri che affronta il ragionamento abbandonando l’ottica di omologazione solitamente associata alla massa e sottolineando, al contrario, la complessa pluralità che esiste all’interno della folla. Ma dove si coglie il limite tra l’unicità e l’uniformità? Dove finisce il comportamento dell’uno e inizia la forgiatura dello stesso da parte della massa? Con il suo ultimo progetto Madre di monumenti, l’attenzione viene posta anche sul rapporto attualità-storia, sulla staticità del monumento contrapposta alla plasmabilità della folla. A Emma Ciceri il contesto non interessa, e infatti lo cancella. Sottolinea solo la folla e il suo ruotare e plasmarsi intorno ai monumenti storici, evidenziando come spesso la relazione cambia, trasformando la folla in monumento vivente in grado di ridefinire lo spazio e la sua percezione. L’energia, la velocità, il movimento, la potenza e l’impeto della manifestazione rimangono ancora latenti, potenziali, all’interno dell’immagine. Una riflessione e un lavoro stimolanti che sembrano non la fine di una riflessione ma l’inizio verso altri e nuovi possibili progetti.

Fotografie di Caterina Failla

--------
that’s contemporary mappa l’arte contemporanea a Milano dal 2011.
that’s contemporary è un progetto curatoriale in forma di agenzia di produzione.
that’s contemporary commissiona, produce e cura progetti a metà strada tra la pratica artistica e un uso creativo delle tecnologie e dei meccanismi della comunicazione.


Ti sei perso le altre Milano week? Clicca qui

Settembre 2012 – Marzo 2013
that's contemporary Milan week - Un’introduzione alla rubrica

15 - 21 Aprile 2013
Marcaccio, Milano e la pittura "loveless"

22 - 29 Aprile 2013
Da Mars in mostra l'inadeguatezza del fare arte

29 Aprile - 5 Maggio
Il World Press Photo in Corso Como

6 - 12 maggio 2013
Milan Image Art Fair: la città è MIA

12-19 maggio 2013
Con parole sue, osservati dal grande Lucio Fontana

27 maggio - 2 giugno 2013
Straf. L'Abat-jour dell'arte nell'Hotel&Bar del centro di Milano

8 - 15 dicembre 2013
“Spatial Practices"di Cecilia Guida

15 - 22 dicembre 2013
MINEMA e Buon Natale!

13 - 20 gennaio 2014
“Dimora Artica” e la sua famiglia

speed-news
  Exibart.
   Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Firenze con il n. 5069/01.
   Direttore Editoriale e Direttore Responsabile: Adriana Polveroni
   Direttore Commerciale: Federico Pazzagli - f.pazzagli@exibart.com - adv@exibart.com - Fax: 06/89280543
   Amministrazione: amministrazione@exibart.com - Fax: 06/89280277