Il mestiere del collezionista. Dal profilo legale alla cura, alle vendite online. Quel che... 3217 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
fotografia
PAUSE DI ATTENZIONE
senti chi parla
READING ROOM
CURATORIAL PRACTISES
Exibart.segnala
sondaggio
Il DDL della “Buona Scuola” promette il ritorno della storia dell'arte nelle classi, l'equiparazione dei diplomi di Accademie di Belle Arti e istituti legati ai Beni Culturali alle lauree tradizionali, oltre che l'assunzione di 100mila precari. Che ne pensate?
• Senza un investimento culturale più complessivo possono fare ben poco le ore di storia dell'arte nelle scuole; idem l'occupazione scarsa per chi esce da istituti legati ai Beni Culturali
• Una buona notizia che agirà alla base del futuro dell'arte e della cultura
• Aspettiamo una prossima riforma
• Non cambierà nulla come al solito e per ogni assunto ci sarà un nuovo precario in arrivo
• Le ore di storia dell'arte in alcuni istituti equivalgono alla ricreazione: tanto valeva non reinserirle e far studiare altro
recensioni
rubriche
         
 

Il mestiere del collezionista. Dal profilo legale alla cura, alle vendite online. Quel che dovete sapere ve lo dicono a Open Care

   
   
 
pubblicato

Alberto Garutti, veduta della mostra DIDASCALIA al Pac di Milano, foto Delfino Sisto Legnani

L'occasione ghiotta per iniziare una serie di "Conversazioni sul collezionismo” da Open Care - Frigoriferi Milanesi, organizzati da Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, è la presentazione di un libro, giovedì. "The  Art Collecting Legal Handbook”, a cura di Bruno Boesch e Massimo Sterpi ed edito dalla londinese Thomson Reuters, che presenta una dettagliata ricognizione delle norme che regolano il commercio d'arte, in una prospettiva internazionale. 
Quali sono le problematiche di ordine doganale, fiscale, assicurativo e legale che le opere d'arte importate o esportate subiscono? Come risolvere questioni spinose che intercorrono con la storia dell'arte dalla notte dei tempi, o forse dal celeberrimo episodio della scultura di Brancusi Bird in space, fermata alla dogana di New York nel 1926 e catalogata dagli agenti come "utensile da cucina”, perché non rientrante nei loro "canoni” di arte. Certo, la storia è cambiata, ma per evitare nuovi episodi del genere a cent'anni di distanza i curatori del volume si sono avvalsi del contributo dei migliori esperti di diritto dell’arte di quasi trenta Paesi, a cui hanno sottoposto le medesime domande. Un trattato su cui interverranno anche Alessandra Donati, Università Milano Bicocca la collezionista e Presidente di ACACIA Gemma Testa, l'artista Alberto Garutti, Pietro Vallone per la Galleria Massimo De Carlo e Philip Rylands, Direttore di Peggy Guggenheim Collection, moderati da Silvia Simoncelli, docente NABA. Ma non finisce qui, perché a dicembre sarà la volta della presentazione del quarto "Quaderno del Collezionismo”, a cura della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino per i quali interverrano, tra gli altri, la direttrice Marcella Pralormo, Marco Scotini, Vincenzo de Bellis e il collezionista bolognese Enea Righi, mentre a gennaio vi saranno spiegati problematiche e pregi del collezionismo "in un click”. Ovvero come acquistare, visitare gallerie e fiere virtuali, ed entrare in contatto con gli esperti dal proprio salotto. Qualcuno potrà storcere il naso, eppure da Vip Art Fair ad Artuner vi conviene "sintonizzarvi” per evitare di restare bruciati dalla volontà di possesso a basso costo! 
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di matteo bergamini
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
invia la notizia ad un amico

trovamostre