Case ad Arte 3127 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Case ad Arte

   
 Casa di Dante, nel mezzo del cammin di Firenze
di Alessio Crisantemi
 alessio crisantemi 
 
Case ad Arte
pubblicato

Se pensando a Firenze non si può fare a meno di rievocare il suo più illustre cittadino, Dante Alighieri, visitandola diventa allora inevitabile ripercorrere le strade che era solito calpestare il Sommo Poeta, fino a scoprire la sua antica dimora. Nel cuore della città medioevale, nei pressi della Torre della Castagna: a pochi passi dal Duomo e non distante da Ponte Vecchio. Una delle costruzioni più suggestive della città, dove nacque il letterato fiorentino e dove ha sede oggi il Museo Casa di Dante. L’edificio originale, degradatosi nel tempo, è stato ricostruito nel primo decennio del XX secolo, mentre gli spazi museali - progettati e allestiti dall’Unione Fiorentina – sono stati aperti al pubblico nel maggio del 1965. Lo scopo fondamentale della gestione del Museo Casa di Dante, inteso come luogo di memoria, è quello di diffondere la conoscenza della vita e delle opere di Dante ad un pubblico vasto ed eterogeneo. Per questa ragione è stato previsto un allestimento mirato ad esaltare l’aspetto storico e culturale – anche da un punto di vista didattico – in un museo in continua crescita in grado di adattarsi alle nuove esigenze di un pubblico sempre più attento all’opera dantesca. Gli ultimi sviluppi si sono avuto nel corso dell’ultimo decennio, con la riapertura della casa-museo – dopo un lungo periodo di revisione - a settembre 2005. 

Lapide Dantesca

L’attuale percorso espositivo è suddiviso in tre parti: tanti sono i piani che costituiscono l’antica dimora del poeta. E sugli stessi livelli è stato costruito un allestimento mirato a esplorare diverse componenti dell’esistenza dantesca. Dalla vita privata, all’attività politica, al suo esilio, fornendo inoltre informazioni sulla Firenze medievale nella quale visse. La prima sala è infatti dedicata all’Arte dei Medici e Speziali: Arte della quale fece parte lo stesso Dante. Nelle bacheche si possono trovare piante, fiori, minerali e strumenti, come l’alambicco, utilizzati per creare pozioni e unguenti che venivano somministrati ai pazienti come prima forma di cura medievale. Con tre formelle in gesso alle pareti che riproducono le tre Arti principali della scultura, tessitura e pittura (copie delle originali, che invece si trovano al museo dell’Opera del Duomo). Sempre sulla parete, è presente una suggestiva riproduzione della Madonna della Misericordia: dipinto del 1352 custodito in originale dal Museo del Bigallo di Firenze, che è ritenuto uno dei migliori scorci della Firenze medievale, dominata da torri. Come appariva, quindi, agli occhi del giovane Dante.
Nella seconda sala si passa invece alla politica, affrontando il tema delle divisioni interne della città di Firenze e la guerra tra le fazioni concorrenti. Con oggetti dell’epoca custoditi in bacheche, come delle ceramiche decorate di inestimabile valore, risalenti al XIV-XV secolo, che costituiscono un esempio degli oggetti originali che sono presenti all’interno del museo. Nella terza sala si trova un plastico della città in epoca medioevale, che viene descritta la ricchezza della città, che si basava soprattutto sul commercio. Nell’ultima sala del primo piano, vi è un bellissimo diorama dei due eserciti schierati per la Battaglia di Campaldino, combattuta tra i Ghibellini aretini ed i Guelfi fiorentini, a cui partecipò anche Dante, ma importante perché è da lì che la Toscana divenne di dominio Guelfo.

Museo Casa di Dante

Al secondo piano si affronta quindi il tema dell’esilio del poeta, carteggi originali e la riproduzione del libro del Chiodo dove è scritta la pena inflitta a Dante. Ma c’è anche una riproduzione di quella che poteva essere la sua camera da letto, con gli oggetti tipici di queste stanze nelle famiglie signorili dell’epoca. Al terzo piano, infine, spazio all’opera dantesca. È qui, nella loggia della casa, che si trovano libri di grande pregio, contenuti nelle vetrine laterali. Tra cui una copia della Divina Commedia dal Codice Trivulziano del 1337, insieme a una serie di tributi  lavori più recenti. 
Un percorso completo, dunque, per comprendere più a fondo la vita del Sommo e il panorama culturale (ed economico) in cui ha sviluppato la sua attività. Per una vera lezione di Storia, che vale molto di più di una semplice visita a una casa.

SCHEDA TECNICA
Museo Casa di Dante 
Via S. Margherita 1
50122 Firenze
Orario invernale (1° ottobre - 31 marzo)
Martedì - Domenica 10 - 17
Orario estivo (1° aprile - 30 settembre)
Tutti i giorni 10 – 18
Biglietti: Intero: 4€ - Ridotto: 2€
Tel. +39 055 219 416 • Email: info@museocasadidante.it
www.museocasadidante.it
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di alessio crisantemi
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram