Art Sweet Art porta gli artisti nelle abitazioni private. E sviluppa un nuovo concept di c... 3085 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/01/2019
L’Africa di Sebastiao Salgado, in un caffe letterario di Reggio Emilia
23/01/2019
Aperto il nuovo bando di Italian Council. 621mila euro per l’arte contemporanea
22/01/2019
A Cremona il sindaco vieta i rumori. Via alle registrazioni del suono dei violini di Stradivari e del Guarneri
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Art Sweet Art porta gli artisti nelle abitazioni private. E sviluppa un nuovo concept di collezionismo e residenza, basato sulla reciprocità

   
   
 
Art Sweet Art porta gli artisti nelle abitazioni private. E sviluppa un nuovo concept di collezionismo e residenza, basato sulla reciprocità
pubblicato

Nasce Art Sweet Art, una nuova piattaforma dedicata alle residenze d’artista in abitazioni private. Ideato da Laura Caruso e Saverio Verini, il progetto vuole favorire lo scambio e l’interazione agevolando l’incontro tra artista e pubblico, coinvolgendo quest’ultimo nel processo creativo.
Partecipare è molto semplice, basta collegarsi al sito e individuare un artista da ospitare nella propria casa. Il passo successivo prevede la scelta del tipo di intervento: "committente” ed artista dovranno concordare l’opera da realizzare durante la residenza, con l’assistenza del team di Art Sweet Art che aiuterà le parti a comprendersi reciprocamente. Per l’occasione l’artista potrà inoltre effettuare laboratori e workshop sul territorio, partendo dalle scuole, sul principio che l’arte è prima di tutto socialità. 
Sul sito sarà poi possibile vedere i vari interventi realizzati nelle case private di diverse città, creando un museo diffuso e permettendo ai curiosi di contattare le famiglie per entrare in contatto diretto con le opere. Ad oggi hanno aderito 12 artisti: Francesco Capponi (1976), Lorenzo Cianchi (1985), Francesco Ciavaglioli (1983), Federica Gonnelli (1981), Manuela Mancioppi (1976), Ilaria Margutti (1971), Leonardo Petrucci (1986), Marta Primavera (1979), Carla Rak (1978), Giorgio Tentolini (1978), Carlo Trucchi (1981) e Maria Teresa Zingarello (1985). Il progetto aspira a coprire tutto il territorio nazionale venendo incontro a tutte le esigenze e a tutti i gusti dei "collezionisti” che parteciperanno. Un’idea originale e innovativa per cambiare il concept di residenza e collezionismo, nel tentativo di avvicinare ancora di più l’arte al suo pubblico. 

Sopra: Carla Rak, La mano morbida, 2014, Scultura a uncinetto, cashmere, 170 x 55 cm
In home page: Manuela Mancioppi, Temporary Relationships, 2014. Opere  indossabili. Dimensioni variabili
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram